Seguici

Calcio

Zanetti è squalificato: scocca l’ora del debutto in Serie B per mister Alberto Bertolini

Il 43enne, leggendario ex attaccante e allenatore bluceleste, ha fatto le veci dello squalificato mister Paolo Zanetti durante la gara con la Salernitana

Alberto Bertolini poco prima di Venezia-Salernitana DAZN
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 2 minuti

La Serie B è spesso e volentieri categoria di approdo per lecchesi e/o ex giocatori o allenatori della Calcio Lecco 1912. Quest’anno il momento è arrivato per il liernese Riccardo Gatti (’97, Reggiana) e per il casatese Lorenzo Pirola (’02, Monza), mentre il 27 dicembre è scoccata l’ora di Alberto Bertolini. Il 43enne viceallenatore del Venezia ha guidato la squadra durante la partita con la capolista Salernitana per via della squalifica comminata ai danni di mister Paolo Zanetti, che si è dovuto accomodare sulla tribuna dello stadio “Penzo”. Non è la prima volta che “Bebeto” prende temporaneamente il posto del primo allenatore di Valdagno: era già successo il 26 novembre 2019 durante Vicenza 2-4 Sudtirol, in Serie C.

Il miracolo bluceleste

Nativo di Morbegno (Sondrio), Bertolini ha indissolubilmente legato la sua vita alla Calcio Lecco 1912: dopo essersi formato nel vivaio bluceleste, ha disputato oltre 170 partite e segnato circa 30 gol, tra cui quello leggendario dell’“Euganeo” di Padova il 6 giugno 1999 nel ritorno dei play-out di Serie C1, i due segnati alla Cremonese la stagione seguente sempre negli spareggi o, ancora, quello nel Derby del Lario del 12 febbraio 2001 (1-0), ancora oggi ultima vittoria interna dei blucelesti nelle gare di campionato con i cugini comaschi.

Imprese che ha ripetuto anche da allenatore: tra il 18 e il 21 ottobre 2016 vive una situazione allucinante, torna il 10 dicembre 2016 e, in regime di amministrazione straordinaria, con un’ormai celebre banda di ragazzini ottiene, il 21 maggio 2017, la salvezza in Serie D grazie alla vittoria al cardiopalmo (2-3, rete decisiva di Caraffa al 93′) ottenuta sul campo di Olginate. Lasciato libero dalla subentrante proprietà Di Nunno, inizia a lavorare con il debuttante Paolo Zanetti: insieme realizzano meraviglie con il Sudtirol in Serie C, passano dal tritacarne di Ascoli (Serie B) e, alla fine, scelgono il progetto veneziano per affermarsi anche in cadetteria.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio