Seguici

Calcio

Emergenza Coronavirus: in Lombardia non si giocherà a calcio, apertura della Fipav nazionale

Il pallone non rotolerà in tutta la Regione, mentre le squadre di pallavolo potranno giocare a porte chiuse. A singhiozzo la ripresa del rugby, fermo il basket regionale

La Picco Lecco sfiderà Biella al "Bione", ma a porte chiuse
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 10 minuti

Non solo calcio professionistico. Oltre all’intricata situazione vissuta dalla Calcio Lecco 1912 in Serie C anche calciatori dilettanti e atleti delle altre discipline hanno atteso la direttiva ministeriale emessa nella tarda serata di domenica 1 marzo. Con il basket e il rugby che non giocheranno per via di Coppa Italia e Sei Nazioni, le decisioni riguardavano principalmente CR Lombardia, CSI Lecco e Fipav, tornate ad esprimersi nella giornata dopo i chiarimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Si attende ancora una comunicazione in merito della Lega Nazionale Dilettanti per quanto riguarda la Serie D: di certo non si giocherà il turno infrasettimanale previsto per mercoledì 4 marzo.

Nota di chiarimento dopo il Decreto

In data 01 marzo 2020 è stato adottato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (http://www.governo.it/it/articolo/coronavirus-firmato- il-dpcm-1-marzo-2020/14210).

Con specifico riferimento alle previsioni in materia di sport di cui all’art. 2, si precisa quanto segue.

L’art. 2, comma 1, lettera a), ha disposto la sospensione sino al 08 marzo 2020, nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia e Veneto e nelle province di Pesaro e Urbino e di Savona, degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, facendo tuttavia salvo, nei comuni diversi da quelli indicati all’allegato 1 dello stesso decreto, lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni e delle sedute di allenamento degli atleti tesserati agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse. Si raccomanda di adottare misure organizzative tali da garantire agli atleti la possibilità di rispettare, negli spogliatoi, la distanza tra loro di almeno un metro.

La sospensione prevista dal successivo art. 2, comma 3 dell’attività di palestre, centri sportivi, piscine e centri natatori, riguarda soltanto lo sport di base e l’attività motoria in genere, svolta all’interno delle predette strutture ed è limitata alla Regione Lombardia e alla Provincia di Piacenza.

Calcio dilettanti: in Lombardia non si gioca, stop anche agli allenamenti

Il Comitato Regionale Lombardia, considerate le ulteriori misure varate dal Governo fino all’8 marzo 2020 in materia di contenimento e gestione dell’emergenza da COVID-19 “Coronavirus” ed in particolare le misure che interessano il territorio della Regione Lombardia e le limitazioni che le Amministrazioni locali prevedono all’utilizzo dei centri sportivi nonché la necessità di mantenere l’uniformità e la regolarità di tutti i campionati, dispone la sospensione dell’intera attività regionale e provinciale, dilettantistica e giovanile, in programma il 7-8 marzo 2020.

La programmazione delle gare di recupero verrà effettuata con comunicato successivo in base all’evolversi della situazione. Si invitano le società a tenere monitorato il sito internet del CRL lombardia.lnd.it e ad iscriversi al canale del Comitato dell’applicazione telegram @lndlombardia per ricevere tutti gli aggiornamenti.

«Abbiamo optato per la sospensione considerando il prorogarsi delle misure contenitive per il nostro territorio, che comprende le cosiddette zona rossa e zona gialla, e soprattutto nel rispetto della tutela della salute e delle problematiche che la popolazione lombarda, al di là del calcio, sta affrontando in questa situazione di emergenza – ha detto il presidente del C.R.L. Giuseppe Baretti -. Quanto ai campionati, abbiamo comunque preferito evitare soluzioni diverse che avrebbero comportato disparità di trattamento e irregolarità nella disputa di ciascun girone. Ricordiamo, inoltre, che ancora non è dato sapere quando l’emergenza rientrerà, con particolare riguardo ai Comuni del Lodigiano inseriti nello specifico elenco».

CSI Lecco: sospesi anche gli allenamenti

Tutto fermo. Sino a domenica 8 marzo sono sospesi i campionati, le attività sportive e ogni manifestazione ufficiale del CSI Lecco. Invitiamo le società sportive a sospendere gli allenamenti, evitando qualsiasi forma aggregativa che possa essere veicolo di diffusione del contagio. Dopo la pubblicazione del Decreto Ministeriale, contenente le indicazioni anche in materia sportiva, il Csi ha deciso di sospendere ogni attività ufficiale ritenendo qualsiasi indicazione di “partite a porte chiuse“ inapplicabile per una realtà di base e di oratorio come la nostra. La Direzione Tecnica Provinciale di concerto con le Commissioni Tecniche ed i Centri Zona sta lavorando alla rimodulazione dei tempi e dei ritmi dell’attività sportiva stagionale. 

Fipav: “ok” alle partite di B1 e B2, ma solo a porte chiuse

La Federazione Italiana Pallavolo, in riferimento alla situazione dell’infezione da Coronavirus, nel prendere atto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con data 1 marzo 2020 che determina le ulteriori misure per il contenimento del contagio da COVID-19, prevede il prosieguo dell’attività sportiva secondo le seguenti indicazioni a far data dal 2 marzo 2020 e fino al giorno 8 marzo 2020 e salvo diverse e/o ulteriori disposizioni delle Autorità competenti:

• Sospensione totale dell’attività agonistico-sportiva nei comuni della “zona rossa” * (art. 1 comma 1, punto C).
Ripresa dell’attività agonistico-sportiva con la limitazione dello svolgimento a “porte chiuse” di tutti i campionati di ogni livello (Nazionali, Regionali, Territoriali) e delle attività di allenamento nelle Regioni Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e nelle Province di Pesaro Urbino e Savona.
Divieto di trasferta dei tifosi residenti nelle regioni di Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e nelle province di Pesaro e Urbino e Savona per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni e province (art.2).
La stessa limitazione riguarderà alcuni comuni della Provincia di Benevento (San Lupo, San Lorenzo Maggiore, Castelvenere, Telese, San Salvatore Telesino e Guardia Sanframondi) in virtù di apposite ordinanze comunali valide fino al 7 marzo 2020.
• Ripresa regolare dell’attività agonistico-sportiva e di tutti i campionati di ogni livello (Nazionali, Regionali, Territoriali) e delle attività di allenamento senza limitazione alcuna, per tutte le altre Regioni Italiane non direttamente interessate dal DCPM del 1 marzo 2020 e da altre ordinanze locali con misure restrittive.

⃰ Bertonico; Casalpusterlengo; Castelgerundo; Castiglione D’Adda; Codogno; Fombio; Maleo; San Fiorano; Somaglia; Terranova dei Passerini; Vo’

Decisioni diverse, invece, per la Fipav Lombardia, che ha sospeso l’attività di sua competenza. Allo stato attuale Picco Lecco, Mandello del Lario e Volley Team Brianza scenderanno in campo, mentre rimarranno fermi i campionati regionali di Serie D e Serie C, oltre a giovanili e divisioni.

Questa la nota della Fipav Comitato Regionale della Lombardia:

“Fipav Lombardia, visto, il Decreto di Palazzo Chigi – Presidenza del Consiglio dei Ministri del 01/03/2020 e il comunicato odierno della Federazione Italiana Pallavolo, ma considerate prevalenti le criticità emerse dalle comunicazioni inviate dalle Società partecipanti ai Campionati Regionali in termini di disponibilità delle palestre e con l’intento di preservare la regolarità dei Campionati Regionali di Serie C e Serie D dispone la sospensione e il rinvio a data da destinarsi di tutte le gare dei Campionati Regionali di Serie C e Serie D fino a domenica 8 marzo compresa“.

“Visto il DPCM del 01/03/2020 – si legge in una precedente nota – che proroga la sospensione delle attività scolastiche e considerate le difficoltà della maggior parte delle Società nell’utilizzo delle palestre scolastiche, i Comitati Territoriali delle Lombardia, in accordo con FIPAV Comitato Regionale della Lombardia, decretano la sospensione delle gare territoriali fino all’8 Marzo compreso (ad eccezione del CT Cremona Lodi che adotterà misure correlate alla specificità territoriale)“.

“Sarà cura di ogni Comitato Territoriale – prosegue – emanare le disposizioni per la ripresa delle gare tenendo conto delle oggettive difficoltà riscontrate sui propri territori. Per quanto riguarda i Campionati Giovanili, i Comitati Territoriali si riservano di modificare, in accordo con il Comitato Regionale, la tempistica e le modalità di svolgimento delle fasi territoriali. Per questo motivo la pubblicazione della Circolare di Indizione delle Fasi Regionali Giovanili viene procrastinata”.

Basket: sospesi i campionati regionali

Facendo seguito alle precedenti comunicazioni, si informa che che la sospensione delle gare di tutti i campionati regionali – seniores, giovanili e minibasket – è prorogata sino a domenica 8 marzo compresa.

Sarà premura del Comitato di tenere aggiornate le società e i tesserati relativamente ai prossimi sviluppi e decisioni.

Rugby: attività ripresa a singhiozzo

La FIR, rilevata l’estensione all’8 marzo delle misure di contenimento nelle Regioni di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna e nelle Province di Pesaro e Urbino e Savona ha disposto quanto segue:

a) regolare ripresa a partire da lunedì 2 marzo di tutte le attività regionali nei Comitati non raggiunti dalle misure di contenimento e, nello specifico:

– Campionato Seniores Serie C Girone 2
– Campionato Under 18
– Campionato Under 16
– Raggruppamenti Under 14
– Attività Femminile (Coppa Italia Seniores, Under 18, Under 16 e Under 14)
– Attività di Propaganda (Under 6, Under 8, Under 10 e Under 12)
– Attività di allenamento delle Rappresentative regionali
– Attività Amatoriali (Old, Touch, Flag etc.)
– Attività Didattica

b) sospensione sino all’8 marzo di ogni attività agonistica di competenza dei Comitati Regionali di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna  o comunque in programma nelle Province di Pesaro e Urbino e Savona

c) sospensione sino all’8 marzo di ogni attività agonistica di competenza dei Comitati che abbia carattere interregionale e che coinvolga Società di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna o le Province di Pesaro e Urbino e Savona

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio