Seguici

Calcio

Dopo il vertice con il Ministero, nuovo Direttivo di Lega: si va verso la ripresa con fasi finali ed epilogo della Coppa Italia

Il pallone tornerà verosimilmente a rotolare anche in Serie C, ma solo per la disputa delle fasi finali e dell’ultimo atto di Coppa Italia: la Calcio Lecco guarda interessata all’evoluzione

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Va avanti, in Lega Pro, la discussione sul futuro della stagione 2019/2020. Dopo aver preso parte al vertice con il Ministero di giovedì sera, il presidente Francesco Ghirelli ha presieduto il Consiglio Direttivo di terza serie andato in scena dalla tarda mattinata di venerdì; collegato, in videoconferenza, anche il presidente federale Gabriele Gravina, parte in causa della vicenda.

Al numero uno della Figc, come riferito da TuttoC.com, è stata ribadita la volontà di chiudere la stagione mediante la disputa delle sole fasi finali, mentre rimane remota la possibilità di disputare tutte le partite che chiuderebbero la stagione regolare. Monza, Vicenza e Reggina salirebbero direttamente in Serie B, Gozzano, Rimini, Rieti scenderebbero invece tra i dilettanti, verosimilmente accompagnate da Rende e Bisceglie a causa dell’ampio distacco dalle dirette concorrenti, superiore agli otto punti della “forbice”, nel girone “C”.

La quarta promossa verrebbe scelta tramite i play-off, che partirebbero il 20 giugno o durante il fine settimana successivo: sarebbero a partecipazione volontaria, legati principalmente al rispetto del protocollo sanitario di cui tanto s’è discusso nel corso delle ultime settimane. I play-out, invece, si disputerebbero entro il termine contrattuale del 30 giugno.

Capitolo Coppa Italia di Serie C: resta da disputare la doppia finale tra Ternana e Juventus Under 23, che darebbe un posto al sole nei play-off e porterebbe anche al coinvolgimento di Vibonese e Pistoiese, undicesime nei gironi “A” e “C”. Come per i “grandi”, anche in questo caso la competizione di lega anticiperebbe la disputa delle fasi finali.

La presenza di Gravina al tavolo è tutt’altro che da sottovalutare: dopo i vari strappi delle ultime settimane, dettati anche da ragioni marcatamente politiche, il presidente federale avrebbe così la possibilità di non dover stoppare per intero la stagione di Serie C, punto forte della sua “campagna” degli ultimi mesi, e probabilmente ridurrebbe al minimo le possibilità d’incappare in infinite discussioni legali durante l’estate, di per sè già rovente dal punto di vista sportivo. L’ultima parola, con verdetto definitivo annesso, arriverà il prossimo 8 giugno, giorno del Consiglio Federale.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio