Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Gaburro: «Dimostriamo di aver imparato la lezione. A Novara ambiente difficile»

I blucelesti sono attesi da una trasferta difficile al “Piola”: lì si sono assiepate oltre quattromila persone per la prima giornata di campionato e altrettante ne sono attese per una sfida storica

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Novara-Lecco, torna una sfida classica, in Serie C, per i blucelesti. Partita intrisa della rivalità tra le due tifoserie, che non s’incrociano dal lontano aprile 2010 (Lecco 1-1 Novara, gol di Rubino e Ciano): allora gli azzurri erano in vetta alla classifica e vinsero il campionato, mentre i blucelesti chiusero la stagione con una mesta retrocessione. Oggi le distanze potrebbero essere più brevi, soprattutto perché la stagione è appena iniziata e i valori si devono ancora sedimentare sui loro livelli reali. Di certo, il Lecco di Gaburro dovrà mettere in mostra almeno quanto tirato fuori con la Pro Vercelli per strappare un risultato positivo dal “Piola”, riempito da quattromila persone per l’esordio con la Juventus U23 (2-0).

«Dovremo dimostrare di avere imparato parte della lezione di Arezzo – spiega Gaburro a LCN -, dove abbiamo fatto degli errori d’interpretazione. Mi aspetto un ambiente difficile e una partita fatta di varie fasi, con quelle decisive che non arriveranno necessariamente nelle battute iniziali. Servirà maturità, ma noi in questo momento abbiamo una rosa importante e livellata, chi entra può cambiare la partita».

Il tecnico ha fissato la rifinitura alle ore 20.45 del venerdì, un inedito assoluto sotto la sua gestione: «Il campo in erba sintetica sarà differente rispetto al nostro, si presenterà più duro e veloce. Siamo pronti anche per questo, fare l’ultima seduta di allenamento alla sera serve per adattarsi a questa particolarità, perché parte del nostro gruppo è molto tempo che non gioca a quest’orario».

Gaburro avrà molto materiale umano tra cui scegliere, con la possibilità di comporre un undici al momento quasi indecifrabile: «Abbiamo almeno diciotto-diciannove giocatori che possono partire dal primo minuto e tanti altri che si stanno mettendo in pari con quelli pi avanti. Ho l’imbarazzo della scelta, dovranno essere bravi i ragazzi a sfruttare le occasioni e gli allenamenti per mettermi in difficoltà, sempre contando che i cinque cambi possono fare la differenza».

Ventisei convocati per Novara-Lecco

Al solito, Gaburro ha formato una squadra di partenza extra-large: ben ventisei sono gli elementi che ha deciso di chiamare per la sfida di Novara, ma tre di loro dovranno accomodarsi in tribuna. Assente Fabrizio Carboni, atteso in campo entro tempi brevi, mente rientra Lorenzo Carissoni nella lista dei convocati.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio