Seguici

Calcio a 5

Lecco C5, la sosta forzata avvicina il rientro di Felipe Ozeas

«Il polpaccio si è sgonfiato. Questa sosta alla fine mi consentirà di perdere una partita in meno e se tutto va come dovrebbe potrei essere già in campo nella prossima gara che giocheremo»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Non è potuto scendere in campo a causa dell’infortunio al polpaccio che lo sta bloccando ormai da più di un mese, ma Felipe Ozeas, pivot bluceleste, non ha voluto mancare sabato pomeriggio all’appuntamento contro la capolista Cagliari, incitando i compagni dagli spalti. Il 2-0 finale a favore dei sardi non ha comunque cancellato l’ottima prestazione dei ragazzi di mister Gil Marques.

«Ho fatti i complimenti alla squadra perché hanno disputato un’ottima gara – Spiega Felipe – Il mister e i miei compagni avevano preparato bene la partita in settimana e poi in campo hanno fatto quello avevano studiato. Peccato solo per il risultato finale e soprattutto per non aver trovato il gol nel primo tempo quando ci sono state diverse occasioni. Purtroppo se non segni poi contro una squadra come il Cagliari finisci con il pagarlo. Il loro portiere ha fatto più interventi del nostro e questo dimostra l’ottima prova dei miei compagni».

In lenta ripresa

Felipe sia sta riprendendo dal problema al polpaccio e, considerando il rinvio dell’intera giornata in programma sabato nel girone A di Serie B, potrebbe anche tornare in campo già dalla prossima sfida che sabato 7 marzo vedrà i blucelesti impegnati al Palataurus contro l’Orange Asti, ammesso che si giochi: «Ora il polpaccio si è sgonfiato e il dolore quasi del tutto sparito. Dovrei ricominciare a correre oltre agli esercizi che mi ha detto di fare l’ortopedico, con l’elastico e in piscina, senza però prendere farmaci. Questa sosta alla fine mi consentirà di perdere una partita in meno e se tutto va come dovrebbe potrei essere già in campo nella prossima gara che giocheremo».

Impossibile non chiedere un commento sulla situazione legata al Coronavirus e al conseguente stop che ha coinvolto tutto lo sport lombardo: «Da un lato credo che sia giusto fermarsi se c’è il rischio di contagio, però secondo me si sta creando un po’ troppo allarmismo in generale su questa cosa» conclude Felipe.

Condividi questo articolo sui Social

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio a 5