Seguici

Calcio

Verso Renate-Lecco, D’Agostino: «Giocherà la stessa formazione di Alessandria, speculare alla loro. Critiche? Dialogo solo con chi è elastico mentalmente». I convocati

Il tecnico pronto a confermare l’unidici che è tornato a fare punti contro la Juventus U23: «Devo dare continuità alle scelte»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

La Lombardia sta subendo gli effetti dell’ultimo decreto del Presidente del consiglio dei ministri, ma il campionato di Serie C, almeno per il momento, prosegue. Ecco, quindi, che sabato pomeriggio (ore 18.30, diretta LCN Stadio) Renate e Lecco scenderanno in campo a Meda per tentare di dare un bel colpo alle rispettive classifiche: i padroni di casa non vincono da tre gare, mentre i blucelesti sono a secco di tre punti pieni da tre uscite ufficiali. Troppo tempo, per entrambe, reduci da due pareggi ottenuti a Piacenza e Alessandria.

D’Agostino ha potuto lavorare su dei riferimenti, visto il forte filo della continuità tra i brianzoli: «Hanno mantenuto un’ossatura importante, mister compreso, giocano bene a calcio e conoscono bene la categoria – spiega il tecnico lecchese -. Hanno giocatori bravi nel trovare la porta, anche dalla distanza, quindi dovremo stare attenti ed essere attenti sulle seconde palle. Saremo quasi speculari, quindi dovremo vincere i duelli in determinate zone del campo. Oltre Galuppini, il più imprevedibile, hanno Kabashi, Rada e Maestrello, in tanti sono bravi dalla metà campo in su. Anche loro dovranno stare attenti a noi, che siamo in grado di fargli male, ma ci servirà del cinismo, quello che ci ha impedito di avere dei punti in più in classifica».

Non convocato per la gara con la Juventus U23, l’argentino Juan Kaprof proseguirà con la sua fase di ricondizionamento atletico: «Venendo da mesi d’inattività e capendo con lui ho capito che qui i carichi di lavoro sono molto più elevati. Devo dargli il tempo di assimilarli, altrimenti rischia di farsi veramente male. Non serve, né a lui né alla squadra, un giudizio troppo forte sulle sue aspettative. Gli serve una mini-preparazione in questo momento».

Davanti saranno confermati Capogna e Mastroianni: «Hanno fatto cinque gol in due, nel 3-5-2 dividono gli sforzi, duettano e ci fanno salire. Ogni settimana devo dare continuità alle scelte», motivo per cui la formazione va verso la totale conferma rispetto a quella già vista ad Alessandria. In mezzo al campo la prima alternativa è Filippo Lora: «Ha fatto la Serie B, non dimentichiamocelo, ma si è allenato da solo durante la fase estiva. Deve ritrovare continuità, serenità e condizione atletica. Si tratta di un ragazzo meraviglioso».

«Sono aperto al dialogo – liquida l’argomento mister D’Agostino -, ma non con chi si nasconde dietro a una penna o a una tastiera. In quel caso ascolto e basta, mentre con chi mostra elasticità mentale è bello discutere per crescere. Lasciamo i giudizi ai tifosi, che già non possono andare allo stadio».

Renate-Lecco: i convocati

D’Agostino non avrà a sua disposizione Simone Iocolano, Cristian Cauz e Cosimo Nannini, ai box per problemi di natura fisica. Va verso la non concovcazione, come spiegato in conferenza, anche l’italo-argentino Juan Cruz Kaprof, ancora in ritardo di condizione.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio