Seguici

Calcio

Un Lecco praticamente perfetto in attacco e in difesa piega la Pro Vercelli

Nannini, Lora e Kaprof dal primo minuto garantiscono ai blucelesti velocità, forza e qualità, rivelandosi decisivi. Nella ripresa sblocca il risultato Capogna con il tap-in sul rigore parato da Saro, poi Iocolano inventa un capolavoro con il destro a giro

Riccardo Capogna deposita in rete il gol del vantaggio dopo il rigore
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Il Lecco cambia diversi uomini fra i titolari, trovando forze fresche, e di colpo rinasce. Contro la Pro Vercelli, al Rigamonti Ceppi, arriva la prestazione, con buone trame offensive e grande sicurezza difensiva; un 2-0 netto, mai in discussione, che consente ai blucelesti di restare nelle zone nobili della classifica e piegare una diretta concorrente ai piani alti.

Subito Lora si accentra e scarica di destro, pallone alto direttamente in curva nord. Al 9′ grande palla di Nannini da sinistra, Capogna dal cuore dell’area non arpiona per poco per una potenziale grande occasione.

Al 19′ il Lecco concede una brutta palla al limite dell’area, con un po’ di sufficienza, Emmanuello calcia in scivolata, abbondantemente a lato. Al 33′ splendido cross di un convincente Nannini da sinistra, Capogna salta di testa e sfiora la porta, ma il guardalinee segnala fuorigioco. Al 35′ bella azione bluceleste che si sviluppa sulla destra, palla dentro per Capogna che colpisce di testa in torsione e ancora una volta non va lontano dai pali. Al 38′ palla vagante al limite dell’area, potente destro di Lora alto sopra la traversa.

Solo Lecco nel finale: la conclusione di Kaprof dal limite dell’area, di destro, sfiora l’incrocio dei pali, poco dopo buona azione di prima con Capogna che fa saltare il pallone per eludere l’intervento di un avversario ma con il mancino conclude abbondantemente fuori.

I piemontesi calano fisicamente

Nella ripresa la prima occasione è per la Pro Vercelli col cross da sinistra per Della Morte che stacca alto ma non riesce a schiacciarla, alto. Al 55′ Iocolano chiude l’uno-due con Kaprof e viene steso sulla linea dell’area: calcio di rigore netto. Sul dischetto va Capogna, che di destro angola bene ma Saro è bravo a tuffarsi e a deviare sul palo; il rimpallo, però, non favorisce l’estremo difensore dei piemontesi che, per sua sfortuna, con la schiena rende il pallone allo stesso Capogna lesto a depositare in rete il vantaggio.

Al 68′ grande chance per il raddoppio: Kaprof mette una splendida palla in verticale per Capogna che incrocia di prima intenzione non trovando lo specchio davvero per poco. Risponde la Pro Vercelli con la potente punizione di Emmanuello sui cui Pissardo non è definitivo, rimpallo che però non sortisce pericoli.

L’occasione colossale è al 75′: lancio lungo di Lora dalla difesa, Capogna arpiona con grande tecnica e serve Giudici lanciato a rete, ma il numero sette, delittuosamente, mette fuori con il mancino. Il raddoppio poco dopo: Nannini, da terra, con caparbietà evita l’out e serve Iocolano che ubriaca un avversario a suon di finte e calcia a giro col destro sul palo lontano, realizzando un vero e proprio capolavoro.

All’80’ brivido nell’area bluceleste con il cross da sinistra di Rolando che non viene sfruttato dai compagni, poi conclusione di De Marino fuori. Non succede più niente, nel recupero, se non l’ingenua espulsione di Marzorati per un colpo proibito ai danni di Comi. Finisce 2-0, il Lecco torna alla vittoria e ritrova anche, aspetto non meno importante, il gioco.

Calcio Lecco 1912 2-0 Pro Vercelli (0-0)

Marcatori: Capogna (L) al 12′, Iocolano (L) al 32′ s.t.

Lecco (3-4-2-1) Pissardo; Celjak, Marzorati, Capoferri; Giudici (dal 46′ s.t. Nesta), Bolzoni, Lora, Nannini; Iocolano (dal 42′ s.t. Marotta), Kaprof (dal 32′ s.t. Mangni); Capogna (dal 32′ s.t. Mastroianni) (Bertinato, Capoferri, Merli Sala, Lora, D’Anna, Del Grosso, Porru, Haidara, Moleri, Raggi). All. Gaetano Mancino (squalificato D’Agostino).

Pro Vercelli (3-4-3): Saro; Auriletto, De Marino, Hristov; Iezzi(dal 19′ s.t. Blaze), Emmanuello, Nielsen (dal 43′ s.t. Graziano), Petris (dal 36′ s.t. Erradi); Della Morte (dal 19′ s.t. Borello), Rolando (dal 43′ s.t. Romairone), Comi (Moschin, Benedetti, Padovan, Merio, Secondo, Carosso). All. Francesco Modesto

Arbitro: Luca Zufferli di Udine; ass. Vincenzo Pedone di Raggio Calabria e Roberto Terenzio di Cosenza; IV uomo: Marco Monaldi di Macerata.

Note. Ammoniti Celjak, Iezzi, Petris, Lora, Capogna, Mangni. Espulso Marzorati per gioco violento al 51′. Angoli 3-1.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio