Seguici

Basket

Serie B, la griglia di partenza: Olginate subito dietro la favorite

Bernareggio conferma il blocco dello scorso anno, Eliantonio porta entusiasmo e rinforzi a Crema, Agrigento fa paura anche per il fattore campo. Ma i biancoblu, con Piacenza e Pavia, possono inserirsi tra le prime

Riccardo Eliantonio, da Lecco alla panchina di Crema
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Sono semplici giochi di mezza estate. Ma, in questo particolare momento storico in cui il basket vero manca da moltissimi mesi, la voglia di “giocare” è grande; disegnare un’ideale griglia di partenza per il girone B di Serie B è quasi esercizio irrinunciabile, per quanto fine a se stesso.

Nella prima stagione post-covid, con tante incognite ancora da decifrare – data di inizio dei campionati, porte chiuse o semiaperte con capienza ridotta, formula del torneo – sono poche le squadre che finora sono riuscite a rinforzarsi in maniera importante, rinnovando le proprie ambizioni. Una di queste è senza dubbio la Np Olginate, che oltre a trovare uno sponsor di spessore come Missoltino.it, ha allestito un roster di grandi prospettive, raccogliendo degnamente il testimone del Basket Lecco (che ha venduto i diritti della B) come ammiraglia della pallacanestro maschile in provincia.

Nella sua quarta stagione consecutiva in categoria, la squadra biancoblu può essere inserita nella seconda fascia del girone: acquisti del calibro di “Shaggy” Negri, Bloise, Lenti, Giannini e Avanzini (più un manipolo di giovani interessanti) proiettano la formazione di coach Contigiani tra le sicure protagoniste, alle spalle delle favorite. Un posto fra le prime otto, per disputare i play-off, non dovrà sfuggire alle canotte biancoblu.

La griglia del girone B di Serie B secondo LCN Sport

In prima fascia gli addetti ai lavori vedono Bernareggio: i brianzoli non hanno messo mano alla rosa, per non rompere il giocattolo quasi perfetto che nel campionato 2019/20 stava dominando. Coach Cardani può contare su Todeschini, Laudoni, Baldini, Gatti, Quartieri, più i giovani, ai quali si è aggiunto l’ex Lecco Tsetserukou.

Non si può non inserire in prima fascia Crema: Riccardo Eliantonio vuole ripetere quanto fatto di buono a Lecco lo scorso anno, affidando il suo gioco veloce e in ritmo a giocatori del calibro di Perez, Arrigoni, Montanari, Del Sorbo, l’ex bluceleste Trentin.

Gli addetti ai lavori vedono molto quotata anche Agrigento, che potrà contare innanzitutto sul vantaggio del fattore casalingo: non sarà facile per le avversarie recarsi in Sicilia (in tutto quattro trasferte nell’arco del campionato). A Chiarastella, Rotondo, Cuffaro, si sono aggiunti Grande, Saccaggi, Ragagnin, Costi, Tartaglia e Peterson a disposizione del nuovo allenatore, Catalano.

In seconda fascia, con Olginate, inseriamo la Bakery Piacenza e l’Omnia Pavia. Gli emiliani guidati da Campanella a Perin, De Sardo, Pedroni, Birindelli, affiancheranno Vico, l’ex Olginate Planezio, Sacchettini e Zumbel. Pavia, dal canto suo, partiva già con i favori un anno fa e si è rinforzata con Donadoni (passato da Olginate), l’ex Lecco Fabi, Barbieri, Torgano e Cremaschi.

Tra le outsider non si possono non nominare Vigevano di coach Paolo Piazza (Tassone, Bugatti, Bevilacqua dal mercato) e Piadena di coach Antonio Tritto (De Bettin, ex olginatese, le scommesse Chinellato e Calò ex Lecco).

Le altre squadre del girone – Bologna Basket 2016, Juvi Cremona, Fiorenzuola, Green Palermo, Virtus Ragusa, San Giorgio sul Legnano, Torrenova, Robur et Fides Varese, – non intendono certo vivere un’annata da comprimari. Con tutte le incognite dovute all’emergenza Covid si rischia veramente una stagione equilibrata e combattuta, molto più delle ultime che hanno caratterizzato il girone B.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Basket