Seguici

Calcio

Verso Albinoleffe-Lecco, D’Agostino: «Modulo? Ho voglia di cambiare, ma… Foglia titolare, Emmausso a gara in corso». I convocati

Il tecnico parla dopo una settimana complessa: «Le critiche che rivolgo ai ragazzi devono essere uno stimolo. D’Anna? Non faccio nomi…». Spazio per i due nuovi arrivati

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

8 partite in 36 giorni, una ogni 4,5 giorni. Se il prossimo mese non dirà tutto sulla stagione della Calcio Lecco 1912, poco ci mancherà. Motivo in più per approcciare al meglio la gara che chiuderà il girone d’andata: di sicuro l’Albinoleffe tutto quanto è in suo potere per rendere difficile la vita alle Aquile su un campo abbastanza ostico come quello del “Città di Gorgonzola”, dove gli orobici hanno conquistato 3 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte e non sono battuti dallo scorso 22 novembre (1-2 con il Como). Parlando di pressioni, beh queste sono praticamente tutte su mister Gaetano D’Agostino e i suoi ragazzi, chiamati a invertire un trend più che deficitario in campo avverso, matematicamente da zona play-out.

Verso Albinoleffe-Lecco: la conferenza di D’Agostino

Come affrontare il mal di trasferta? Si risolve con un cambio di modulo?
«Cambieremo sicuramente modo di giocare, il campo ti permette di lavorare solo sulle seconde palle o sulla transizione diretta. Ci aspetterà una battaglia, da vincere sotto il profilo agonistico e con la concretezza».

Vi aspettate di più dai “vecchi”, come detto dal Ds Fracchiolla?
«Il Direttore esprime la sua opinione e posso essere d’accordo o meno. In campo va la formazione più pronta, chi ha più anni deve aiutare il più giovane e quest’ultimo deve dire la sua».

Le dichiarazioni del post-Lucchese hanno avuto un seguito?
«Nello spogliatoio dico sempre ciò che penso, se mi esprimo in maniera più dura i ragazzi sanno che possono dare determinate cose. Quando contesto una cosa o la contestualizzo la prima autocritica è nei miei confronti, poi di riflesso va su di loro».

4-3-3, Emmausso, Foglia e… D’Anna, ancora a secco di gol e assist:
«Per me i ragazzi sono tutti uguali. Determinate parole possono essere interpretate nel modo giusto e dare uno stimolo. Non sto cambiando assetto anche per via della distribuzione degli under, perché Nannini può fare il terzino e Nesta no; i giovani giocano perché lo meritano e perché ho accettato di fare valorizzazione. Quando fai il quarto cambiano alcuni concetti, ci sto lavorando: ho voglia di cambiare, ma si va per step».

Foglia: la collocazione dirà molto dell’atteggiamento in campo:
«Giocherà dal primo minuto a supporto delle due punte, andando a schermare il loro play (Genevier?). Emmausso avrà spazio? Penso di si, valuteremo anche come andrà la partita; spero di farlo entrare in una situazione di vantaggio».

Scapuzzi è stato trattato ma è rimasto a Sesto: Emmausso era l’alternativa?
«Sono domande da fare alla società, personalmente avevo dato l’ok a entrambi durante i vari colloqui. Se c’è un giocatore bravo, ben venga. Io sono contento dei due acquisti fatti».

Doppi allenamenti per tutta la settimana:
«Non c’è mai stata una lamentela, siamo stati tutti insieme e di questo sono orgoglioso».

Albinoleffe-Lecco: i convocati

Sicuri di una non chiamata lo squalificato Vedran Celjak, che rientrerà con la Giana Erminio, oltre agli infortunati Ermes Purro e Giorgio Galli. Tutti negativi i tamponi eseguiti sul gruppo squadra, che già sabato è partito per Gorgonzola in ritiro.

CALCIO LECCO 1912

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio