Seguici

Calcio

Venti minuti di difficoltà, poi si vedono i primi sprazzi di vero Lecco. Giana, una buona gara

Marotta si dimostra già in buona forma fisica e dentro il gioco, ma la profondità della panchina permette a D’Agostino di trovare gli argomenti giusti per vincere la gara

Matteo Marotta BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Calcio Lecco 1912 voto 6,5: la Giana rischia di capitalizzare l’effetto sorpresa, ma viene respinta da Bertinato. I restanti settanta minuti di gara valgono una vittoria meritata e stretta: “buona la prima”, si dice.

Bertinato 6,5: tutti aspettano Pissardo, lui risponde con un debutto assoluto da grande protagonista. Decisivo durante l’assalto iniziale dei milanesi.

Merli Sala 6: passano gli anni, lui dovrebbe scalare al ruolo di riserva, ma alla fine gioca da titolare. Al disordine iniziale fa seguire una gara in crescendo.

Malgrati 6,5: si prende carico di Ferrario e lo annulla.

Capoferri 6,5: classe 2001 di gran prospettiva, tira fuori la miglior gara in assoluto di questa prima parte di stagione.

Celjak 6,5: parte timido, poi sforna almeno tre cross al bacio per Mastroianni.

Galli 6: fatica a prendere le misure in mezzo al campo, poi è tra quelli che alzano la linea di pressing. Esce anzitempo per una forte contusione.

dall’11 st Bolzoni 6: mette ordine e dà esperienza al reparto.

Marotta 7: tra i migliori per qualità e continuità. Leggenda della Giana, la manda al tappeto con l’assist decisivo.

Purro 6: è reduce da uno stop lungo dieci mesi e si vede, così come le qualità tecniche.

dal 40′ st Moleri sv.

D’Anna 6: si muove su tutto il fronte offensivo nel ruolo, non propriamente suo, di trequartista unico. Fa cose buone quando si allarga e torna a toccare le sue zolle.

dall’11’ st Iocolano 6: debutto atteso e inizialmente un po’ sulle uova, com’era lecito attendersi. Poi si prende la briga di gestire i palloni più pesanti nella fase finale.

Mastroianni 6,5: ci aveva dato buoni argomento già da avversario per il suo temperamento e la sua voglia di essere ovunque, fattore che gli toglie lucidità sottoporta. E’ dove dev’essere quando Marotta ha la palla buona, poi non concretizza l’occasionissima del 2-0.

dal 40′ st Nesta sv.

Capogna 6,5: tantissimo lavoro sporco e la gran palla nello spazio per Marotta. Colpo di genio quando manda in profondità Marotta e la combinazione che porta all’1-0.

dal 24′ st Mangni 6: entra con il piglio giusto, serve un grande assist a Mastroianni e si costruisce da solo la palla buona per il 2-0, ma Pinto fa il miracolo rimontandolo.

All. D’Agostino 6,5: è la prima partita dopo una vita e si vede. La Giana sfrutta a metà l’effetto sorpresa, poi il suo Lecco fa valere il tasso tecnico superiore. Avrà l’imbarazzo della scelta in tutti i ruoli.

Giana Erminio 6: la squadra è decisamente più forte rispetto allo scorso anno, ma la profondità delle due panchine non è paragonabile. La gara dei milanesi è assolutamente positiva.

Zanellati 6,5; Perico 6, Marchetti 6, Montesano 6, De Maria 6,5; Tinto 5,5, Dalla Bona 6 (dal 40′ s.t. Corti sv), Palazzolo 6 (dal 19′ s.t. Capano 5,5); Greselin 5,5 (dal 28′ s.t. D’Ausilio 5,5); Ferrario 5,5, Rossini 5,5 (dal 40′ s.t. Ruocco sv). All. Albé 6,5.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio