Seguici

Calcio

Forte e in continua evoluzione: l’Arezzo tiene a battesimo il Lecco di Gaburro

La squadra amaranto è inserita nel lotto delle squadre destinate a competere per le posizioni di vertice, ma più di un intoppo ha accompagnato la preparazione alla gara con i blucelesti

Mister Di Donato dirige un allenamento dell'Arezzo
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Una sfida affascinante, che torna d’attualità dopo l’ultimo precedente del 2009: allora fu Riccardo Maniero, con una rete arrivata al 93′, a decidere una gara bloccata, domenica 25 agosto (ore 17.30, diretta LCN Stadio dalle 17.15) sarà soprattutto il giorno in cui l’Arezzo terrà a battesimo la neopromossa Calcio Lecco 1912. Un momento molto atteso all’interno della città bluceleste, covato sin dalla promozione conquistata lo scorso 31 marzo a Borgaro Torinese.

I blucelesti, dopo una preparazione resa più difficile dagli infortuni patiti, incroceranno i tacchetti contro una big del girone, arrivata sino alla semifinale play-off persa contro il Pisa nel recente passato. Di certo gli amaranto non giocheranno solamente per partecipare, ma vorranno stazionare stabilmente nella zona alta della graduatoria. L’avvicinamento alla gara, però, dice anche che la società toscana sta vivendo delle situazioni extracampo che mai aiutano in un periodo delicato come quello della costruzione.

Mister Di Donato, ad esempio, dovrà certamente rinunciare a Foglia, squalificato, Burzigotti, infortunato, e agli ultimi arrivati Dell’Agnello, Piu, Picchi e Benucci, stoppati da problemi burocratici, mentre Corrado e Cutolo dovrebbero essere, seppur non al top della condizione, della gara. Nel frattempo, sono ancora impigliati nelle voci di mercato Basit, promesso sposo del Benevento, e Buglio.

Si parte dal 4-2-4

La certezza, quindi, è rappresentata dal 4-2-4 di base, sistema di gioco che il tecnico amaranto ha dimostrato di preferire nel corso di tutto il precampionato. In porta spazio a Pissardo, davanti a lui ecco Luciani, Borghini, Baldan e Corrado, in ballottaggio con Sereni; a metà campo cerniera formata da Buglio e Volpicelli, con Basit sullo sfondo. Là davanti le bocche di fuoco: Belloni, Cheddira, Messina e Rolando, con Cutolo pronto a entrare e incendiare la gara con le sue indubbie qualità tecniche.

Abbonamenti sopra quota mille

Di certo l’Arezzo potrà contare sulla nota cornice di pubblico: le tessere di abbonamento hanno sfondato da tempo quota mille e la campagna punta dritta verso quota millecinquecento. Gli amaranto, nota statistica, non perdono in casa da venti partite consecutive (Arezzo 0-1 Monza, 17 aprile 2018, poi 10 vittorie e 10 pari) e hanno sempre segnato al “Comunale” nel corso del 2019.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio