Seguici

Calcio a 5

Futsal, sabato da spettatori per Saints Pagnano e Lecco C5. Meratesi stoppati solo a un’ora dal fischio d’inizio del match

Mentre la gara dei ragazzi di Parrilla era stata rinviata con largo anticipo, per Lemma e ciurma lo slittamento è arrivato non lungi dall’orario di gioco

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Come sottolinea ai nostri microfoni lo stesso tecnico meratese Danilo Lemma, ormai «bisogna convivere con questa situazione». E non si può fare effettivamente altrimenti, poiché il Covid-19 “è tornato” a stravolgere gli scenari sportivi, come si è visto con le sospensioni a cascata dei campionati dilettantistici lombardi (compreso tutto il pacchetto delle giovanili) nel calcio a undici. Per quanto concerne il futsal, con Saints Pagnano e Lecco Calcio a 5 nei rispettivi campionati nazionali di A2 e B, nessuna decisione dall’alto di tal restrizione.

Il protocollo è chiaro

Tuttavia i protocolli sono chiari, e bisogna attenersi agli stessi, per la tutela e il rispetto di tutte le parti in causa; parole la cui stesura in queste due righe potrebbe essere dribblata, vista l’ovvietà del fatto. Seguendo correttamente i medesimi, date circostanze di positività tra le fila del Futsal Monferrato, la sfida del Lecco di Parrilla era stata a rigor di logica annullata con largo anticipo. Ben più particolare invece il caso dei Saints Pagnano, prontissimi ad aprire il proprio secondo anno in Serie A2 di fronte al fido pubblico, ma stoppati a poco più di un’ora dal fischio d’inizio, per una positività accertata nell’Arzignano.

Un caso particolare, sed lex

Un caso singolare e strano, ma che ben evidenzia la delicatezza della situazione contingente. Andiamo per ordine. Sia meratesi che veneti, attenendosi al protocollo (ben spiegatoci dallo stesso Lemma), il quale prevede un giro di test sierologici per gli interi team di ambedue le compagini non più di sette giorni prima della disputa della gara, hanno proceduto allo stesso nella giornata di lunedì 12 ottobre, con esiti nella totalità negativi.

A far “saltare il banco” è stata la positività di un giocatore veneto, accertata proprio poco prima del match, quando l’Arzignano si trovava già a Milano.  Tale giocatore non aveva preso parte alla trasferta, poiché rimasto a casa dopo il contatto in settimana con un caso positivo accertato. Inoltre lo stesso era in stato febbrile, e la sopra citata “ufficialità” della positività del test, giunta proprio a ridosso della gara, ha di fatto portato alla situazione già disaminata.

Mister Danilo Lemma lucido nella lettura

Per la cronaca, i ragazzi di mister Lemma hanno poi svolto un allenamento in luogo della partita. Lo stesso coach dei biancorossoneri si esprime con saggezza sull’accaduto: «Era una situazione che sarebbe stato molto probabile succedesse. Dobbiamo essere pronti a qualsiasi imprevisto, anche se saperlo un attimo prima non aiuta. Ritengo comunque indubbiamente che la scelta presa sia stata corretta. Il protocollo è quello, e va rispettato».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio a 5