Seguici

Calcio

Straordinario Lecco, derby da antologia: Como disintegrato 3-0

Dominio totale della squadra di D’Agostino che la sblocca con Mangni e la chiude con un superlativo Capogna. Mai in affanno, nella ripresa i blucelesti controllano e volano ad altissima quota in classifica. Nel finale l’esordio di Kaprof

Riccardo Capogna e i compagni esultano BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Il Lecco fa la storia e nel giorno in cui ricorre il centenario del primo derby giocato, espugna il Sinigaglia e schianta il Como con un perentorio 3-0. La vittoria esterna nel derby mancava dai tempi del Cadregari, 1998. Partita mai in discussione, dominata in lungo e in largo, tre punti pesantissimi che fanno volare in classifica e danno un ulteriore avviso alle avversarie: il Lecco è squadra di vertice. Prima occasione al decimo, da calcio d’angolo battuto da Iocolano, colpo di testa di Cauz con palla che termina alla sinistra di Facchin. La reazione del Como al 12′ con Gatto che da situazione di calcio di punizione arriva a concludere, senza inquadrare la porta. Minuto 23, il vantaggio del Lecco: Capogna scodella al centro in area, e dal limite dell’area piccola mette in mezzo per Mangni che arriva – di testa – puntuale all’appuntamento con il gol, il secondo stagionale dopo Livorno. 

Alla mezz’ora il raddoppio: cross dalla destra di Nesta e Capogna in acrobazia realizza il gol del 2-0. Il Como accusa il colpo, poco dopo arrivano le proteste per un presunto fallo di mano di Marzorati in area, l’arbitro fa proseguire.

Capoferri raccoglie sulla linea di fondo e rilancia in mezzo, ancora Capogna prende palla e mette dall’altra parte, Mangni non ci arriva per poco. Il Lecco continua a produrre gioco, con i giocatori entrati dalla panchina: cross di D’Anna per Giudici che non inquadra la porta, quindi lo stesso D’Anna sempre in gioco in area ma il pallone è deviato in angolo.

Ripresa: panchina “extralusso”

Nel Lecco subito doppio cambio all’intervallo: fuori Iocolano e Cauz, dentro Giudici e Purro, Capoferri scala nei tre di difesa. Il Lecco ne ha di più, domina la partita e chiude i conti al 51′: discesa a sinistra di Giudici su veloce ripartenza, cross in mezzo e Capogna è lestissimo a intervenire sul secondo palo, perso da Toninelli, a schiacciare di testa e insaccare per il 3-0.

Le prime conclusioni del Como intorno al 10′ con Bellemo e Arrigoni, nessun problema per Bertinato. I lariani colpiscono una traversa clamorosa al 21′ con Gabrielloni, tiro potente da qualche metro dalla porta, sulla prosecuzione dell’azione parata del numero dodici bluceleste a tu per tu con Ferrari ma in fuorigioco. Il Lecco può chiudere i conti al 24′, Mangni non ne approfitta calciando su Facchin.

Al 28′ occasioni su entrambi i lati del campo: prima Mastroianni (dentro per Capogna) che la alza da buona posizione, quindi Ferrari fallisce dopo la respinta di Bertinato. Il Lecco continua a produrre gioco, con i giocatori entrati dalla panchina: cross di D’Anna per Giudici che non inquadra la porta, quindi lo stesso D’Anna sempre in gioco in area ma il pallone è deviato in angolo. Nel finale poche emozioni, il Como si spegne, c’è spazio per l’esordio in maglia bluceleste di Kaprof. Lecco storico e momentaneamente (in attesa del match della Carrarese) primo in classifica. Ed è solo l’inizio.

Como 0-3 Calcio Lecco 1912 (0-2)

Marcatori: Mangni (L) al 23′ p.t., Capogna (L) al 29′ p.t. e al 6′ s.t.

Como (3-4-2-1): Facchin; Toninelli, Crescenzi, Bovolon (dal 13′ s.t. Ferrari); Iovine; Arrigoni (dal 13′ s.t. H’Maidat), Bellemo, Dkidak (dal 30′ s.t. Magrini); Terrani (dal 1′ s.t. Cicconi), Gatto; Gabrielloni (Zanotti, Celeghin, Soldi, Walker, Agyakwa). All. Banchini.

Lecco (3-4-2-1): Bertinato; Celjak, Marzorati, Cauz (dal 1′ s.t. Purro); Capoferri, Marotta, Bolzoni, Nesta )dal 41′ s.t. Kaprof); Iocolano (dal 1′ s.t. Giudici), Mangni (dal 26′ s.t. D’Anna); Capogna (dal 13′ s.t. Mastroianni). (Pissardo, Lora, Mastroianni, Merli Sala, Haidara, Moleri, Raggio). All. Gaetano D’Agostino.

Arbitro: Cristian Cudini

Note: Spettatori circa 1.000. Ammomiti: Celjak, Marotta, Marzorati, Cicconi. Angoli: 4-4. Osservato un minuto di silenzio per Giorgio Bressani, segretario del Calcio Como.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio