Seguici

Calcio

Calcio Lecco, il mercato è bloccato: cinque giorni d’immobilismo bluceleste

Nonostante le necessità della squadra e le volontà della proprietà, sino a questo momento il Lecco ha completato solamente il ritorno di Samake al Torino

Francesco Filucchi, Direttore Tecnico della Calcio Lecco 1912
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Calciomercato, giorno cinque su ventinove. Se non una partenza bruciante, i tifosi della Calcio Lecco 1912 si aspettavano quantomeno qualche mossa, magari in uscita. Ebbene, le uniche decisioni, al “Rigamonti-Ceppi”, sin qui le ha prese mister D’Agostino: il tecnico bluceleste, come vi abbiamo riportato in anteprima, ha scelto di fare a meno di Chinellato, Magonara, Nivokazi e Scaccabarozzi, riducendo sensibilmente il gruppo di giocatori che considera a sua completa disposizione. Nel frattempo Samake ha salutato il gruppo, è tornato al Torino e si è subito accasato al Chieri, in Serie D, facendo il suo debutto con i piemontesi già domenica pomeriggio.

Uscite bloccate: quanti esuberi!

Visti da questa prospettiva, quelli del Direttore Tecnico Francesco Filucchi sembrano essere giorni immobili o, alleggerendo, quantomeno bloccati. Nonostante le tante voci e indiscrezioni sin qui emerse, infatti, nè Chinellato nè Scaccabarozzi hanno mosso un passo fuori da Lecco: l’attaccante e il centrocampista, entrambi legati da un contratto fino al prossimo 30 giugno 2021, non sembrano avere intenzione di accettare la Giana Erminio. Stando a quanto appreso, infatti, l’attaccante non scioglierà il suo legame con i blucelesti finché non gli si prospetterà una soluzione più allettante, mentre il cursore di Olginate non è per nulla convinto dallo scambio alla pari con Remedi. Sullo sfondo, inoltre, non pare esserci nemmeno l’ipotesi di un prestito che possa permettere a entrambi di mettersi in mostra, e quindi creare anche del valore per la società stessa, da qui a giugno. Per quanto concerne Nivokazi e Magonara, si potrà pensare al ritorno all’Atalanta per il primo, con la società orobica che già ne copre gran parte dell’ingaggio, e a una cessione in quarta serie per il secondo, ancora in quota under per la categoria. Tra i possibili partenti anche Federico Nacci, centrocampista in prestito dal Pisa.

Ed è tutt’altro che fluida anche la situazione di Giancarlo Lisai: aldilà delle recenti indiscrezioni, il poliedrico giocatore non vorrebbe abbandonare la barca bluceleste per raggiungere altri lidi (Foggia in primis) e, difatti, ha già rifiutato tempo fa varie offerte arrivate dalla Serie D (Adriese e Seregno). Sempre guardando agli esterni, invece, non disdegnerebbero un ritorno al calcio del Sud Italia sia Nicola Strambelli che Maikol Negro, entrambi assistiti dalla famiglia Grimaldi.

Mercato in entrata: Agostinone e Saraniti

Per quanto riguarda le possibili operazioni in entrata, sono due le indiscrezioni che hanno trovato riscontro certo: il Lecco segue da tempo Giuseppe Agostinone, mai sceso in campo con l’Alessandria in questi primi mesi, mentre vorrebbe portare in rosa Andrea Saraniti, 31enne attaccante del Vicenza in prestito dal Lecce. Sin qui il centravanti ha accumulato 17 presenze e 3 gol in totale, ma l’arrivo di Ardemagni in biancorosso ridurrebbe fisiologicamente lo spazio a disposizione.

In ogni caso l’imperativo imposto dalla proprietà Di Nunno è chiaro da tempo: sfoltire per rinforzare, ma sin qui poco di concreto è stato fatto e la rosa staziona a quota 27 elementi. Per quanto riguarda l’utilizzo degli under, altro pallino della proprietà, pare che l’idea sia stata per il momento accantonata.

Condividi questo articolo sui Social

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio