Seguici

Calcio

Calcio Lecco, Gaburro predica calma: «Dobbiamo essere fiduciosi». Le parole di Giudici e Vignati

Il tecnico bluceleste analizza la sconfitta del “Piola”: «Giocato bene un tempo, avremmo dovuto pareggiare. Loro bravi a riempire gli spazi e ripartire, a noi sono mancati anche i cambi»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

L’analisi del post-Arezzo la possiamo riciclare per un aspetto: il secondo tempo del “Comunale” aveva lasciato delle sensazioni positive, mentre gli ultimi cinque minuti del “Piola” potrebbero far pensare a una debacle su tutta la linea. La maggiori difficoltà che ha avuto il Lecco sul campo del Novara è stato quella di non avere mai profondità, con l’impossibilità di concretizzare un dominio territoriale lungo un tempo e poco oltre. A preoccupare è soprattutto il rapido scioglimento finale, nel momento chiave della gara, per due errori individuali da matita blu.

«Abbiamo giocato bene un tempo – spiega mister Gaburro in conferenza stampa -, più che tutta la partita. La prima frazione, giocata in questo modo, deve finire almeno 1 a 1, senza togliere a loro la bravura nell’aver trovato quel gol. Purtroppo quando ti sforzi maggiormente nei primi quarantacinque minuti e non riesci a trovare la rete, rimbalzando addosso a loro, poi diventa sempre più difficile. Il Novara ha speso di meno nel primo tempo, mentre noi ci siamo disuniti nei minuti finali; sono stati bravi a riempire gli spazi e a chiudersi dietro, una delle caratteristiche migliori. Speravo, come successo ad Arezzo, che i cambi ci potessero migliorare in corso d’opera, ma purtroppo questo non è accaduto e nell’ultima mezz’ora abbiamo perso la partita di mano. Da dieci minuti stavamo concedendo tanto spazio al Novara e questo è stato un segnale negativo. Per poter fare risultato in trasferta in questa categoria dobbiamo essere più bravi: non potevamo pensare di aver risolto tutti i problemi con la Pro Vercelli, ma dobbiamo continuare a essere fiduciosi».

Ai nostri microfoni, nel post gara, si sono presentati anche Lorenzo Vignati e Luca Giudici. «Nel primo tempo siamo stati bravi a reagire al gol preso – esordisce Giudici -, facendo la partita che dovevamo fare, ma siamo stati imprecisi nell’ultimo passaggio. Nel secondo abbiamo iniziato sulla stessa falsariga, poi abbiamo perso lucidità con il passare dei minuti, prendendo due gol evitabili».

«Non è stato facile fare una partita a rincorrere e abbiamo speso molte più energie del Novara – spiega Vignati, centrale classe Duemila -, di fatto abbiamo chiuso la partita stremati. Abbiamo fatto una gara di rincorsa, giocando tanto sulle marcature preventive e rischiando molto sull’uno contro uno; per questo abbiamo preso anche tanti cartellini».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio