Seguici

Calcio

Verso Pergolettese-Lecco, D’Agostino: «Squadra che stimo e sta bene. Fatica? Corriamo più di tutti, ma a Pistoia abbiamo anche rincorso». I convocati

I cremaschi sono reduci da due vittorie in tre giorni nonostante le molteplici assenze legate al Covid-19: «Possono qualificarsi ai play-off»

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

La Calcio Lecco 1912 ha il terzo posto nel mirino. Vincendo sull’insidioso campo della Pergolettese, sette vittorie e nove sconfitte in casa, i blucelesti aggancerebbero infatti i piemontesi a quota 58 punti in classifica. Non sarà, questo dicono le premesse, impresa facile: pur con la rosa ridotta ai minimi termini (sedici-convocati-sedici nelle ultime due uscite), i ragazzi dell’ex bluceleste Luciano De Paola hanno vinto in modo convincente sia con Juventus U23 che con Carrarese, mettendo due mattoni molto pesanti in ottica salvezza. Mister Gaetano D’Agostino ha in mano un gruppo tornato a sorridere dopo il meritato successo di misura ottenuto a Pistoia, pur con qualche stremizzi di troppo. Gli ingredienti per assistere a un altro match gradevole, e possibilmente vittorioso, ci sono tutti: i blucelesti, infine, partiranno per la vicina Crema già nella serata di martedì, come da indicazione del patron Di Nunno.

Verso Pergolettese-Lecco: la conferenza di mister Gaetano D’Agostino

Mister, trovate una squadra in buon momento:
«È una buona squadra che sta bene mentalmente e ha raggiunto una sua tranquillità. Li stimo, possono andare oltre, mentre noi ci giochiamo qualcosa d’importante. Possiamo superare almeno una squadra in classifica e vogliamo farlo».

Proseguirai con il centrocampo a tre?
«Sono contento della prestazione di Pistoia, bisogna avere continuità. In questo momento della stagione bisogna avere delle opzioni in più che inducano gli avversari a cambiare».

Che novità ci sono sulla Pergolettese?
«Bisogna valutare coloro che si negativizzeranno, il responso si avrà oggi e, in ogni caso, bisognerà capire anche se si sono allenati o meno. Domani ci sarà già la partita e il Covid è sempre un punto interrogativo. Sono una squadra quasi già salva, che può giocare un brutto scherzo e lottare per entrare nei play-off. Dovremo essere attenti per 95’».

Il Lecco è apparso un po’ affaticato:
«Siamo la squadra che corre più di tutti in Lega Pro. C’è un modo per correre e uno per rincorrere, dopo il vantaggio trovato a Pistoia abbiamo fatto la seconda cosa e ci siamo allungati. È stata, quella, una corsa diversa rispetto a quella dei primi settanta minuti, nell’ultimo quarto d’ora la squadra non mi è piaciuta assolutamente perché non ha avuto fluidità di gioco. Dobbiamo essere gestori del risultato e non conservatori, rischi sempre di prendere un gol del cavolo».

Turnover? Soprattutto in mediana:
«I centrocampisti oggi sono quelli, molto probabilmente ci sarà spazio per Lora, Mastroianni e Azzi».

Su Moleri:
«Sta male, non ha niente di problematico ma ha un dolore continuo sopra il tendine rotuleo che va avanti da due anni. Subentra anche il fattore mentale, soffre perché non può esprimere il proprio potenziale agonistico. Lo stiamo gestendo, quando va in sovraccarico fa fatica anche a correre sul dritto. Gli voglio bene, ha tutta una carriera davanti. Speriamo che fra due settimane ci possa essere aiutare».

Su Malgrati e Liguori:
«Andrea settimana prossima può rientrare, lo stesso vale per Luigi».

Obiettivo terzo posto?
«Di sicuro vogliamo scrivere una pagina importante di questa piazza meravigliosa, finendo la nostra stagione il più in là possibile. Dove concluderemo non lo so, ma vogliamo dare fastidio a tutte facendo sudare settanta camice. Dipende solamente da noi, a fine campionato tireremo le somme».

Pergolettese-Lecco: i convocati

Più di un’assenza in casa bluceleste: mancheranno per il resto della stagione Giorgio Galli (lesione del legamento crociato destro) e Fabio Foglia (lussazione dell’articolazione astragalo-calcaneare sinistra con interessamento legamentoso), mentre capitan Andrea Malgrati (lesione muscolare) è dato per rientrante dopo Pasqua al pari di Luigi Liguori; non convocato Leonardo Raggio. Forfait dell’ultimo momento per Patrizio Masini, che ha rimediato una botta durante la rifinitura; lo staff conta di recuperarlo per la gara di sabato con la Pro Patria. Negativo l’esito dei tamponi molecolari cui si è sottoposto il gruppo squadra.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio