Seguici

Calcio

Il Lecco crea e diverte: ad Alessandria è un pareggio prezioso

Convince il nuovo assetto tattico con una mediana più folta. I blucelesti costruiscono almeno quattro palle gol nitide ma trovano un super Pisseri a negare il vantaggio. Nella ripresa Pissardo strega Eusepi dal dischetto

Capogna stacca di testa nel cuore dell'area dei grigi (Foto MATTEO BONACINA/LCN Sport)
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Un altro pareggio, ma su un campo importante e reso pesante dalla pioggia. Il miglior Lecco della stagione per qualità e intensità non finalizza le numerose occasioni da rete create e torna dal Moccagatta con un punto che però dà tanta sicurezza. D’Agostino, finalmente, sceglie di infoltire il centrocampo con un 3-5-2 che regala subito un’ideale copertura degli spazi e confonde le carte all’Alessandria. Foglia, Bolzoni e Marotta non offrono punti di riferimento, bravi nelle due fasi, in difesa e in inserimento. I grigi non trovano linee di passaggio pulite e si affidano ai cross dalla trequarti per le due punte.

Prima conclusione del Lecco al 10′ con Marotta dai trenta metri, rasoterra lontano dai pali. Marotta è una spina nel fianco, arrivando puntuale tra le linee: al 12′ va ancora centralmente al tiro su assist dalla destra di Iocolano, parata.

Alla mezz’ora è Capogna a staccare di testa in avvitamento su cross di Bolzoni, trovando la grande risposta di Pisseri con la mano destra. Altra enorme chance per il Lecco al 40′: Iocolano si accende, girando su se stesso e provando un delizioso pallonetto dal limite dell’area: colpo di reni di Pisseri che alza il pallone sopra la traversa.

Foglia ci prova su punizione

Nella ripresa l’Alessandria riesce ad attaccare meglio, sfruttando di più l’out di sinistra rispetto al primo tempo. Palla in area, fallo di Marzorati e l’arbitro non ha dubbi, indicano il dischetto. A calciarlo è Eusepi, che opta per la soluzione centrale trovando la risposta di piede di Pissardo, tuffatosi sulla sua sinistra. Al 53′ si rivedono i blucelesti: delizioso servizio di Iocolano per Capogna che mette in mostra le sue doti con un controllo in corsa da urlo e scarica un potentissimo sinistro fuori misura.

Al 15′ il Lecco ha la migliore occasione della ripresa: punizione dal limite sinistro dell’area, Foglia calcia in maniera magistrale ma Pisseri vola sotto l’incrocio e ancora una volta dice no agli ospiti.

L’Alessandria ci prova con l’inserimento centrale di Di Quinzio, nessun problema per il portiere lecchese. Da calcio d’angolo un tiro semicasuale di Cauz, Pisseri blocca. Le energie calano, arrivano tiri un po’ improvvisati come quello di Bruccini dai trenta metri parato da Pissardo. Ultime chance all’86’ con Iocolano, ancora capace di una grande giocata che trova sempre super Pisseri, e dall’altra parte con Di Gennaro che di testa la mette fuori di poco.

Finisce in parità, D’Agostino trova una quadra che potrebbe diventare determinante per il prosieguo della stagione, a cominciare dal derby di domenica sera con il Como.

Us Alessandria 0-0 Calcio Lecco 1912

Alessandria (3-5-2) Pisseri; Sini, Di Gennaro, Prestia; Parodi, Casarini, Giorno (dal 34′ s.t. Frediani), Di Quinzio (dal 25′ s.t. Bruccini), Rubin (dal 17′ s.t. Mora); Eusepi (dal 17′ s.t. Arrighini), Corazza (dal 34′ s.t. Stanco) (Crisanto, Chiarello, Gazzi, Macchioni, Bellodi). All. Moreno Longo.

Lecco (3-5-2) Pissardo; Merli Sala, Marzorati, Cauz; Masini, Bolzoni, Marotta (dal 27′ s.t. Celjak), Foglia (dal 44′ s.t. Azzi), Capoferri; Iocolano (dal 44′ s.t. Moleri), Capogna (dal 34′ s.t. Mastroianni) (Borsellini, Lora, Mangni, Liguori, Malgrati, Nannini, Emmausso, Nesta). All. Gaetano D’Agostino.

Arbitro: Catanoso di Reggio Calabria

Note: partita a porte chiuse; terreno in condizioni accettabili. Pomeriggio leggermente piovoso e freddo. Ammoniti Merli Sala, Bolzoni, Di Gennaro, Sini, Cauz. Angoli: 4-5.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio