Seguici

Calcio

Serie D, gol e spettacolo tra Casatese e Crema, ma la spuntano i secondi. NibionnOggiono super: poker a Seregno, tripletta di Fall

Non basta una grande ripresa ai biancorossi per evitare una sconfitta, immeritata, contro un avversario di grande valore e che ha ben figurato anche oggi. I cugini gongolano invece per il colpo grosso al “Ferruccio”, trascinati dal quarto gol in cinque giorni dell’attaccante

Tanta qualità in campo ma anche qualche errore di troppo: il Crema si impone 3-2 MANGILI/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

Undicesimo turno del girone B di Serie D ricco di gol per quanto concerne le due lecchesi, ma come quattro giorni fa, gli esiti sono nuovamente opposti. A Casatenovo tra Casatese e Crema la sfida si gioca sulla qualità, e complice qualche errore e tanta sfortuna, i biancorossi cedono il passo per 3-2 alla compagine in maglia nera. A Seregno invece va in scena un altro capolavoro del NibionnOggiono, che riesce a imporsi per 4-2 sui quotati locali.

La Casatese passa alla prima palla buona, ma nel primo tempo meglio il Crema

Il Crema prende subito in mano il pallino del gioco, ed è costantemente a trazione offensiva, ma da situazione di corner sono i ragazzi di Tricarico a sbloccarla con Perego, libero sul secondo palo di appoggiare in rete. La Casatese sbaglia troppi passaggi e disimpegni, aspetto certamente non proprio della compagine lecchese, e da uno di questi errori nasce la rete del pari di Salami al 36′. Si va a riposo sull’1-1, con gli ospiti apparsi più intraprendenti.

Superiorità Casatese nella ripresa, ma sfortuna e Pennesi bloccano i locali

Al 10′ della ripresa la situazione che permette al Crema di trovare il sorpasso, con un contatto dubbio tra Bello e Salami valevole di penalty per il direttore di gara; glaciale dal dischetto Ferrari, che fa palo-gol spiazzando Ferrara. Il pareggio meritato per la Casatese arriva al 21′ con Isella, su un’azione molto simile a quella che aveva portato al pari la formazione di Dossena, con una rasoiata dalla destra. Al 29′ Pennesi ruba la scena con una parata clamorosa su Crea, il quale offre un gesto tecnico non meno esaltante con un tiro a giro splendido, ma senza buona sorte.

Al 31′ Isella se ne va da solo e mette un pallone invitante dalla sinistra in mezzo, ma non c’è nessun compagno a beneficiare dell’assist; questa situazione si è purtroppo ripetuta in almeno altre due circostanze. Fallisce più volte dunque il controsorpasso la truppa locale, costretta poi a incassare al 34′ il nuovo sorpasso con Mapelli, dimenticato sul secondo palo su sviluppi di azione da corner. La Casatese giustamente non ci sta, il pareggio sarebbe il minimo sindacale, ma la fortuna non sorride a Pérez, il cui corner velenoso a rientrare va a stamparsi direttamente sul palo più lontano. Finisce 3-2 per gli ospiti: un nuovo risultato negativo per i biancorossi, quest’oggi però contro un grande avversario.

Casatese 2-3 Crema (1-1)

Marcatori: Perego (16’ pt), Salami (36′ pt), Ferrari (10′ st), Isella (21′ st), Mapelli (34′ st)

Casatese: Ferrara, Sordillo (18′ st Morganti), Frigerio F., Baldan (28′ st Mandelli), Perego, Bello (18′ st Crea), Sassella (10′ st Pérez), Candido, Stefanoni (1′ st Sala), Isella, Pennati. A disp. Pirola, Morganti, Frigerio A., Gambazza, Morlandi. All. Tricarico

Crema: Crema: Pennesi, Russo, Mapello, Bignami, Gerevini, Forni, Poledri, Mandelli, Ferrari, Bardelloni, Salami (25′ st Campisi). A disp. Ziglioli, Stringa, Biglietti, Viviani, Ruscitto, Atabie, Cocci, Lekane. All. Dossena

NibionnOggiono strepitoso: 4-2 a Seregno. Tripletta per Mbarik Fall

Colpaccio dei ragazzi di Commisso, che come lo scorso anno, sempre nel mese di gennaio, sbancano il “Ferruccio”. La gara si sblocca al 41′ grazie al colpo di testa di Jamal Idrissi, che approfitta dell’intervento a vuoto della difesa e scavalca Lupu con una bella zuccata. Preciso il traversone di capitan Premoli nella circostanza. Tre minuti più tardi arriva il raddoppio, ancora una volta con una conclusione “a campana” che beffa l’estremo difensore del Seregno. Il tiro di Fall da fuori area viene infatti impennato dalla deviazione di un giocatore locale. Si va all’intervallo sul 2-0 ospite.

Quattro gol per Mbarik Fall in questa super settimana per lui: mercoledì aveva infatti deciso dal dischetto la sfida con lo Scanzorosciate BONACINA/LCN SPORT

Dopo poco più di un minuto nella ripresa c’è un rigore per il Seregno, del quale si fa carico Paulino Da Silva con una trasformazione vincente, imprendibile per Guarino che pur aveva intuìto. Cinque minuti più tardi è ancora Fall a portare sul +2 il NibionnOggiono, con una conclusione in area sul primo palo che sorprende Lupu. Incredibile il colpo di testa di Boni al 12′ della ripresa nella propria porta, su un angolo dei padroni di casa, che tornano dunque ad una sola lunghezza di svantaggio. Non si registrano però altre marcature sino al 41′, quando è ancora Fall a trovare la via della rete, siglando la personale tripletta e impreziosendo la sua prestazione. Ottimo il servizio di Idrissi, ben imbeccato da Arrigoni, ma la retroguardia del Seregno nella circostanza è nuovamente rivedibile a dir poco. Fragoroso ko per la truppa di Franzini, fragorosa vittoria per i lecchesi, sempre più in quota nel girone.

Seregno 2-4 NibionnOggiono (0-2)

Marcatori: Premoli (41’ pt), Fall (44′ pt, 7′ st, 41′ st), Da Silva (3′ st), Boni aut. (12′ st)

Seregno: Lupu, Zoia, Bonaiti, Tomas, Ricciardo, D’Alessandro, Nava, Da Silva, Poletti, Azzi, Ferrari. A disp. Adorni, Tinti, Tentoni, Labas, Zanon, Jimenez, Aga, Invernizzi, Marcaletti. All. Franzini

NibionnOggiono: Guarino, Premoli, Tocci, Fognini, Boni, Antonini, Idrissi, Arrigoni, Tremolada, Calmi, Fall. A disp. Attianese, Bernardi, Giugno, Romano,Donadio, Albini, Barzotti, Iori, Citterio. All. Commisso

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio