Seguici

Calcio

Post Alessandria-Lecco, D’Agostino: «Grande partita, ci è mancato solo il gol». Pissardo: «Rigore? Ha preso la mano, ma…»

Soddisfatti il tecnico e il portiere dopo lo 0-0 ottenuto al “Moccagatta”: «Avremmo potuto vincere, Pisseri ha fatto cose importanti»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Rammarico? Un po’ si, ma con estrema moderazione. Alessandria-Lecco è stata soprattutto la partita di Marco Pissardo e Matteo Pisseri, che al “Moccagatta” respingono tutto ciò che si può respingere, costringendo blucelesti e grigi al “pari e patta”. Partita tecnicamente eccelsa quella disputata sotto il plumbeo cielo piemontese, che poco c’entra con quanto visto fino a questo momento. Alidlà della possibilità di fare risultato pieno, non ci può essere che soddisfazione nelle parole di mister Gaetano D’Agostino e dello stesso Pissardo, intervenuti in conferenza stampa dopo il novantesimo.

Alessandria-Lecco: la conferenza di D’Agostino

Mister, una partita tatticamente perfetta:
«Perfetti no, altrimenti avremmo vinto. Pisseri è stato il migliore in campo, son d’accordo, e Pissardo ha fatto una parata importante».

Il rendimento con le big si conferma importante:
«Dobbiamo avere questo atteggiamento, di fame e cattiveria agonistica. Il rendimento con le grandi squadre ce lo portiamo dentro da inizio anno».

Difficoltà sottoporta:
«Dobbiamo concretizzare, ma queste parite si possono anche perdere. Non vediamo l’ora di domenica per fare una grandissima partita»

Il migliore tra Iocolano e Pissardo:
«Anche Capogna ha fatto bene, Bolzoni sta dando esperienza ed equilibrio. Dicono che sembra rinato, ma lui c’è sempre stato. Questo è un gruppo nuovo che si sta conoscendo, i ragazzi facilitano l’inserimento. Stiamo mettendo delle fondamenta, dobbiamo pedalare sempre»

Interni a tre per sempre:
«Ci sono partite su campi pesanti, anche se oggi il terreno era migliore rispetto a Gorgonzola. Serve un atteggiamento propositivo, con voglia di vincere e determinare. La perfezione sono i tre punti, dobbiamo creare e concretizzare in base a questo».

Sul rigore:
«Va rivisto a mente fredda, ora ti dico che molto probabilmente non c’era. A noi mancano quattro punti per queste cose».

1 gol subito nelle ultime 4:
«Dobbiamo costruire l’equilibrio giorno per giorno, la comunicazione facilita molto a farlo. Dobbiamo aver la consapevolezza di essere una buona squadra».

Pochi punti rispetto a quanto creato:
«Ci mancano, oggi come con l’Albinoleffe e anche per le nostre colpe. Potevamo avere 4-5 punti in più, spero di recuperarli per la fine del campionato».

Alessandria-Lecco: la conferenza di Pissardo

Marco, hai evitato un’ingiustizia molto grande:
«Sono una grande squadra, ma li abbiamo aspettati e siamo ripartiti con il giusto atteggiamento. Loro hanno fatto tanto possesso ma hanno calciato solo su rigore».

Il rigore, parato, c’era?
«Ho avuto fortuna e bravura. Non prendere gol è stato importante. Mano è mano, ne ho parlato anche con Lino, ma gli ha tirato da un centimetro e non posso».

Difesa solida:
«Stiamo diventando una quadra, ma è una cosa di gruppo. Quando andiamo in trasferta dobbiamo avere la mentalità di oggi, cercando di non prendere gol come prima cosa. Oggi siamo stati cattivi al punto giusto, rischiamo poco e facendo le diagonali giuste, non subire è stata la ciliegina sulla torta».

Fiducia per il derby?
«Nel 2021 non abbiamo mai perso, eravamo tranquilli e consapevoli del nostro percorso. Non avevamo così bisogno di questa iniezione».

Crescita anche nel singolo:
«Come per tutti i ruoli serve sicurezza e l’acquisisci solo giocando, il giorno dell’esordio non scendevo in campo da tempo. Ogni anno ti rimetti in gioco e serve tempo per trovare la formula giusta».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio