Seguici

Calcio

Verso Pro Sesto-Lecco, D’Agostino: «Dovremo essere più tosti e aggressivi di loro. Tre giocatori sono al rientro»

Il tecnico rivela: «Marzorati e Cauz della partita, Iocolano rientrerà la prossima settimana. Kaprof? Forse dall’inizio, devo capire cosa può dare alla squadra»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Vigilia densa di novità quella che accompagna il sabato prima di Pro Sesto-Lecco. Milanesi e blucelesti sono tra le squadre che stanno avendo il miglior rendimento nel corso delle ultime settimane e, difatti, si trovano al quarto e quinto posto della classifica del girone “A” di Serie C, divisi da un sol punto. Ecco perchè il match del “Breda” potrebbe dare ai blucelesti la possibilità di spaccare la parte alta della classifica, sempre tenendo conto che la squadra di casa sarà chiamata, pochi giorni dopo, a portarsi in pari con le partite disputate sul campo del Como.

Difficile, comunque, trovare un cliente peggiore in questo momento: «Dobbiamo affrontare questa gara in modo diverso rispetto alle altre – spiega mister Gaetano D’Agostino -. Loro aggrediscono e sporcano tutti i palloni per non far ragionare gli avversari. Si vince con l’agonismo, che esigo, è un derby e ha un sapore diverso; dovremo correre ed essere aggressivi quanto loro per far emergere le nostre qualità. Qualcuno dei nostri ha fatto un tour de force allucinante e domani verrà in panchina». Ancora sulla Pro Sesto: «E’ una squadra rivelazione, merito anche di mister Parravicini. Sanno gestire le partite e le sanno interpretare bene, con la Pro Vercelli hanno giocato con intelligenza. Ci aspettiamo una partita tosta, come sono loro. Abbiamo fatto due gol a partita di media, nel calcio conta quello». Dovesse prendere un giocatore avversario, sarebbe un volto noto: «Scapuzzi è l’ago della bilancia, l’ho avuto come compagno di squadra a Siena e lo conosco bene. Sa fare bene tante cose, in entrambe le fasi di gioco. Va tenuto d’occhio».

Dall’infermeria e dopo il lavoro di ricondizionamento fisico emergono profili non da poco: «Marzorati e Cauz giocheranno. Iocolano? Sta bene, martedì rientrerà con il gruppo e avrà davanti una settimana per lavorare sulla parte aerobica. E’ inutile portarlo in panchina e rischiare una recidiva: il nostro obiettivo è quello. Kaprof potrebbe essere della gara, devo capire cosa può dare alla squadra».

Sette giorni sono passati rispetto alla gara con la Pergolettese, quando più di un limite di gioco è venuto a galla: «Si era chiesto ai ragazzi di capire cosa volessero essere solo un mese fa. Le partite si vincono con la cura dei particolari, non possiamo sempre giocare bene per vincere, a volte è necessario essere più cinici e lo siamo stati; in altre occasioni, invece, abbiamo creato tanto, ma senza portare a casa i tre punti. Dovevamo capire quando essere più propositivi e quando più cinici, è un particolare che stiamo curando. A difesa schierata siamo la seconda miglior squadra della categoria, mentre sui calci piazzati avversari facciamo fatica; inoltre, serve un miglioramento nella gestione della palla nei passaggi semplici, abbiamo preso delle ripartenze che ci sono costate. Dobbiamo abbassare la percentuale d’errore, perché sbagliare aiuta l’avversario ad avere fiducia».

Pro Sesto-Lecco: i convocati

Ultima settimana fuori dalla lista per Simone Iocolano, che da martedì si aggregherà al resto della squadra e tornerà completamente a disposizione. In settimana, invece, è stato operato al legamento crociato anteriore del ginocchio destro il centrocampista Giorgio Galli, che certamente non potrà rientrare prima della prossima primavera. Ancora assente, a causa di un infortunio muscolare patito a Grosseto, il poliedrico difensore Vedran Celjak.

I convocati CALCIOLECCO1912.COM

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio