Seguici

C3, BluCeleste in profondità

Start-up

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il significato di start-up, nella terminologia moderna, gira sostanzialmente intorno al significato relativo al lancio di un’attività, di una nuova impresa e, sostanzialmente, per un cammino da intraprendere.

Start-up è una parola inglese, in uso dal Cinquecento, che, verbalmente, corrisponde all’italiano “cominciare,mettersi in moto”, e, considerato come sostantivo, significa invece “avvio, inizio, accensione”.

Sarà un avvio, quello del campionato di Serie C previsto per domenica 25 agosto, che vedrà il Lecco scendere in campo ad Arezzo. Finalmente, dopo tanti anni trascorsi in anonimi luoghi e in “stadi-pollaio”, si tornano a calcare palcoscenici importanti e a frequentare platee congrue. Il ritorno al calcio professionistico, tanto atteso e a lungo sognato, deve però essere vissuto da tutte le componenti che ruotano intorno alla Calcio Lecco 1912 in modo professionistico.

Non alludiamo certamente solo alla squadra, che peraltro ha uno staff tecnico e un parco giocatori che il professionismo lo conosce e anche bene. Pensiamo soprattutto alla crescita che riguarda tutte le componenti gravitanti intorno a una squadra di calcio: in primis la società, che deve darsi una connotazione esemplare, certa e che dovrà risultare equanime nei giudizi e nelle prese di posizione riguardo gli avvenimenti sportivi che il prossimo campionato ci riserverà. Questo aspetto ha molto a che fare anche con gli operartori mediatici: anche in questo comparto è necessaria una crescita adeguata alla categoria. La terza serie professionistica italiana, nei tre gironi che la compongono, annovera città importanti, capoluoghi di provincia con bacini di abitanti sostanziosi.

Se negli ultimi campionati di Serie D eravamo noi media Lecchesi a dettare un certo tipo di “aplomb” in piazze con un’organizzazione talvolta a primitiva, da adesso in poi bisognerà dimostrare che una crescita professionale passa anche attraverso un giusto approccio ed a una visione non emotiva delle vicende sportive. Quello che ci pare serva è il sano ottimismo, non dei neofiti della categoria, ma da consapevoli militanti nel professionismo.

Guardando ai tifosi, è oggettivamente sempre difficile chiedere di più a tifosi cosi appassionati come sono quelli blucelesti. Ci auguriamo che anche in tutti loro, oltre all’amore per questi colori, si aggiunga anche della pazienza quando i risultati che verranno non saranno quelli sperati e in linea con quelli del recente passato, molto improbabili da replicare sin da subito.

Lo abbiamo già scritto e ribadito: non è più il campionato trionfalmente vinto la scorsa stagione. Dobbiamo capire che non ci si può esaltare dopo qualche vittoria, ma nemmeno deprimere se ci saranno sconfitte. 

Eccoci, allora, alla partenza. Start-up, se più vi piace. Pochissimo ancora, e la magia di undici maglie blucelesti che danzano in campo sarà servita. In bocca al lupo Calcio Lecco, e buon calcio a tutti noi.

Linotype

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in C3, BluCeleste in profondità