Seguici

Calcio

Lega Pro, Ghirelli: «Il format del prossimo campionato rimarrà invariato, confermate le riammissioni»

La prossima stagione sportiva si svolgerà secondo il format attuale: tre giorni da venti squadre ciascuno, salvo “aggiustamenti” in corsa. La Berretti diventa Primavera?

Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, al termine del Consiglio Federale tenutosi nel corso della giornata odierna, ha precisato: «Nel corso del Consiglio vi sono state due importanti conferme per la nostra Lega. In particolare è stato deliberato che il format dei campionati rimarrà invariato e che, in caso di vacanze d’organico, verrà applicata la vigente normativa federale per le riammissioni delle società retrocesse e per gli eventuali ripescaggi. Inoltre, anche per la stagione 2020-2021, a causa dell’emergenza Covid, è stata consentita la deroga per gli allenatori con abilitazione Uefa B di allenare la categoria Berretti. Nel contempo il Settore Tecnico organizzerà quanto prima corsi a cui potranno partecipare  le società di Lega Pro, questi sostituiranno il corso che si doveva tenere lo scorso marzo ma che per i noti motivi non si è potuto svolgere».

Primavera 3 e Primavera 4

Il campionato “Dante Berretti”, in ogni caso, potrebbe lasciare spazio alla nascita dei tornei Primavera 3 e Primavera 4, che rappresenterebbero una rivoluzione epocale e si legherebbero in maniera diretta ai già presenti campionati Primavera 1 e Primavera 2, categorie al momento esclusivamente dedicate ai club di Serie A e Serie B. Nel caso in cui la riforma andasse in porto, la Calcio Lecco entrerebbe a far parte del terzo livello del torneo, avendo chiuso la stagione regolare al terzo posto. Rimane la grande incognita dei tempi tecnici, che potrebbe far slittare il tutto alla stagione 2021/2022.

Lo scambio Sibilia-Ghirelli

Sulle ipotesi delle riammissioni e dei ripescaggi al campionato di Serie C, la Lega Nazionale Dilettanti torna a ribadire una posizione espressa chiaramente anche nel recente passato, affidandosi alle parole del suo Presidente Cosimo Sibilia. «Il tema dei ripescaggi e delle riammissioni in Serie C dovrà essere affrontato al momento opportuno e nella giusta sede del Consiglio Federale – ha affermato il numero uno della LND – Peraltro per le riammissioni parliamo di un ambito che riguarda casi molto specifici e ben individuati dalle norme. Per i ripescaggi, invece, le società saranno individuate secondo la graduatoria predisposta dalla LND e approvata dal Consiglio Federale».

«Ritengo la dichiarazione del vice presidente vicario della Figc, Cosimo Sibilia, capace di esprimere il valore contenuto nelle riammissioni, allorché li definisce “casi molto specifici e ben individuati dalle norme” – ha risposto Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro -. Ci si riferisce al privilegiare i club virtuosi rispetto ai soliti “furbetti” e/o banditi. E’ la grande novità che da due campionati ha dato una svolta al calcio italiano. Ce n’era e ce n’è bisogno».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio