Seguici

Calcio

Verso Lucchese-Lecco, D’Agostino: «Se avessi bisogno farei giocare anche il magazziniere. Il pareggio non va bene a nessuno: si partirà forte». I convocati

Centottanta minuti a disposizione, l’obbligo di vincere della Lucchese e un ultimo tentativo di assalto al terzo posto: tanti ingredienti per un match che si presenta come appassionante

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Ora o mai più. Per la Lucchese, che deve vincere per mantenere acceso il lumicino di speranza legato ai play out (troppo ampio il -12 dalla Giana Erminio e anche il potenziale -11 dalla Pro Sesto), ma anche per un Lecco voglioso di provare un ultimo assalto al terzo posto oggi difeso dell’appena battuta Pro Vercelli. Le scorie del “Piola” priveranno mister Gaetano D’Agostino di almeno cinque giocatori per la gara del “Porta Elisa”, ma in questi casi gli obiettivi e lo scarso residuo di tempo a disposizione valgono più della classica occhiata all’elenco di quelli che, per cause di forza maggiore, non ci faranno parte dello scarno gruppo che nel primo pomeriggio partirà alla volta della Toscana.

Verso Lucchese-Lecco: la conferenza di mister Gaetano D’Agostino

Mister, che partita sarà?
«Alla Lucchese serve solamente la vittoria, non possono né pareggiare né tantomeno perdere, mentre noi vogliamo scalare la classifica. Credo partiranno forte per portare la gara a loro favore, dovremo avere un buon ritmo e dovremo essere pronti ad affrontare una partita maschia, agonisticamente forte e lucida per togliergli l’entusiasmo iniziale».

Farai delle scelte legate alle diffide?
«Il gruppo è questo, rientreranno Cauz e Mangni. Quelli che saremo saremo, dovremo dare il massimo perché la partita è importante. Qualcosa m’inventerò».

Mediana a tre o tridente?
«L’uomo più adatto a fare la mezz’ala sinistra credo che sia Nannini per qualità, dinamismo e capacità di dare copertura. Lora e Masini stanno dovranno dare equilibrio».

Tanti giovani reggeranno l’impatto avversario?
«Nesta e Nannini sono tra quelli che hanno giocato di più complessivamente insieme a Capoferri. Gian Marco ha avuto dei problemini che ora si è messo alle spalle. La Lucchese ci lascerà degli spazi da attaccare a lungo andare, avremo spazio da poter attaccare alle loro spalle. Il giovane deve fare questo tipo di partite e tirare fuori il carattere se vuole diventare giocatore; grinta e personalità sono fattori fondamentali per fare una buona carriera».

Attenzione a Bianchi, attaccante del 2001 da 13 gol:
«A me piace molto, penso che andrà in Serie B o farà un altro campionato di Serie C, questa volta in una squadra che punta a vincere. Gioca molto spensierato ed sicuro di sè. Dovremo stare soprattutto attenti a lui».

Sulla previsione di una prima mezz’ora intensa:
«L’ho detto prima, partiranno forte per delineare la partita e noi dovremo saper rispondere colpo su colpo. Ci temono e rispettano, lo stesso vale per noi: questa partita non può finire “X”, se dopo la prima mezz’ora non sarà successo nulla dovremo rimanere corti e approfittare di un possibile calo di lucidità da parte loro. Se andassero in vantaggio diventerebbe dura per noi, metterebbero gli autotreni davanti alla porta…».

Sul ritorno alla difesa a “3”:
«Si, l’abbiamo sempre fatta. Molto probabilmente andremo lì con il 3-5-2, dando ampiezza con gli esterni, attirandoli verso di noi per sfruttare il ribaltamento sul loro lato debole».

Sul giovane Malinverno:
«Noi l’abbiamo chiamato per merito come Nuzzo e Ronci in precedenza. Avrei voluto portarlo già prima, mi piacerebbe farlo esordire ma serve gente molto muscolare lì in mezzo; lui è un play che si sta adattando nel ruolo di mezz’ala».

Sulla posizione di Celjak:
«Può fare il centrale o l’esterno, viene da due gol di fila e ha il cross più pulito di tutti. Se gli chiedessi di fare il trequartista farebbe anche quello, ma domani starà al fianco di Malgrati».

Sul recupero di Moleri:
«Spero di portarlo tra i convocati. Deve fare un rientro graduale dopo i problemi al ginocchio e i dieci giorni di Covid-19, non voglio che si faccia nuovamente male. Se serve lottare, lui entra e non si fa problemi. Farei entrare anche il magazziniere se ci fosse bisogno».

Verso Lucchese-Lecco: i convocati

Le certezze sono rappresentate dalle assenze di Giorgio Galli (lesione del legamento crociato destro), Fabio Foglia (lussazione dell’articolazione astragalo-calcaneare sinistra con interessamento legamentoso), Marco Pissardo (lesione di secondo grado al bicipite femorale destro), Ermes Purro (problema muscolare), Francesco BolzoniLino MarzoratiMatteo MarottaIvan Merli Sala e Riccardo Capogna, tutti squalificati. Verso il recupero Doudou Mangni (problema al tendine d’Achille), Cristian Cauz, Marco Moleri, entrambi negativizzati, chiamati i giovani Primavera Filippo PulzeEdoardo Villa, portieri, e Andrea Malinverno, centrocampista. L’elenco dovrebbe essere comunicato una volta appreso l’esito dei tamponi cui si è sottoposto il gruppo squadra.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio