Seguici

Video

Picco Lecco, coach Milano: «Le ragazze hanno dato tutto. Ancora qui? Non ci dovrebbero essere problemi…»

La squadra biancorossa ha saputo emozionare anche nel corso dell’ultima recita stagionale: cinquecento le persone che hanno reso bollente il “Bione”, una soddisfazione anche per il navigato tecnico dell’AcciaiTubi

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Gara 3 di semifinale play-off ha chiuso la straordinaria stagione dell’AcciaiTubi Picco Lecco. Una cavalcata eccezionale, partita con sei vittorie consecutive da neopromossa e chiusa a testa altissima dopo i tre incroci con la Chromavis Abo Offanengo. Tanta, tanta roba per un gruppo formato anche da tante esordienti in Serie B1, cresciuto rapidamente sotto i pesanti colpi inferti dalla sfortuna. Qualcosa di cui è sicuramente orgoglioso anche coach Gianfranco Milano, che, intorno a elementi di altissima caratura per la categoria, ha costruito un gruppo dallo spirito quasi inossidabile.

«La partita si è giocata bene nel primo set, abbiamo lavorato bene in tanti fondamentali, peccato averle lasciate via nella fase finale. Peccato per il terzo set, giocarlo con più pazienza ci avrebbe potuto consentire di portarlo ai vantaggi. Noi dovevamo metterle sotto pressione come in gara 2, con più intensità avremmo potuto forse realizzare un secondo miracolo, ma le ragazze hanno dato tutto in questa settimana. Il risultato è il segnale di una squadra che non ha mai voluto fare la comparsa, perchè ha vissuto i play-off con molta intensità».

Splendida la capacità di saper sempre reagire ai momenti duri: «Siamo stati capaci di sovvertire il fattore campo; sicuramente non è una squadra, la nostra, che va a giocare fuori con timore. Il nostro motto è stato “testa alta fino alla fine” e con questa modalità siamo usciti in semifinale play-off. Hanno giocato tante ragazze giovani, che hanno dato tanto per realizzare una stagione strepitosa. E’ una grande soddisfazione quello che abbiamo fatto, speriamo di coinvolgere più persone in questo tipo di risultati».

La Picco deve ripartire da coach Milano: «Il mio impegno era biennale, dovrò parlare con la società e non credo ci saranno problemi sulla mia permanenza. Ci prendiamo del riposo e da lunedì cominceremo a mettere giù le idee e a fissare gli obiettivi, fare più di così sarebbe molto ambizioso. Non dobbiamo disperdere l’entusiasmo e l’interesse che abbiamo creato intorno a noi, speriamo di ritrovare tutta questa gente anche a settembre». Lecco, negli ultimi mesi, ha imparato ad apprezzare e sostenere la Picco, nome tornato molto in voga in città dopo anni decisamente più bui. Su queste basi si può continunare a sognare in grande.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Video