Seguici

Calcio

Serie D, Isella non perdona: Virtus Bolzano ko a Oggiono

Dopo un primo tempo non esaltante, i padroni di casa salgono in cattedra e sconfiggono i trentini: decide il rigore del capitano alla mezz’ora della ripresa

Capitan Isella festeggia il rigore trasformato per il gol-vittoria
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il NibionnOggiono gioca d’anticipo nel decimo turno, e sotto al bel sole di un sabato autunnale si regala un’altra vittoria, battendo la Virtus Bolzano. È un successo pesante, perché l’1-0 di Oggiono spinge i ragazzi di Commisso, quest’oggi assente in panchina dopo l’opinabile allontanamento nella gara di Caravaggio, davvero in alto in classifica. Al momento, i lecchesi si trovano in piena zona play-off, al quarto posto, addirittura a meno due punti dalla vetta, sebbene con una gara in più rispetto alle rivali; addirittura due per quanto concerne la Pro Sesto, costretta a ripetere la gara con il Levico dopo la clamorosa svista arbitrale del triplice cartellino giallo ai danni di un giocatore milanese.

Il primo pericolo nella gara del De Coubertin è portato dagli ospiti, con la conclusione di Pasha, arrivata al termine di una serie di rapidi scambi, ma Vinci è attento. Ci prova Basanisi poco dopo per i padroni di casa, ma la sua conclusione è timida. Più pericolosa quella di Losa, in controbalzo da fuori, ma ancora insufficiente per colpire i trentini.

Brivido al 20′ minuto quando Vinci, su un lancio lungo, controlla il pallone con le mani ai limiti della propria area: bravo l’estremo difensore nella circostanza ad arretrare e sventare la pressione dell’avanti ospite. Al minuto 26 la più bella occasione della prima frazione, con il colpo di reni di Weiss che nega il gol a Citterio, svettato di testa meglio di tutti in occasione di una punizione.

Nel finale di tempo, una gran botta di Iori che si spegne sull’esterno della rete, e un’altra capocciata di Citterio, non riescono nuovamente a regalare il vantaggio ai giocatori in maglia bianca.

Classico inizio di ripresa a spron battuto per il NibionnOggiono; clamorosa la triplice occasione al terzo minuto, nella quale la retroguardia trentina si salva miracolosamente sulle due conclusioni di Basanisi e sulla botta di Castria. Si vede anche la Virtus Bolzano con Kaptina pescato solo in area di rigore, ma Vinci chiude tutto.

Continuano a spingere Isella, Iori e compagni, ma i trentini, nettamente più spenti rispetto a un sufficiente primo tempo, fanno muro. Alla mezz’ora il NibionnOggiono trova la chiave per sbloccare la gara: slalom di Isella in area di rigore, fallo netto di un difensore ospite e sacrosanto penalty. Il “diez” dei lecchesi è freddo dal dischetto e trasforma.

La Virtus Bolzano è poca roba, ma la compagine di casa spreca in più occasioni il colpo del ko, soprattutto con la botta alle stelle di Lazzoni al novantesimo, ben servito dopo la serpentina di Tagliabue. Nei sette minuti di recupero, dovuti al brutto colpo subito dallo sfortunato Giugliano, il NibionnOggiono spreca ancora in un paio di circostanze ma resiste alle ripartenze trentine, e porta a casa l’1-0.

Prossimo appuntamento nell’infrasettimanale mercoledì a Scanzorosciate, contro una squadra che sta avendo un percorso simile a quello della formazione di Commisso, e che sarà impegnata domani a Busto Garolfo contro il Milano City.

NibionnOggiono 1-0 Virtus Bolzano

Marcatore: Isella (N) al 30′ st (rig.)

NibionnOggiono: Vinci, Lanini, Gambazza, Losa, Pirola, Panzeri, Castria (11′ st Bonfanti), Basanisi, Citterio (20′ st Giugliano) (42′ st Lazzoni), Isella, Iori (28′ st Tagliabue). A disp. Fumagalli, Sambale, Loizzo, Sacco, Castagna. All. Commisso.

Virtus Bolzano: Weiss, Menghin (1′ st Kicay), De Santis, Kaptina A. (21′ st Forti), Kiem (43′ st Tamai), Rizzon, Kaptina E., Bounou, Bacher, Cremonini, Pasha (1′ st Koni) (21′ st Timpone M.). A disp. Guido Piai, Pinton, Timpone A., Bordoni. All. Sebastiani.

Arbitro: sig. Fabio Franzò di Siracusa (assistenti sigg. Giovanni Boato di Padova e Nicola Zandonà di Portogruaro).

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio