Seguici

Pallamano

Livio Redaelli è il nuovo presidente dell’Hc San Giorgio Molteno

Moltenese doc, è cresciuto e ha giocato tra e fila oronero ricoprendo anche ruoli dirigenziali. «Soddisfatto dalla fiducia dimostrata dalla società»

Il neopresidente del Molteno Livio Redaelli
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 6 minuti

Atleta, dirigente, allenatore, tifoso e adesso presidente. Un lungo cammino, un’importante storia personale nel mondo dell’Hc San Giorgio Molteno. Per Livio Redaelli inizia così una nuova avventura all’interno del sodalizio moltenese che quest’anno parteciperà nel massimo campionato di Serie A1. Nella serata di venerdì si è svolta l’assemblea dei soci per il rinnovo delle cariche.

Eletto presidente il moltenese doc Livio Redaelli, che coprirà la massima carica dirigenziale per il prossimo mandato 2020-23. Redaelli è nato a Bosisio Parini il 12 agosto 1960; residente a Molteno, è di professione imprenditore.

«Un ringraziamento particolare a tutti i soci dell’Hc San Giorgio Molteno che mi hanno insignito di questo importante ruolo – spiega – Nell’ambito della pallamano, ho iniziato a muovere i primi passi a 14 anni, grazie al professor Elio Mauri che mi ha fatto avvicinare a questo meraviglioso sport. Ho giocato nel ruolo di terzino sinistro fino all’età di 23 anni e ho terminato la mia esperienza agonistica alla fine della stagione 82/83 dopo il primo anno in Serie B, per intraprendere la mia carriera lavorativa. Mi sono poi riavvicinato alla pallamano come dirigente quando nella stagione 2003/2004 i miei figli hanno iniziato i primi passi nella pallamano. Durante gli anni, ho allenato le squadre giovanili Under 12 e 14 vincendo nella stagione 2008/09 il campionato regionale con l’Under 12 ed ho poi proseguito rimanendo come dirigente fino ai giorni nostri».

Si aspettava questo esito dalle elezioni nelle cariche direttive?
«Non mi aspettavo certo di iniziare con questo ruolo la nuova stagione all’interno della società, ma posso dire che durante le riunioni precedenti si è man mano concretizzata la mia candidatura. Il mio primo pensiero è stata la felicità nel constatare che molti dirigenti e collaboratori hanno visto in me la persona adatta per questo ruolo e devo dire che questo mi ha fatto molto piacere».

Quali saranno i primi passi che muoverai da presidente?
«I miei sogni come presidente per la stagione in A1 sono di poter giocare un campionato al massimo delle nostre possibilità, con la speranza di militare nella massima serie italiana per molto tempo e di poter dimostrare nell’ambiente della pallamano che l’Hc San Giorgio Molteno è una realtà di tutto rispetto e di grandi potenzialità. La prima cosa che farò come presidente è implementare la sinergia, l’organizzazione e la valorizzazione di ogni collaboratore all’interno della società, rafforzando anche quello che è l’aspetto della comunicazione e dell’immagine
della nostra società».

L’Hc San Giorgio è sempre stata, ed è, una società molto attiva nel settore giovanile. Come proseguirete?
«Il settore giovanile e l’attività promozionale sono una parte fondamentale della società. Per questo motivo è importante continuare il lavoro intrapreso da parecchi anni all’interno delle scuole e sostenere i ragazzi durante il loro percorso nell’Hc San Giorgio Molteno. Spero molto presto di poter organizzare un incontro con lo staff dirigenziale di tutte le nostre squadre giovanili, e poter iniziare da subito un percorso di sinergia che possa diventare un modello di riferimento nel nostro territorio a livello di promozione e organizzazione».

Il sogno nel cassetto?
«Il primo sogno che ho nel cassetto, per scaramanzia, spero di annunciarlo quanto prima, quando sarà una realtà. Il secondo invece sarà a lungo termine e cioè quello di riuscire a coinvolgere diriigenti, allenatori, giocatori e genitori in un nuovo progetto di collaborazione e organizzazione. Ai giocatori e agli allenatori voglio dire di continuare a impegnarsi come hanno fatto finora perché con la loro costanza e il duro lavoro, sono riusciti a raggiungere traguardi che sembravano difficili ed insperati. Colgo l’occasione invece di ringraziare i nostri sponsor, ai quali chiedo di continuare a credere nello sport e di sostenerci, anche se il momento non è purtroppo dei migliori. L’attività sportiva è fondamentale per la crescita dei ragazzi. Un ringraziamento anche al Comune di Molteno ed alla Parrocchia che non hanno mai fatto mancare il loro supporto. E in ultimo, ma non per ultimo un grazie particolare a tutti nostri tifosi, ai quali chiedo di continuare a sostenerci con l’entusiasmo che li contraddistingue, nella speranza di rivederli presto per sostenere i loro beniamini».

Un pensiero a chi l’ha preceduta per nove anni, Fabio Vismara.
«Ringrazio Fabio per tutto il lavoro svolto in questi anni e per aver portato la società a questo livello. Con il suo supporto e quello di tutti gli altri soci, sono certo che riusciremo insieme a raggiungere nuovi e importanti traguardi».

Ringraziamenti?
«Prima di tutto, vorrei ringraziare la mia famiglia, che mi permette di fare ciò che amo. Da loro ho sempre il giusto appoggio e quindi posso lavorare con la giusta serenità e professionalità. Inoltre so di avere al fianco un gruppo di persone con le quali insieme cercheremo di realizzare il nostro sogno, dove la Pallamano Molteno cercherà di rimanere a lungo un punto di riferimento importante del movimento nazionale, regionale, sia per la categoria Senior che per le nostre giovanili».

Il nuovo consiglio dell’H.C. San Giorgio Molteno risulta così composto: Chiara Riva (vicepresidente). Soci: Alberto Riva, Fabio Vismara, Gabriele Riva, Gianni Breda, Giovanni Magni, Giuseppe Gatti, Ivo Mella, Marco Ratti, Mario Riva e Matteo Somaschini.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Pallamano