Seguici

Calcio

Serie D, il punto sul girone d’andata: Pro Sesto capolista, sorprese Legnano e Scanzorosciate. Seregno al di sotto delle previsioni iniziali

I milanesi stanno provando la fuga in campionato, ma il Legnano si è rinforzato con il forte centravanti Pllumbaj. Delusione Seregno, mentre il NibionnOggiono è in linea con gli obiettivi

La Pro Sesto capolista (Foto Pro Sesto)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 7 minuti

Al termine delle prime diciannove gare d’andata del girone B, è tempo di tracciare, seppur parziale e momentaneo, un primo bilancio. Non sono certamente mancate le sorprese, sia in positivo, sia in negativo: diverse compagini hanno stupito, conquistando posizioni di classifica attuali insperate ad inizio anno; altre, di contro, hanno visto tradite le più rosee previsioni fatte ai nastri di partenza, ritrovandosi un girone dopo a navigare in acque peggiori. Il prossimo week-end ripartono i giochi: domenica 5 gennaio 2020 si scende in campo per la prima giornata del girone di ritorno. 

La capolista: Pro Sesto

Per larghi tratti del campionato, sul trono della prima della classe ha seduto incontrasta la Pro Sesto; la formazione di Parravicini gode di un buon vantaggio di sei punti sulla seconda, e ha evidenziato una certa superiorità rispetto a chiunque. Elementi di qualità come bomber Monni, a una marcatura dalla doppia cifra, e il leader Scapuzzi, sono stati fondamentali per il percorso e i buoni risultati. Da non dimenticare anche l’innesto, in corso d’opera, dell’ex bluceleste Nicola Segato. I milanesi hanno tutte le carte in regola per continuare a dire la loro in questa competizione, mantenendo tra le mani la possibilità di plasmare il proprio destino, capitalizzando il massimo obiettivo possibile. 

Le principali inseguitrici: il fortissimo Legnano e il solido Scanzorosciate

In seconda piazza c’è il Legnano di mister Manzo, formazione che gode sì di un’ottima rosa, ma che quasi nessuno inizialmente si sarebbe aspettato come la principale e così agguerrita rivale della capolista. Cocuzza con i suoi 12 gol, Gasparri, Pérez, Alvitrez: il talento a disposizione dei lilla non è indifferente, ed è aumentato grazie al fresco colpaccio del bomber di razza Pllumbaj. Tre punti più sotto c’è lo Scanzorosciate, truppa partita con chiare ambizioni di salvezza, ma ritrovatasi costantemente nei piani alti della graduatoria: i gol di Giangaspero ma non solo, per la miglior rivelazione di questo girone d’andata. I giallorossi hanno dimostrato di potersela giocare con tutti, mettendo spesso e volentieri il bastone tra le ruote anche ai più quotati collettivi. 

Tante squadre in una manciata di punti a cavallo dei play-off: Folgore ok, Seregno in ritardo

Al quarto posto, altri tre punti sotto rispetto ai bergamaschi, c’è la Folgore Caratese, posizionata bene o male secondo le aspettative. Discorso che non si può certo applicare al Seregno, un punto indietro, ben tredici rispetto alla vetta. La corazzata brianzola era partita con ambizioni dichiarate ben diverse, ma un periodo di crisi nera, costellato da continui pareggi e culminato poi con un doloroso ko a Ponte San Pietro, ha fatto saltare la panchina di Balestri, recentemente affidata a Gardano. Nel pareggio del Ferruccio con la capolista Pro Sesto si son visti buoni segnali di ripresa, ma la strada per la rinascita è molto lunga e tortuosa. Un’altra sorpresa, un’altra bergamasca: è il Brusaporto, a pari punti coi brianzoli, formazione quadrata e compatta, con un attacco forse non spumeggiante ma un’organizzazione difensiva invidiabile. 

Medio-alta classifica: Sondrio in ripresa, insidie Arconatese e Tritium 

Anche i valtellinesi hanno vissuto un periodo nero, ma la ripresa è stata decisa, portando a una risalita fino a ridosso della zona play-off: il Sondrio vanta tra le proprie fila il capocannoniere del campionato, Alessandro De Respinis, con 13 centri. Pari punti per l’Arconatese, uno in meno per la Tritium: entrambe sono formazioni ostiche, contro le quali l’eventuale vittoria va decisamente sudata. Importanti gli apporti rispettivamente di Di Maira e Personè, con 9 e 8 reti siglate. Per i secondi c’era già stato il prezioso innesto in itinere di Marzeglia, subito autore di tripletta all’esordio. Segue poi la Virtus CiseranoBergamo, un’altra compagine spesso e volentieri vittima di scivoloni inaspettati e distrazioni, così come per il nostro NibionnOggiono, fermo in undicesima posizione, due punti sotto, al pari del Ponte San Pietro: tre squadre simili per certi versi, compatte e propositrici anche di un buon gioco, con l’ausilio di elementi di spicco assoluto come i vari Okyere, Isella e Ferreira Pinto o Pedrocchi.

Lotta salvezza: tante squadre coinvolte nel giro di pochi punti

Complici i risultati negativi già analizzati nel giro dell’ultimo mese e mezzo, il NibionnOggiono si ritrova a doversi riguardare alle spalle, dal momento che i play-out sono solo cinque punti più sotto. Attualmente salve sono le bergamasche Villa Valle e Caravaggio, a quota 20 e 19 punti, buoni collettivi ma costretti inevitabilmente a guadagnarsi la salvezza con le unghie e con i denti. Nella zona calda, ma attaccate a queste, troviamo Levico Terme, Virtus Bolzano e Castellanzese: le trentine hanno dimostrato di essere squadre modeste, ma comunque attaccate fortemente al proprio obiettivo di mantenimento della categoria. I neroverdi di mister Mazzoleni hanno abbattuto la vicecapollista Legnano nel derby dell’ultima giornata, rilanciandosi prepotentemente nella speranza di un girone di ritorno più tranquillo.  Terzultimo, ma staccato di cinque, l’Inveruno, con Dro e Milano City che chiudono e sarebbero, al momento, retrocesse. I milanesi hanno però piazzato il colpo da novanta, con l’acquisto di Cristian Bertani, pedina nelle speranze decisiva per la seconda parte del cammino.  

Classifica marcatori:

13 reti:  Alessandro De Respinis (Sondrio)
12 reti: Riccardo Cocuzza (Legnano)
10 reti: Daniele Grandi (Caravaggio)
9 reti: Gullit Okyere (Virtus CiseranoBergamo), Simone Monni (Pro Sesto), Mattia Isella (NibionnOggiono), Nicola Ferrari (Folgore Caratese), Filippo Di Maira (Arconatese)
8 reti: Francesco Giangaspero (Scanzorosciate Calcio), Manuel Personè (Tritium), Roberto Esposito (Levico Terme)

La classifica al termine del girone d’andata

Pro Sesto 44
Legnano 38
Scanzorosciate 35
Folgore Caratese 32
Seregno 31
Brusaporto 31
Sondrio 29
Arconatese 29
Tritium 28
Virtus CiseranoBergamo 26
NibionnOggiono 24
Ponte San Pietro 24
Villa Valle 20
Caravaggio 19
Levico Terme 19
Virtus Bolzano 18
Castellanzese 18
Inveruno 13
Dro Alto Garda Calcio 12
Milano City (-1) 11

Le partite in programma al ritorno in campo nel 2020

20^ giornata (domenica 5 gennaio 2020)
Arconatese-Pro Sesto, Brusaporto-Scanzorosciate, Castellanzese-Levico Terme, Dro Alto Garda-Sondrio, Legnano-Milano City, NibionnOggiono-Folgore Caratese, Tritium-Inveruno, Villa Valle-Seregno, Virtus Bolzano-Ponte San Pietro, Virtus CiseranoBergamo-Caravaggio.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio