Seguici

Calcio

Verso Giana Erminio-Lecco, D’Agostino: «Il campo sarà simile, forse peggiore. Penso alle tre punte. Mercato? Serve professionalità». I convocati

Blucelesti nuovamente di scena al “Città di Gorgonzola”: «60 punti troppo pochi? Nel girone di ritorno le partite sono più difficili. D’Anna? Sarà il primo a lasciare la squadra»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 di nuovo diretta a Gorgonzola. Una settimana dopo il pareggio a reti bianche uscito dall’incrocio con l’Albinoleffe, i blucelesti saranno nuovamente di scena in via Milano per vedersela con la Giana Erminio, reduce da quattro punti nelle prime due gare del 2021 e vogliosa aprire il girone di ritorno con altri mattoni importanti da mettere sul viale che porta alla salvezza. La squadra di mister Gaetano D’Agostino vi arriva dopo una settimana fatta di critiche e tante voci legate al calciomercato, che inevitabilmente possono distrarre dall’intensa serie di partite consecutive.

Verso Giana Erminio-Lecco: la conferenza di D’Agostino

Mister, una partita che si annuncia simile all’ultima:
«Stiamo bene, i ragazzi si sono allenati veramente bene e sono consapevoli di affrontare un’altra partita difficile. Abbiamo dimostrato che sappiamo lottare, chi sbaglia meno vince la partita. Il campo sarà simile, se non addirittura peggiore».

D’Anna, Kaprof, Giudici, Mastroianni sono dati in uscita:
«Ho detto ai ragazzi che dobbiamo essere forti mentalmente, purtroppo ci sono mercato e partite insieme. I ragazzi che sono stati citati si sono allenati insieme; D’Anna probabilmente lascerà per primo la squadra, ma fino a quando saranno qui si metteranno a disposizione del Lecco. La professionalità ti deve portare a onorare la maglia».

Ha parlato di 60 punti finali, un’asticella troppo bassa?
«Nel girone di ritorno saranno tutte battaglie, i campi saranno complessi fino a primavera. Fuori dovremo essere più brutti e cinici, quella è la mentalità. Giocare bene in casa ci ha portato a “snobbare” le gare fuori contro squadre più “piccoline”. Contro le big abbiamo quasi sempre fatto bene».

Emmausso ha “colpi”:
«Il ragazzo è tecnicamente interessante, rappresenta una scommessa come quella che io e il direttore avevamo fatto per Partipilo (alla Virtus Francavilla, ndr). Ha un potenziale altissimo, dobbiamo lavorare insieme per farlo maturare e prendere. Può giocare vicino alla punta e un po’ esterno, ha una balistica importante e può migliorare tantissimo. Se mi ascolta può diventare un gran bel giocatore».

Foglia, quale posizione?
«Non ho deciso niente, potrei giocare con le tre punte. Ho questo dubbio e sto chiedendo grande sacrificio agli attaccanti. Sarà tutto un punto interrogativo dal punto di vista ambientale».

Una vittoria nelle ultime cinque, l’avete analizzato?
«Siamo noi, siamo quelli di sempre e le fondamenta sono quelle lì. La squadra è nuova e non abbiamo praticamente mai avuto i tifosi, in questo girone fanno grande differenza, soprattutto in trasferta. Per fare cose importanti serve del tempo, ho avuto la fortuna di avere un gruppo che si è messo a disposizione anche quando il patron ha messo i doppi allenamenti quotidiani. Possono mettere una base duratura a Lecco».

Assenti dell’ultim’ora:
«Marzorati dovrebbe farcela. A parte Kaprof, Galli e Purro sono tutti disponibili, Moleri sta facendo un rinforzo muscolare legato al problema che ha alla cartilagine».

Giana Erminio-Lecco: i convocati

Come spiegato dal tecnico, Lino Marzorati potrebbe essere della gara anche se è stato fermo una decina di giorni. Assenti Juan Kaprof, Ermes Purro, Marco Moleri e Giorgio Galli; non convocato Simone D’Anna. Tutti negativi i tamponi eseguiti sul gruppo squadra.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio