Seguici

Calcio

La Calcio Lecco è ripartita e guarda al mercato di riparazione. Almeno tre colpi per irrobustire la rosa

Blucelesti attivi in vista della riapertura delle liste di trasferimento: la finestra andrà dal 4 gennaio alle ore 20 del 1 febbraio 2021

Davide Agazzi contrastato da Matteo Marotta BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

Mancano pochi giorni all’inizio del calciomercato invernale. Giorni che, sul campo, sono abbastanza interlocutori: dopo aver goduto di quattro giorni di riposo e aver appreso la notizia della nascita della primogenita di Doudou Mangni, avvenuta lunedì sera, il gruppo bluceleste ha fatto ritorno sul manto verde del “Rigamonti-Ceppi” per svolgere la prima delle due giornate di doppi allenamenti inserite nella settimana che va da Natale a Capodanno. Quattro allenamenti per smaltire qualche scoria legata alla prima parte delle Festività mettere le prime basi su cui tornare a lavorare dal prossimo 3 gennaio, giorno in cui inizierà la preparazione in vista di Lecco-Lucchese di domenica 10.

Blucelesti al lavoro al “Rigamonti-Ceppi” CALCIO LECCO 1912

Il mercato

Quanto abbiamo detto in tempi recenti ha trovato conferma nelle parole di mister Gaetano D’Agostino: in casa bluceleste si valutano i tre profili over da inserire all’interno di un gruppo che cambierà in tutti i reparti. In difesa la coperta è stata spesso corta per via di squalifiche e infortuni, che presenteranno il loro conto anche alla ripresa, a centrocampo si sente la mancanza di un regista che sappia velocizzare i tempi di gioco e in attacco in tanti hanno invocato la necessità di una prima punta che sappia sfruttare anche le palle sporche. Per quanto ci riguarda è da tenere in considerazione anche la possibilità di lavorare sul reparto under, dato che, rotazioni tra i portieri a parte, solo Nesta, Capoferri, Moleri, l’infortunato Galli e, di recente, Nannini hanno avuto tanti minuti a disposizione per mettersi in mostra. I vari Raggio, Del Grosso e Porru, invece, non hanno ancora disputato minuti.

Sono vari, nel frattempo, i nomi che sono stati accostati al Lecco, sia in entrata che in uscita: i più freschi sono quelli di Luca Zamparo (Reggiana) e Leonardo Candellone (Bari), attaccanti che potrebbero lasciare Reggiana e Bari. Zamparo, prima punta classe 1994 formatasi tra Portogruaro, Triestina e Varese, ha fatto un po’ gavetta in Serie D (Varesina e Borgosesia con l’ex Lecco Pèrez), prima di esplodere (18 gol in 31 partite) vicino al Lago d’Orta, fare il salto nel professionismo a Cuneo (’17/’18), tornare tra i dilettanti per portare la Reggiana in terza serie (24 gol in 34 partite) e tornarvi dopo una breve parentesi a Rimini (17 partite, 4 gol) per dare una grossa mano nella scalata alla Serie B (7 gol in 10 partite). Confermato in rosa, ha disputato 633′ minuti in cadetteria, ma senza provare la gioia del gol.

Luca Zamparo, in primo piano, con la maglia della Varesina BONACINA/LCN SPORT

La carriera di Candellone, punta classe 1993 formatasi a Torino, si è sviluppata tutta tra i professionisti: dopo aver mosso i primi passi a Gubbio (6 gol in 37 partite) ed essere cresciuto con la maglia del Sudtirol (19 partite, 5 gol), si è fatto decisamente notare a Pordenone; nella stagione ’18/’19 ha messo a segno 15 gol in 40 partite e ha conquistato la vittoria in campionato, mentre all’esordio in Serie B ha timbrato il cartellino per due volte in 34 partite. Passato al Bari, si è spesso dovuto accontentare di scampoli di gara: 435′ in campionato e 164′ in Coppa Italia, bagnati da una rete e da un assist.

Leonardo Candellone SSC BARI

Capitolo centrocampo: il nome di Davide Agazzi, regista classe 1993 di scuola Atalanta, è stato sovente affiancato ai blucelesti; il giocatore di Trescore Balneario è dato per sicuro partente dopo i complicati mesi vissuti in Toscana e ha una lunga lista di pretendenti (Padova, Perugia, Alessandria in Serie C e Vicenza, Venezia in Serie B). Altro profilo avvicinato è, quindi, quello di Mario Piccinocchi, 25enne che da settembre è svincolato dopo il termine del suo contratto con l’Ascoli (13 presenze in Serie B); prima di decidere se tesserarlo o meno, quindi, la società bluceleste potrebbe anche decidere di fargli sostenere un periodo di prova per valutarne le condizioni fisiche.

Per quanto riguarda le uscite, vanno tenute in considerazione gli interessamenti della Casertana (Serie C) per il maddalonese Ferdinando Mastroianni (4 gol in 17 presenze), oltre che di Picerno e Bitonto (Serie D) per Simone D’Anna, che in due anni e mezzo da Aquila ha disputato 67 partite, realizzato 20 gol e confezionato 13 assist, oltre ad aver conquistato il Pallone d’Oro di Serie D. Prima delle 20 del 1° febbraio conosceremo anche il loro futuro calcistico.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio