Seguici

Calcio

Micidiale uno-due a metà ripresa: il Renate sbanca il “Rigamonti Ceppi”

Gli ospiti si impongono 2-0 sfruttando prima una gran giocata di Grbac per il colpo di testa di Guglielmotti, poi un fallo non fischiato su Bobb per la conclusione vincente di Galuppini

Guglielmotti esulta dopo la rete del vantaggio
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Gambe pesanti, sfortuna, scelte arbitrali avverse: il Lecco viene sconfitto dal Renate e compie un passo indietro sensibile rispetto alle ultime, positive prestazioni. Una squadra, quella di D’Agostino, apparsa lenta e involuta, in particolare nella ripresa, che subisce anche gli episodi negativi del match (oltre all’organizzazione tattica degli avversari).

Primo brivido al 5′ con il colpo di testa di Guglielmotti, facilmente bloccato da Safarikas. Al 7′ sanguinosa palla persa da Bobb, Galuppini va via in contropiede e conclude fuori di poco. Ci prova Capogna al 10′ ma non riesce a inquadrare i pali della porta di Satalino.

Bobb sente il piede caldo e tenta due volte la conclusione senza fortuna. Al 29′ buona occasione per la formazione ospite grazie a Ranieri, il cui esterno è parato da Safarikas. Dal calcio d’angolo seguente grande conclusione di Militari sulla quale il portiere greco è attento. Minuto 37, ci prova ancora Guglielmotti con un pretenzioso tiro al volo.

Secondo tempo: il ritmo si abbassa

Nella ripresa ci si attende un cambio di passo dai blucelesti, ma non arriva. Strambelli è in giornata no, l’unico che tenta di ravvivare l’azione offensiva è Capogna abbassandosi a giocare il pallone sulla trequarti. Il Renate si conferma un blocco granitico e squadra difficile da attaccare. Al 63′ la migliore occasione per i padroni di casa arriva con la conclusione di Bobb – deviata – sulla quale Satalino è prontissimo.

Al 70′ il gol che sblocca la partita: Grbac va via a sinistra e lascia sul posto Carissoni, cross perfetto per Guglielmotti che non viene attaccato da Pastore e colpisce libero di testa per lo 0-1. Nemmeno il tempo di sistemare le idee: quattro minuti più tardi c’è un fallo apparso netto su Bobb, non sanzionato, il Renate gioca la palla e Galuppini, subito dopo, conclude battendo Safarikas. Grandi polemiche ma l’arbitro convalida il raddoppio dei brianzoli. La partita, di fatto, va spegnendosi e a nulla servono i cambi orchestrati da D’Agostino.

Calcio Lecco 1912 0-2 Ac Renate (0-0)

Lecco (3-4-3): Safarikas; Bastrini, Merli Sala, Procopio; Carissoni, Moleri (dal 39′ s.t. Scaccabarozzi), Bobb (dal 34′ s.t. Nacci), Pastore; Giudici (dal 34′ s.t. Fall), Capogna (dal 39′ s.t. Negro), Strambelli (dal 27′ s.t. D’Anna) (Bacci, Magonara, Vignati, Marchesi, Chinellato, Lisai, Maffei, Negro). All. D’Agostino.

Renate (3-5-2): Satalino; Baniya, Damonte, Possenti; Anghileri, Ranieri, Militari, Grbac (dal 44′ s.t. Plescia), Guglielmotti; De Sena (dal 23′ s.t. Maritato), Galuppini (dal 37′ s.t. Teso) (Stucchi, Magli, Plescia, Pizzul, Confalonieri, Pelle, Marchetti). All. Aimo Diana.

Marcatori: Guglielmotti al 25′ e Galuppini 29′ st.

Arbitro: Cascone di Nocera Inferiore

Note: angoli: 1-3; ammoniti: Galuppini, Strambelli, De Sena, Pastore, Ranieri, Moleri, Capogna. Osservato un minuto di silenzio per la scomparsa della madre del giocatore del Lecco Ferat Jusufi.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio