Seguici

Calcio

Post Carrarese-Lecco, D’Agostino: «Campo difficile, non era facile contro una squadra così. Dedica alla famiglia». Azzi: «Contento del mio rapido inserimento, lavoro per mettermi in pari»

Soddisfatto il tecnico dopo il successo ottenuto al “Dei Marmi”: «Loro hanno tanta qualità offensiva». Il centrocampista alla prima rete in bluceleste

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Torna anche alla vittoria esterna la Calcio Lecco 1912, che rompe un tabù lungo tre mesi (15 novembre, Grosseto 1-2 Lecco) e si conferma una delle migliori squadre per rendimento del girone di ritorno. Prestazione molto intelligente allo stadio “Dei Marmi” di Carrara, dove alla squadra di casa è stato concesso tanto palleggio, a tratti sterile, mentre i blucelesti hanno saputo colpire con delle ripartenze micidiali, concretizzate da Paulo Azzi e Simone Iocolano. Un uno-due micidiale cui la squadra di mister Silvio Baldini non ha saputo porre rimedio: per il secondo anno di fila è mister Gaetano D’Agostino a vincere, con assoluto merito, il duello all’ombra delle Alpi Apuane.

Carrarese-Lecco: le parole di D’Agostino

Gaetano D’Agostino BONACINA/LCN SPORT

Mister, oggi avete mostrato un certo cinismo:
«Abbiamo creato tante palle gol, il campo era molto, molto pesante e Bolzoni ne ha pagato le conseguenze. La partita l’abbiamo interpretata bene, è servito un po’ di tempo per trovare gli appoggi. Poi guardiamo il reparto offensivo della Carrarese… Abbiamo fatto un gara maschia, trovando due bei gol. Questa è la Lega Pro, mi dispiace per il gol subito ma sono contento per atteggiamento e interpretazione».

La dedica:
«Va a moglie e figli, che amo tantissimo, visto che oggi è San Valentino».

Lora, un’ottima prestazione dopo un periodo con poco minutaggio:
«Vista la partita con il Pontedera ho scelto di rinunciare inizialmente a Marotta, poi subentrato. Su Filippo mi soffermo: fa sempre gruppo, non ha trovato molto spazio perchè Bolzoni sta facendo molto bene, ma merita veramente i miei complimenti perchè sa stare in uno spogliatoio».

Secondo tempo un po’ rinunciatario:
«Abbiamo mantenuto la difesa del primo tempo e loro hanno cambiato tutti gli attaccanti, era normale a livello di freschezza concedere qualcosa. A parte Cauz, gli altri due (Marzorati e Merli Sala) facevano fatica negli spazi. Conosciamo la Carrarese, ha grande qualità offensiva. Siamo stati poco lucidi, più che rinunciatari, perchè avremmo potuto fargli più male in ripartenza. Possibile fuorigioco? Andrò a rivederlo, avevo il sole in faccia».

Fuori Bolzoni, Marotta ha dato più velocità?
«Ripeto, la scelta è stata fatta anche in vista di mercoledì, quando Bolzoni avrebbe riposato. Hanno caratteristiche diverse, su un campo così pesante mi serve un giocatore come Francesco che permette di non fare sempre uscire il difensore».

Capogna irrinunciabile per caratteristiche?
«Riccardo ha avuto subito un problema all’adduttore con il Como, parlando con lui abbiamo preferito salvaguardarlo visto il campo. Sarebbe stato da stupidi mettere dentro un ragazzo reduce da una settimana a parte, visto l’impegno ravvicinato con il Pontedera e la disponibilità di Mastroianni. Ho preferito mettere Mangni, che ha fatto benissimo il proprio lavoro e li ha fatti correre moltissimo».

Passo in avanti nella mentalità?
«Ho delle idee di gioco che ho le devo soffocare, perchè la squadra deve giocare bene ma è anche in Lega Pro. Meglio essere quadrati ed efficaci piuttosto che belli ma a rischio: ci siamo posti l’obiettivo dei punti, oltre quello di vincere in trasferta mettendo in campo queste caratteristiche, Ricordo il Foggia di De Zerbi: ha dato spettacolo, ma alla fine ha vinto il Pisa di Gattuso».

Il derby ha dato fiducia anche per le prossime partite?
«Dobbiamo pensare partita dopo partita, senza guardare la classifica. I conti li faremo alla fine, dovremo dare sempre tutto per questa maglia. Non dobbiamo ripetere gli errori del post derby d’andata»

Carrarese-Lecco: le parole di Azzi

Paulo Azzi BONACINA/LCN SPORT

Paulo, ti sei subito inserito:
«Sono molto contento e sono felice di essermi subito inserito nel gruppo. Sono stato accolto molto bene e mi fanno sentire tranquillo, mercoledì abbiamo un’altra partita molto importante».

Apertura di Foglia:
«Mi ha messo una bellissima palla, è stato un lavoro di squadra molto importante».

Salto di categoria non problematica:
«Ero già abituato dagli anni precedenti, sono contento di essere stato subito pronto ad affrontare due partite così importanti».

Avete sentito la pressione del post derby?
«Subito dopo la partita il mister ci ha detto di non pensarvi, perchè avevamo tutto da dimostrare. In settimana abbiamo lavorato molto bene, con concentrazione».

Ora altre partite importanti:
«Io sono a disposizione, cercherò di mettermi subito a posto fisicamente, il salto di categoria lo richiede. Sto cercando di lavorare per portarmi in pare, spero di poter essere sempre a disposizione».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio