Seguici

Calcio

Dal Caleotto al “Rigamonti-Ceppi”, passando per Piemonte, Liguria e Toscana: Adamoli al primo centro tra i professionisti contro la squadra della sua città

Il giovane esterno della Lucchese, cresciuto nell’Olginatese, ha colto proprio nell’impianto cittadino più prestigioso la prima gioia tra i professionisti

La corsa di Adamoli dopo la rete del 2-2 Bonacina/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Inevitabilmente, gli rimarrà nella mente per tutta la vita. Per Andrea Adamoli il pomeriggio di domenica 10 gennaio 2021 sarà quello del primo gol tra i professionisti: il 19enne esterno terzino di spinta della Lucchese ha colto nel prestigioso teatro del “Rigamonti-Ceppi” la sua prima gioia da “grande” nell’anno del suo debutto in Prima Squadra. Un vizietto che l’ha accompagnato anche l’anno scorso a Empoli (17 partite, 1 gol e 1 assist), a Genova sponda rossoblù (26 partite, 1 gol e 1 assist) in Primavera e nella Torino bianconera (29 partite, 3 gol) con la formazione Allievi.

Andrea Adamoli con la maglia della Juventus

La beffa della Calcio Lecco si è concretizzata al minuto numero ottantasette, quando il giovane nato e cresciuto nel rione del Caleotto, tra i millenials più promettenti del nostro territorio, si è sganciato sulla sinistra e, dopo una corsa di sessanta metri senza marcatura, ha calciato violentemente il pallone alle spalle di Pissardo. Qualcosa di simile a quello che abbiamo visto ieri l’ha mostrato per tanti anni a Olginate: prima di vestire la maglia della Juventus, infatti, i colori bianconeri li aveva messi addosso in via dell’Industria, dov’è rimasto fino a giugno 2016. Qui il ragazzo classe 2001 si è messo in luce e ha fatto parlare di sè, convincendo i dirigenti torinesi ad avanzare la proposta che ha permesso di sopravanzare la concorrenza di altre formazioni della massima serie: dal Piemonte alla Liguria in prestito, dove ha sfiorato la vittoria del prestigioso Torneo di Viareggio, prima di trasferirsi definitivamente nel florido vivaio dell’Empoli; durante l’estate del 2020 ecco materializzarsi il passaggio con la formula del prestito ai rossoneri: 15 le presenze accumulate fino a questo momento, tutte consecutive e quasi tutte per 90′, ieri bagnate dalla rete alla squadra della sua città. Nessuno, tra gli altri scesi in campo durante Lecco-Lucchese, è nato e cresciuto più vicino al “Rigamonti-Ceppi”; l’avrebbe potuto “scavalcare” solamente Doudou Mangni, rimasto però in panchina per tutta la gara.

Andrea Adamoli BONACINA/LCN SPORT

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio