Seguici

Video

AcciaiTubi Picco Lecco, uno spettacolo di rimonta: Albese prova a scappare, ma alla fine il derby è biancorosso. La soddisfazione di coach Milano e Mambelli

Straordinaria rimonta delle biancorosse nel sentito derby con le comasche: partendo da una situazione di netto svantaggio le lecchesi hanno saputo rovesciare il dominio dell’ex capolista

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 5 minuti

Serata di splendida pallavolo nella cornice del “PalaTaurus” di Lecco, dove AcciaiTubi e Tecnoteam se le danno di santa ragione per quasi due ore e mezza prima che sia la squadra di casa ad aggiudicarsi il primo derby dell’anno. Una splendida affermazione, culmine di una rimonta lunghissima e nata quando tanti fattori, punteggio su tutti, facevano pensare a una possibile serata di gloria per Albese Volley. Invece, anche sulla scorta degli ingressi dalla panchina, la Picco Lecco ha saputo cogliere un successo di altissimo livello contro quella che era la capolista del girone “B1” di Serie B1 al termine di uno scontro diretto tra i più belli degli ultimi anni.

Pos. SquadraP.G.V.P.3-03-13-22-31-30-3Set V.Set P.Q. setP.F.P.S.Q. punti
1ACCIAITUBI PICCO LECCO1144021100012343352751.2182
2TECNOTEAM ALBESE V.CO104312101001142.753472531.3715
3CAPO D’ORSO PALAU SS6422110020871.14293373131.0767
4POL. COOP NOVATE MI3413100012490.44442603070.8469
5MONDIALCLIMA ORAGO VA3413100003390.33332202850.7719
6VISETTE SETTIMOMILANESE3413100003390.33332152810.7651
Picco Lecco in vetta alla classifica della prima fase

Il match

Parte subito forte la Tecnoteam AlbeseVolley, che domina letteralmente le prime due frazioni grazie a un’ottima battuta e all’efficienza offensiva delle proprie bocche di fuoco, Zanotto e Gallizioli su tutte. Dall’altra parte del campo la poca tenuta a livello difensivo non aiuta la regista Stefania Dall’Igna a costruire con la sua consueta qualità, così sia Lancini che Martinelli faticano a mettere a terra il pallone. Ed è a fine frazione che coach Gianfranco Milano sceglie di sostituirle con Sonia Ratti e Benedetta Mambelli, nel tentativo di dare una scossa di energia a una squadra in difficoltà come quella biancorossa.

E’ esattamente quello che accade, perché nel terzo set la musica cambia: l’AcciaiTubi cresce vertiginosamente a livello di tenuta difensiva sulle spalle di una Lussana acchiappatutto, acquisendo tanta fiducia sin dai primi scambi anche grazie a una nuova incisività a muro e in battuta, mentre posto 4 diventa l’isola felice in cui Valli e Mambelli raggiungono livelli eccellenti grazie all’assistenza di Dall’Igna. Cambia la musica e la Tecnoteam di coach Cristiano Mucciolo si scompone non appena trova pane per i suoi denti: le percentuali offensive delle comasche calano con il passare del tempo, Ratti si unisce alla festa disputando una frazione di grandissima qualità, la giovanissima Mainetti in battuta dà il suo contributo e l’ace della stessa Mambelli spalanca definitivamente le porte della rimonta. Se possibile, il livello della partita si alza ulteriormente nella quarta frazione: in campo si vedono quasi solamente belle cose e il punto-a-punto resiste fino alla fase più calda, quando anche l’esperienza e la qualità di Elisa Manzano e Martina Focaccia emergono in quelle situazioni in cui un muro in più può fare la differenza tra la vita e la morte sportiva. Anche in questo caso è un mani-fuori di Mambelli a certificare l’aggancio e il rinvio della sentenza finale al tie-break: qui di storia ce n’è poca, perchè la Picco Lecco, ormai lanciatissima, saluta le avversarie sin dalle prime battute e crea un solco che non può essere recuperato; Gallizioli manda sulle travi di legno l’ennesima e ultima bomba di Mambelli, regalando alle padrone di casa una serata di gloria. Anche il derby di pallavolo parla lecchese.

Foto De Cani/Picco Lecco

Mambelli è un martello

Titolo di MVPicco con pieno merito alla schiacciatrice Benedetta Mambelli, in grado di realizzare 21 punti (+18 V-P) nello spazio di tre set e spiccioli; ottima gara anche per Greta Valli (17 punti, +10 V-P) e doppia cifra per capitan Martina Focaccia (12 punti, +8 V-P). Gara in crescendo per il libero Silvia Lussana, che chiude con 60% di ricezione perfetta e un tanto fondamentale quanto fortuito punto realizzato con la spalla nella fase più calda del tie break. Sul lato comasco del campo fanno ottime cose la banda Carlotta Zanotto (21 punti, +12 V-P) e la centrale Michela Gallizioli (18 punti, +16 V-P), ma vanno in doppia cifra anche Valentina Facco (13 punti, +9 V-P) e l’ex Beatrice Badini (11 punti, +9 V-P); a lungo su livelli eccellenti anche il giovane libero Elena Rolando (62% ricezione positiva).

Le interviste

«Di fronte avevamo una compagine molto ostica – ha spiegato Benedetta Mambelli a fine serata -. Siamo state molto ad aspettare e a fare poco nei primi due set. Personalmente ho cercato di trasmettere l’energia che stava fomentando in panchina; insieme abbiamo costruito una bella armata. La pallavolo è un gioco di squadra, se la palla arriva bene in posto 4 è perchè dietro le cose funzionano a dovere; ci serviva la voglia di fare qualcosa in più e null’altro. Siamo prime e loro sono sotto a -1, ma dal punto di vista del morale è un bello schiaffo in faccia»

«Sapevamo che avremmo dovuto giocare a un livello superiore rispetto a quello degli allenamenti – il parere di coach Gianfranco Milano -. Inizialmente non abbiamo espresso nemmeno il 30-40% delle nostre potenzialità, poi grazie a qualche aggiustamento le cose sono riuscite via via sempre meglio, cosa che ci ha permesso di togliere sicurezze ad Albese. Il nostro è stato un crescendo, per noi è stata una bella serata, la quadratura è arrivata nel corso del tempo e tutte le ragazze hanno partecipato secondo le loro caratteristiche; sono contento di avere così tante alternative, mi auguro che questa partita ci dia consapevolezza nei nostri mezzi. Noi lepre? Anche l’anno scorso era così, siamo abituati. A breve inizierà già il girone di ritorno, la seconda fase ci darà più tempo per prepararci al meglio; presentarsi con qualche punto in più farà comodo in vista della fase finale».

AcciaiTubi Picco Lecco 3-2 Tecnoteam AlbeseVolley

Picco Lecco: Lancini 2, Martinelli 6, Dall’Igna, Focaccia 12, Valli 17, Manzano 7, Mandaglio, Mainetti, Ratti 8, Mambelli 21, Lussana (L), Esposito, Grazia. All. Gianfranco Milano.

AlbeseVolley: Facco 13, Cialfi 4, Gabbiadini 9, Gallizioli 18, Zanotto 21, Badini 11, Ghezzi, Bocchino, Baldi, Rolando (L), Mantovani, Castelli. All. Cristiano Mucciolo.

Durata set: 22′, 22′, 29′, 31′, 21′.

Arbitri: Lorenzo Foppoli e Sergio Parisi di Sondrio.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Video