Seguici

Calcio

Serie D: grinta NibionnOggiono, il 2020 riparte dal combattuto 1-1 con la Folgore Caratese

A Oggiono succede di tutto: dopo una prima frazione dominata, i locali restano in 10 a inizio ripresa. Gli ospiti segnano, poi Premoli pareggia. Altro rosso lecchese, quindi Isella a un soffio dal termine sfiora il gol da antologia

Il NibionnOggiono festeggia la rete del pareggio di Premoli
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il NibionnOggiono riabbraccia il campo in questo 2020, e ricomincia il girone di ritorno con una partita tutt’altro che banale, ricca di colpi di scena da capo a coda: a Oggiono, contro la Folgore Caratese, è 1-1. Non accade nulla di troppo rilevante sino a ridosso del ventesimo, quando i locali si accendono e inanellano una serie di quattro azioni pericolose nel giro di pochissimi minuti.

Insidie sia dalla fascia di destra, con l’azione di Iori e cross di Tocci che non trovano deviazioni vincenti, sia sull’out opposto con Tremolada. Sempre pericoloso e fulcro delle azioni lecchesi è capitan Isella, costantemente atterrato dagli avversari. La Folgore Caratese si vede poco prima della mezz’ora, col colpo di testa alto di Ferrari. Al 32′ l’azione più succulenta per i padroni di casa, col traversone di Iori sul quale Mair va a vuoto da pochi passi e Tremolada è invece anticipato dalla retroguardia ospite, con palla che sfila pericolosamente in corner a fil di palo.

Inizio ripresa choc

La ripresa inizia malissimo per il NibionnOggiono: dopo venti secondi Tocci rimedia il secondo giallo, lasciando i suoi in dieci. La Folgore spreca un’incredibile occasione ravvicinata un paio di minuti più tardi, sugli sviluppi di azione da angolo. Commisso ridisegna la squadra con la mossa più logica, inserendo Gambazza e privandosi di un impalpabile Mair, avanzando Isella come terminale offensivo. L’inferiorità numerica si fa però sentire e al 13′ passano gli ospiti col bel gol di Ferrari, che riceve in area, si impenna il pallone col controllo e scarica all’angolino in girata.

Al 20’ il NibionnOggiono pareggia i conti: Isela scarica un bolide dalla distanza direttamente su punizione, sul quale Cortinovis disimpegna a fatica e Premoli è il più lesto a ribattere in rete. Ancora una doppia occasione per Ferrari poco dopo, ma al vento. Al 28′ un altro clamoroso abbaglio del direttore di gara Schiavon, autore di una direzione di gara alquanto rivedibile in più circostanze: Valotti inciampa in Pirola, poco fuori dall’area lecchese, e l’arbitro commina il secondo giallo al difensore di Commisso.

Una combinazione tra Tagliabue e Losa porta il primo a una conclusione da buona posizione, ma poco efficace. Il NibionnOggiono, pur in doppia inferiorità numerica, sfiora il colpo grosso con l’ennesimo lampo di classe di Isella, calciatore per il quale i complimenti non son mai bastevoli: prodezza balistica da una trentina di metri, gol da antologia stoppato solo dall’incrocio dei pali. Un peccato, per la bellezza del gesto, la giusta gloria personale e soprattutto il peso della rete per la squadra. Al termine della gara è dunque 1-1: la compagine lecchese porta a casa un punto che definire meritato sarebbe riduttivo.

NibionnOggiono 1-1 Folgore Caratese

Marcatori: Ferrari (13’ st), Premoli (20’ st)

NibionnOggiono: Vinci, Premoli, Tocci, Losa, Pirola, Perego, Tremolada (29’ st Panzeri), Arrigoni, Mair (6’ st Gambazza), Isella, Iori (27’ st Tagliabue). A disp. Guarino, Basanisi, Castria, Donadio, Giugliano, Citterio. All. Commisso.

Folgore Caratese: Cortinovis, Agnelli, Marconi (39’ st Bartulovic), Ciko, Parenti, Monticone, Kyeremateng (39’ st Ngom), Troiano (12’ st Graziani), Ferrari, Di Stefano (10’ st Valotti), Silvestro. A disp. Castaldo, Bonacina, Gigli, Saporito, Kouda. All. Longo.

Arbitro: sig. Alessio Schiavon di Treviso (assistenti sigg. Daniele Sbardella di Belluno e Thomas Storgato di Castelfranco Veneto)

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio