Seguici

Calcio

Verso Lecco-Juventus U23, D’Agostino: «Sono la squadra più incerta, non dovremo fare una partita d’attesa». I convocati

Il tecnico: «I valori economici in questa categoria si azzerano. Dopo certe spese dovrebbero essere primi a punteggio pieno, ma serve una gestione più dura»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Tra tutti i prepartita della stagione, quelli che conducono verso le sfide alla Juventus U23 sono sicuramente i più strani. Presi singolarmente, i giocatori della seconda squadra bianconera sono nettamente tra i più forti di tutta la terza serie, ma la coabitazione con la Prima Squadra porta a un continuo prelievo (sette convocati anche per Verona-Juventus di questa sera) e a un più rado versamento, portando così a un continuo ingresso di giocatori pescati dalla formazione U19. Difficile, quindi, anche per il Lecco pensare agli avversari di turno; più semplice, per i ragazzi di mister Gaetano D’Agostino, pensare quasi esclusivamente a loro stessi.

Verso Lecco-Juventus U23: la conferenza di mister D’Agostino

Mister, la Juventus U23 è la squadra più misteriosa del girone:
«È la squadra più incerta, sette giocatori sono stati convocati da Pirlo e non sappiamo chi potrà scendere domani. Ci stiamo concentrando molto su di noi, sulla consapevolezza di trovare una squadra tecnica. Ho provato la mia squadra contro un presunto atteggiamento tattico. Il fattore motivazionale deve prevalere sotto l’aspetto tattico».

Infortunati e acciacciati, come va il recupero?
«Bolzoni è rientrato da due giorni. Vedremo, abbiamo vari centrocampisti diffidati e mercoledì giocheremo con il Renate, devo centellinarli. Marzorati e Capoferri sono ok, a parte Purro ho tutti a disposizione, Mastroianni sta gestendo il suo problema alla schiena».

Atteggiamento aggressivo?
«Non dobbiamo fare una partita d’attesa, tecnicamente sono i più forti di tutti. Sono propensi al gioco e a sbilanciarsi, dovremo portarli a sbagliare più passaggi».

Emmausso potrebbe avere le caratteristiche giuste?
«Ha preso un pestone in partitella mercoledì. Michele deve capire che serve più cattiveria per rubare il posto a Iocolano e Mangni, sono necessarie tigna e fame».

Tanti milioni per costruire la rosa della Juve U23:
«Sto pensando a come batterli, in Lega Pro si azzerano tutti i valori economici. A noi serve voglia, un giocatore “base” di questa categoria può avere più fame, vi porto l’esempio di Folorunsho che ho avuto alla Virtus Francavilla, l’abbiamo messo anche fuori rosa e oggi è titolare inamovibile in Serie B alla Reggina. Con quelle cifre dovrebbero essere primi a punteggio pieno, ma serve una gestione più dura nei loro confronti. C’è un problema in questo senso, dato che stanno dietro di noi, ma da non attribuire all’allenatore. Quando trovano squadre che non li fanno giocare vanno in grande difficoltà».

Verso Lecco-Juventus U23: i convocati

Eccezion fatta per Giorgio Galli (infortunio al legamento crociato), Ferndinando Mastroianni (problema alla schiena) ed Ermes Purro (risentimento) mister Gaetano D’Agonstino avrà praticamente tutto il gruppo a propria disposizione. Tutti negativi i tamponi eseguiti sul gruppo squadra.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio