Seguici

Calcio

Verso Pistoiese-Lecco, D’Agostino: «Abbiamo lavorato su alternative di gioco, valutiamo il cambio di assetto». I convocati

Arancioni reduci da una serie di nove partite senza vittorie e in un momento di palese difficoltà: «Sono bravi e arrabbiati, Valiani li stimolerà»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Trasferta numero sedici per la Calcio Lecco 1912. I blucelesti, reduci da due punti nelle ultime tre partite, incrociano gli arancioni, a secco da nove uscite e in grado di vincerne una delle ultime dodici contro la capolista Como (1-0). Reduce dalla battuta d’arresto con la Lucchese (1-0), il neotecnico Sottili dovrà fare i conti con una rosa piena dei tanti “forse” legati al Covid-19, ma i toscani dalla loro potrebbero avere la classica reazione di nervi di chi ha l’acqua alla gola da praticamente tutta la stagione. Abbastanza per portare mister Gaetano D’Agostino a valutare delle variazioni dal punto di vista tattico? Verosimilmente si, ma più nell’atteggiamento che nel modulo di partenza.

Verso Pistoiese-Lecco: le parole di mister Gaetano D’Agostino

Mister, ecco la Pistoiese:
«Sono contento che i loro ragazzi recuperino dal Covid-19, da un certo punto di vista mi viene da ridere perché succede sempre quando gli altri trovano il Lecco. Dobbiamo andare lì e rispettarli, non stanno passando un momento positivissimo ma hanno giocatori bravi e arrabbiati. Valiani, che è di lì ed è il capitano della squadra, ha grandissima cattiveria e la trasmetterà agli altri: dovremo metterci la stessa aggressività».

Che tipo di Lecco ci aspettiamo?
«Avremo tre partite in sette giorni, devo tenerne conto. Ho provato alcune cose, spostando giocatori in ruoli che possono fare. Domani ci saranno delle novità, anche nei ragazzi. Devono stare sulla corda, queste tre partite sono le più importanti: se vinceremo domani e gli altri non faranno altrettanto, saremo la squadra che ha fatto più punti nel girone di ritorno».

Un nuovo incontro contro un tipo di squadra che soffrite:
«Ho cercato di lavorare su delle giocate alternative per essere meno prevedibili. Difensivamente lavoriamo bene e subiamo poco, nelle ultime due gare siamo stati limitati perché ormai ci conoscono. Qualche principio di gioco l’abbiamo cambiato, ma senza stravolgere».

Sulla formazione:
«Non stravolgerò inizialmente, giocherà Masini di sicuro così come Capoferri. Sugli altri ragioneremo, mister Sottili ha fatto solo una partita e ora ha tanti rientri dal Covid-19: prenderemo quante più informazioni possibili»

Sono scelte in ottica minutaggio?
«No, sono legate semplicemente ai giocatori. Martedì ho parlato con il presidente e abbiamo fatto una chiacchierata positiva, non mi ha imposto la loro presenza in campo».

3-5-2?
«Il centrocampo a tre lo sto valutando, può anche essere che passo a quattro dietro. Lo abbiamo provato anche in ottica play-off, ma non veniamo stravolti».

Capogna o Mastroianni?
«Ho provato tutto davanti, anche Mangni come punta centrale. Devo capire se Nando è in condizione, è un bestione che ha bisogno di mettere benzina e certamente almeno una di queste tre la farà dall’inizio. Ci può dare una grande mano».

Reinserimento di Galli in gruppo in ottica play-off?
«Abbiamo preso in considerazione che non ci sarà fino alla fine dell’anno, sono passati quattro mesi e sta iniziando a corricchiare. Chi accelera il recupero nel 90% dei casi incorre in ricadute, non abbiamo l’obiettivo di metterlo in rosa per i play-off».

Hai parlato con Capogna dopo il rigore sbagliato?
«Ci parlo tutti i giorni, so come prenderlo. Sulla scelta del rigorista deciderò domani».

Malgrati come sta?
«Nel giro di una settimana lo rivedremo in campo, la lesioncina muscolare ormai è superata».

Verso Pistoiese-Lecco: i convocati

In casa-Lecco mancheranno per il resto della stagione Giorgio Galli (lesione del legamento crociato destro) e Fabio Foglia (lussazione dell’articolazione astragalo-calcaneare sinistra con interessamento legamentoso), mentre capitan Andrea Malgrati (lesione muscolare) è prossimo al rientro e potrebbe farcela per uno dei due impegni di campionato in programma nella settimana in arrivo; prima chiamata per il promettente Andrea Malinverno, regista della Primavera bluceleste. Negativo l’esito dei tamponi molecolari cui si è sottoposto il gruppo squadra.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio