Seguici

Calcio

Gaburro: «C’è rammarico, a calcio abbiamo giocato meglio noi. La stagione rimane strepitosa»

Il tecnico bluceleste, nella sala stampa del “Curi” di Perugia, esalta la partita dei suoi: «Dovevamo rifinire meglio, con maggiore lucidità. Peccato, eravamo qui per vincere. Ci manca un rigore netto»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

È un Gaburro fierissimo a presentarsi in sala stampa al “Curi” nonostante la sconfitta. Il tecnico bluceleste non può rimproverare nulla ai suoi giocatori per come hanno interpretato la partita, anche se l’amarezza per lo Scudetto sfumato c’è ed è innegabile.

«Un po’ di rammarico c’è perché eravamo qui per il titolo, la soddisfazione morale non è sufficiente a compensare il fatto di non avere vinto. Se guardiamo la gara, a livello calcistico non dico che abbiamo dominato ma che l’abbiamo interpretata meglio a livello calcistico. Abbiamo fatto quello che avevamo preparato, siamo entrati dentro quasi sempre e abbiamo rifinito poco rispetto alla mole di gioco, ci è mancata un po’ di lucidità. C’era anche un rigore netto nel primo tempo (su Silvestro, ndr). L’1-0 è un margine sottile in queste partite in cui nell’ultima mezz’ora contano anche gli episodi, perché due partite in due giorni si sentono».

La cronaca del match con la gallery fotografica

Gli episodi la differenza l’hanno fatta davvero, col pareggio dell’Avellino giunto su punizione. «Abbiamo preso gol da palla inattiva, su palla buttata dentro, ma sapevamo di concedere qualche centimetro oggi, purtroppo abbiamo pagato sul primo della linea a quattro dove c’era D’Anna proprio perché oggi eravamo bassi. La sostituzione di Capogna e D’Anna? Non ne avevano proprio più, chi è entrato lo ha fatto bene. Il nostro gol è stato proprio bello a livello calcistico. A un certo punto sembrava che ne avessimo più noi, che fossimo più vicini noi al gol di loro, ma il calcio è questo. Riconosciamo che dagli undici metri sono stati più forti loro».

Il risultato di oggi non toglie nulla alla stagione dei blucelesti. «Siamo una squadra che ha fatto un campionato strepitoso, ha perso due partite su 42 ufficiali e due ai rigori, questa e quella in Coppa Italia – prosegue Gaburro – Oggi giocavamo per vincere e rimane il rammarico. Quando vai ai rigori e pensi di meritarla sul campo, ci vai male. Loro invece ci sono arrivati col morale più alto per avere recuperato. Poi abbiamo preso anche due pali e una traversa».

Bucaro: «Noi abbiamo avuto più occasioni»

La disamina di Gaburro non è invece piaciuta a mister Giovanni Bucaro, che ha visto un andamento diverso del match. «Non sono d’accordo, è stata una partita equilibrata, abbiamo avuto più occcasioni noi, ma ognuno vede il match come vuole. La mia sensazione dal primo tempo è che potevamo sbloccarla, non ci siamo riusciti ma nei 90 minuti anche noi abbiamo fatto qualcosina in più, questo dominio del Lecco non l’ho visto».

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio