Seguici

Calcio

Tra Strambelli-dipendenza e voglia, finalmente arriva il primo punto di D’Agostino. Juve troppo scolastica: le pagelle

L’esterno è di gran lunga il giocatore più incisivo della rosa, ma stavolta è supportato da una squadra che ci crede fino all’ultimo pallone. Super Safarikas su Mota Carvalho

Riccardo Capogna, subentrato e decisivo
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 6,5: prova volitiva e apprezzabile, supportata da un ambiente che spinge i blucelesti a crederci fino in fondo. Proseguono, comunque, le difficoltà offensive: Strambelli è l’unico “crack” della rosa.

Safarikas 6,5: monumentale su Mota Carvalho, che stoppa al pari della possibile fuga juventina.

Merli Sala 6: quando il confronto con Olivieri va sulla rapidità, fa fatica a prenderlo. Rimane a galla con fisicità e temperamento.

Malgrati 6: rischia in avvio, quando calcia addosso a Tourè dal limite dell’area, poi tira fuori una prova pulita.

Bastrini 6: il suo “blocco” libera la strada a Negro e, da lì, a Capogna per la rete del pareggio.

Carissoni 6: timidi miglioramenti, in entrambe le fasi.

Moleri 6,5: ara il campo e gioca con il sangue negli occhi. Deve imparare a gestire la foga, ma quando è “in palla” il Lecco ha un altro volto.

(dal 40′ st Scaccabarozzi sv).

Bobb 6,5: tenuto conto della condizione fisica un po’ approssimativa, tira fuori una prova importante.

Pastore 6: anche lui torna a fare qualche passettino in avanti dopo un periodo un po’ grigio.

Giudici 6: gioca in campo aperto e più libero da compiti difensivi. Il risultato è apprezzabile.

(dal 31′ st Negro 6: il suo tiro un po’ sbilenco diventa l’assist per Capogna. E’ imprescindibile un adeguamento della condizione fisica).

Chinellato 5: ha una buona occasione nel primo tempo, che ciabatta malamente. Gli manca la cattiveria, oppure non riesce proprio a metterla in campo.

(dal 15′ st Capogna 7: si dà da fare e lotta contro tutta la retroguardia bianconera, poi si avventa come un falco sul tiro di Negro e cancella la quinta sconfitta consecutiva. Due settimane fa era fuori dal progetto, oggi coglie il frutto del suo lavoro).

Strambelli 6: nettamente il più brillante dei blucelesti. Prova a guadagnarsi un rigore, ma francamente sembrava impossibile non punirlo con il secondo giallo. Salterà il derby e questo è un grosso male, ma l’ingenuità è tutta sua.

All. D’Agostino 6: il Lecco che scende in campo ha una sua logica, nonostante l’ormai consolidata dipendenza dalle giocate di Strambelli. Il cambio Chinellato-Capogna lo premia.

Juventus Under 23 voto 6: una squadra giovane e abbastanza “scolastica”, con un ottimo pacchetto in fase offensiva ma una fase difensiva da rivedere.

Loria 6; Di Pardo 5,5, Alcibiade 6 (dal 1′ s.t. Coccolo 5,5), Delli Carri 5,5, Frabotta 5,5; Peeters 6,5, Muratore 6 (dal 13′ s.t. Clemenza 6), Tourè 6; Olivieri 7 (dal 38′ s.t. Beltrame sv), Han 5,5 (dal 23′ s.t. Portanova 5,5), Lanini 5,5 (dal 13′ s.t. Dany Mota 5). All. Pecchia 6.

Arbitro sig.ra Pecchia di Sapri 6,5: la decisione di espellere Strambelli è forte, ma giusta. Positiva la direzione di gara in generale: non era facile, vista la tensione.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio