Seguici

Calcio

«Non tutto si sta compensando»

Il duro sfogo arrivato dopo Pergolettese-Lecco potrebbe essere seguito da dei passi ufficiali: sono sei le partite finite sotto la lente d’ingrandimento

Domenico Fracchiolla, girato, discute con De Paola: al suo fianco c'è l'arbitro Longo BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Il post Pergolettese-Lecco, l’abbiamo già detto pochi minuti dopo avervi preso parte, è stato decisamente caldo in casa bluceleste. In casa ospite non sono andate giù soprattutto due decisioni del signor Longo di Cuneo, entrambe prese nel corso del primo quarto d’ora: prima Scardina viene anticipato da Cauz, ma cade in piena area dopo il contrasto e si vede assegnare un calcio di rigore che non c’è; un minuto e mezzo dopo Bakayoko abbatte Iocolano con il pallone a distanza siderale, ma incredibilmente il fischietto piemontese non assegna un penalty solare. Nella ripresa arrivano, in serie, la massima punizione per un fallo su Lora che non c’è (e sa tanto di compensazione come riferito dai giocatori di casa all’ufficiale) e, dulcis in fundo, il finale viene scaldato dall’espulsione comminata in maniera frettolosa a mister Gaetano D’Agostino. Una direzione di gara decisamente negativa che ha fatto sbottare sia il diggì Maiolo che il diesse Fracchiolla, quest’ultimo dettosi pronto a far valere i diritti del Lecco nelle sedi opportune.

Sei partite hanno generato lo sfogo

Come ricostruito, sono soprattutto sei le partite finite sotto la lente d’ingrandimento, caratterizzate da episodi arbitrali discussi di cui s’è parlato lungamente già all’epoca dei fatti:

  • 7^ giornata – Lecco 2-4 Piacenza: nei minuti finali del primo tempo viene assegnato un calcio di rigore a favore dei biancorossi per un fallo di mano involontario di Celjak; sul dischetto si porta Corradi, che trasforma;
  • 8^ giornata – Juventus U23 1-1 Lecco: dopo venti minuti di apnea i bianconeri prendono fiato e ottengono il pareggio grazie a Fagioli, ma il contropiede è viziato da un netto fallo commesso ai danni di Marotta che non viene fischiato;
  • 15^ giornata – Pro Patria 2-1 Lecco: in vantaggio grazie a un gran gol di Colombo, la squadra di casa viene raggiunta a metà primo tempo dall’ex Mastroianni, che svetta all’altezza del secondo palo e mette in rete di testa. Partito in perfetta linea, l’attaccante campano viene invece segnalato in fuorigioco;
  • 19^ giornata – Albinoleffe 0-0 Lecco: la classica partita bloccata messa in piedi dai bergamaschi e sbloccata dal Lecco al 45′ grazie a un’autorete, ma Giorgione cade in piena area: non c’è fallo, ma il direttore di gara ha un’idea diversa e assegna il calcio di punizione;
  • 20^ giornata – Giana 1-1 Lecco: a venti minuti dalla fine un rimpallo tra Iocolano e Palazzolo finisce sul braccio sinistro di quest’ultimo; sarebbe calcio di rigore, ma anche in questo caso il fischio arbitrale non arriva;
  • 33^ giornata – Pergolettese 2-2 Lecco: come detto, sono soprattutto il primo penalty assegnato ai padroni di casa e quello non fischiato per l’intervento su Iocolano ad aver generato la forte presa di posizione arrivata davanti alle telecamere.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio