Seguici

Calcio

Calcio: il girone “A” ha i suoi verdetti. Pergo e Olbia salve, retrocedono Giana e Pianese. Novara avanti

I cremaschi e i sardi pareggiano due incontri che sembravano essere ormai sfuggiti dalle loro possibilità. I piemontesi al secondo turno dei play-off

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

Sono Giana Erminio e Pianese le due squadre che scendono in Serie D insieme al Gozzano. Nella giornata di martedì 30 giugno i play-out di Serie C hanno dato i loro verdetti ufficiali, confermando Pergolettese e Olbia tra le squadre che prenderanno parte alla prossima stagione di terza serie. Nel pomeriggio i cremaschi hanno rimontato i toscani, che all’ora di gioco erano in vantaggio per 1-3 al “Voltini” ed erano anche in superiorità numerica, mentre durante la serata i milanesi non hanno sfruttato il fattore miglior classifica per avere ragione dei sardi (1-1), privati di due giocatori per espulsione. Per quanto riguarda i play-off, il pari tra Novara e Albinoleffe premia i piemontesi in virtù della miglior classifica.

Pergolettese 3-3 Pianese (andata 0-0)

C’è poco di logico in quello che si è visto al “Voltini”. La Pergolettese scappa subito e al 4′ è già in vantaggio grazie all’imbucata di Franchi per Russo, freddo nel battere Vitali nello scontro frontale. La Pianese non demorde e, anzi, reagisce in maniera veemente: al 10′ Rinaldini si libera in area con una bella giocata e con un destro potente sul secondo palo batte Ghidotti, poi, al 17′, trova la via dell’1-2 dal dischetto. A inizio ripresa sembra chiudersi tutto: prima Duca (53′) si fa espellere per doppia ammonizione, poi Manicone (57′) sfrutta un colossale errore di Lucenti a centro area per battere nuovamente Ghidotti grazie a un appoggio sottomisura. Poi, la reazione che non ti aspetti: al 68′ Brero gira in fondo al sacco, di testa, una punizione laterale, mentre al 77′ Morello scappa sulla fascia e centra per Ciccone, bravo e fortunato nel trovare la conclusione che Vitali non riesce a trattenere. L’assalto finale non serve a nulla: a rimanere in Serie C sono i lombardi.

Giana Erminio 1-1 Olbia (andata 0-1)

Succede tantissimo anche al “Città di Gorgonzola”. La prima stoccata della gara arriva subito, al quinto minuto di gioco: Manconi viene steso in area, Miele di Nola assegna il calcio di rigore, la bandiera Perna, decisivo con un autogol all’andata, ha gli argomenti giusti per freddare Aresti e mettere la gara sui binari dei milanesi. L’Olbia attacca a testa bassa e crea qualche potenziale pericolo nonostante un gioco molto spezzettato, mentre la Giana si distende in maniera interessante in contropiede, ma senza trovare la via della porta. A inizio ripresa i due episodi che danno una forte spallata all’indirizzo del match: al 52′ Lella colleziona il secondo cartellino giallo per una vistosa trattenuta nei confronti di Solerio e al 62′ Giandonato stende Pinto con un intervento killer a centrocampo: anche in questo caso il verdetto è quello del cartellino rosso. I padroni di casa spingono sull’acceleratore e costruiscono tre ottime occasioni con Bellazzini e Manconi, ma l’imprecisione e gli interventi di Aresti tengono in vita l’Olbia. Le prodezze del portiere trovano la loro valorizzazione al 93′: Pennington butta dentro la palla della speranza dal limite, sul secondo palo sbuca la testa di Ogunseye, che regala all’Olbia una salvezza ormai diventata quasi utopica.

Novara-Albinoleffe 0-0

Pareggio a occhiali al “Piola”, dove a festeggiare il passaggio al secondo turno di play-off sono i padroni di casa. Il primo tempo è ad appannaggio dell’Albinoleffe, che costruisce un palo esterno, un paio di tiri da fuori pericolosi e, soprattutto, un’occasionissima con Sibilli salvata solamente sulla linea da Pogliano. Nella riprese succede veramente poco: i seriani spingono per trovare la via del gol, ma sono i padroni di casa a costruire l’unica grande occasione della ripresa grazie a Cisco (84′), stoppato dal portiere ospite Savini grazie a un’ottima uscita sul primo palo della porta. Passa il Novara, che si regala l’accesso alla fase nazionale grazie alla preventiva rinuncia del Pontedera.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio