Seguici

Calcio

Quanti Moleri ci sono in campo? Merli Sala eccelle sul “suo” campo. Negro, quarantacinque minuti di gran qualità. Le pagelle

Il centrocampista disputa una partita clamorosa, sdoppiandosi in entrambe le fasi e fornendo a Fall la palla perfetta. Il difensore e l’attaccante decisivi, D’Anna a centimetri dal colpo di genio

Marco Moleri
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 7: due gol fatti, una traversa colpita e un senso di pericolosità che non si percepiva da un mese. Colpo esterno dal peso specifico enorme.

Safarikas 7: ogni palla che passa nello specchio della porta può costituire un pericolo molto concreto. Gestisce bene le cose ordinarie, poi incide a fondo con due parate nella fase calda del match.

Merli Sala 7,5: le sue partite, in cui può eccellere grazie alla fisicità. Incisivo e decisivo nel momento di maggior bisogno.

Malgrati 6: il Gozzano punge poco per settanta minuti di gara e spesso lui può fare il lavoro di rifinitura in fase difensiva.

Procopio 6: prestazione ordinata in un ruolo un po’ ibrido. Fondamentale il gran supporto di Giudici.

Carissoni 6: bene da metà campo in su, nel corso della ripresa accusa cinque minuti di sbandamento che poi riesce a mettersi alle spalle.

Moleri 7,5: in queste giornate vien da chiedersi se giochi da solo o insieme alla sua controfigura. Rompe e cuce, poi serve la palla perfetta a Fall. Gigante dall’alto del suo metro e settantacinque.

Bobb 7: estrae la sciabola e tampona tutto ciò che c’è da tamponare sulle rare sortite interessanti del Gozzano.

Giudici 6,5: partita di grande sacrificio, in cui mette dentro uno spunto di gran qualità a metà primo tempo, quando sul suo tiro Crespi compie una mezza prodezza. Fuori per infortunio.

(dal 6′ st Pastore 6: gioca con diligenza).

Negro 7: quarantacinque minuti di gran qualità a cavallo dei due tempi, poi cala logicamente. Le qualità tecniche non sono mai e poi mai state messe in discussione.

(dal 29′ st Marchesi 6: entra con fare un po’ arruffone, poi si mette a far legna).

D’Anna 6,5: il colpo di genio che estrae dal cilindro e bacia la traversa avrebbe impreziosito una partita di corsa e abnegazione. Può e dev’essere l’uomo in più della squadra.

(dal 40′ st Fall 6,5: sovrasta Emiliano, mette la palla in fondo al sacco e regala al Lecco sei minuti di tranquillità).

Capogna 6: le prende e le dà, rimanendo in linea di galleggiamento con qualità e temperamento.

(dal 40′ st Maffei sv).

All. D’Agostino 6,5: il Lecco scende in campo senza guardare al campo in condizioni quasi impraticabili. Non mancano i colpi di qualità all’interno di una gara interpretata con la giusta mentalità e il giusto temperamento.

Gozzano 5: la squadra di Sassarini, tecnico notoriamente votato al possesso palla a volte esasperato, fa troppo poco per impattare un match da disputare con il coltello tra i denti.

Crespi 6; Emiliano 5, Uggé 5,5, Tordini 5; Tumminelli 6 (dal 21′ s.t. Vono 6), Rolle 5,5 (dal 15′ s.t. Palazzolo 5,5), Guitto 6, Bruzzaniti 5 (dal 29′ s.t. Buvka 6); Fedato 6,5, Tomaselli 5,5 (dal 15′ s.t. Spina 5,5), Fasolo 5,5 (dal 1′ s.t Pozzebon 6). All. David Sassarini 5,5.

Arbitro sig. Francesco Cossu 6,5: la partita è di quelle in cui si rischia di fischiare cinquanta-sessanta falli. La gestisce con intelligenza, lasciando passare le entrate decise, ma sul pallone. Il contatto Giudici-Tumminelli è al limite.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio