Seguici

Pallamano

Il Molteno esonera Rodriguez, in panchina il neotecnico Onelli

Termina dopo due anni la collaborazione con il mister spagnolo. Il nuovo allenatore reduce dalla proficua esperienza di Gaeta. L’esordio questa sera nel recupero casalingo contro Fasano

Il ds Matteo Somaschini con Salvatore Onelli
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il difficile inizio di stagione in Serie A è costato la panchina a coach Alfredo Rodriguez Alvarez. Il Salumificio F.lli Riva Molteno ha infatti reso noto il termine della collaborazione con il tecnico spagnolo ringraziandolo per il lavoro svolto nei due anni trascorsi in Brianza.

Il nuovo tecnico degli oronero è Salvatore Onelli, di Gaeta, 44 anni, che vanta un curriculum di tutto rispetto: esperienza decennale prima da allenatore-giocatore e poi dal 2017 al 2020 alla guida tecnica del Gaeta Sporting Club conquistando uno scudetto Under 21 e per otto anni consecutivi la salvezza nel massimo campionato italiano.

Onelli, da giocatore, ha vinto uno scudetto e una Coppa Italia nelle fila del Conversano. Ha militato in diverse squadre nella sua carriera tra le quali Bologna, Conversano, Fondi e appunto Gaeta, oltre ad aver ricevuto 22 convocazioni nella Nazionale italiana.

Il Molteno chiude mestamente la classifica della Serie a Beretta con 2 punti frutto di una vittoria in nove gare disputate, con 220 reti all’attivo e 270 subite. La missione, complicata, è la salvezza.

«Conosco questo gruppo di giovani»

«Avevo deciso onestamente di staccare la spina e prendermi un anno sabbatico – sono le prime parole di Onelli – Ma alla chiamata del team manager del Molteno, dopo una breve riflessione, non ho saputo dire di no. Negli ultimi tre anni avevo seguito da vicino la realtà di Molteno, e nel 2017 ero stato molto colpito da questo gruppo di ragazzi che si sono aggiudicati il campionato nazionale Under 20 contro ogni pronostico, mostrando una bella pallamano, corale e rapida, come piace a me. Ora sono molto contento di poter lavorare anche con loro».

La permanenza in categoria è raggiungibile? «Ho parlato chiaro con loro. Adesso serve riprendere autostima ed entusiasmo, il resto verrà da se perché sono ragazzi talentuosi che non hanno nulla da invidiare a nessuno, e sono certo che insieme daremo le meritate soddisfazioni alla società e a tutto l’ambiente».

L’esordio arriva subito, mercoledì sera alle ore 20 in casa nel recupero contro Fasano.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Pallamano