Seguici

Calcio

Calcio Lecco, è tempo di cambiar rotta: la salvezza passa dal “Rigamonti-Ceppi”, con l’Olbia un’altra ghiotta occasione

I blucelesti hanno il peggior rendimento interno di tutto il girone “A” di Serie C: la sfida con i sardi riaccende anche una rivalità che risale al 2007

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

Lecco-Olbia è una gara che mette in palio tante cose: i tre punti, certo, ma non solo. Blucelesti e sardi hanno davanti una grossa occasione per dare un colpo importante alla classifica, che li vede stazionare rispettivamente al quintultimo e al penultimo posto. La sfida, intrisa di una rivalità tra le tifoserie che affonda le radici ai tempi dell’allora Serie C2, metterà di fronte la peggior squadra per rendimento interno e la penultima, insieme alla Pergolettese, per rendimento tra le mura altrui.

Sin qui, infatti, il Lecco ha conquistato solo cinque punti al “Rigamonti-Ceppi”, dove la vittoria manca addirittura dallo scorso 1 settembre (2-0 alla Pro Vercelli, gol di Moleri e Chinellato). Nessuno ha fatto peggio dei blucelesti, che domenica sperano di agganciare Gozzano e Juventus U23 (8) in questa speciale graduatoria; solo la Giana Erminio (4), invece, ha raccolto meno di sardi e gialloblù (5) lontano dal “Comunale”.

I 2.211 del “Rigamonti-Ceppi”, media stagionale, sperano di replicare l’ultimo precedente del 4 marzo 2007, quando i blucelesti piegarono l’Olbia grazie al calcio di rigore di Gianluca Savoldi e a quello parato da Luca Mazzoni nel finale di gara. La vittoria fu il preludio alla lunga scalata verso la promozione finale in Serie C1 conquistata ai play-off con il Pergocrema. Avversari che, a ben guardare, tornano tutti d’attualità a dodici anni di distanza.

Condividi questo articolo sui Social
.
.
.
.

Lecco Channel Web Radio

LECCO CHANNEL NEWS TV

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio