Seguici

Calcio

Primavera 3: partita assurda, la Pro Patria batte il Lecco all’ultimo respiro. Pulze e Bonadeo infortunati

Batti e ribatti continuo tra blucelesti e biancoblù, ma le Aquile hanno dovuto giocare la fase finale senza un portiere di ruolo a causa degli infortuni. Rissa nel recupero

Fabio Cateni BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Non basta il cuore alla Primavera della Calcio Lecco 1912 per strappare almeno un punto al termine di una partita decisamente movimentata con la Pro Patria. La seconda squadra bluceleste deve fare i conti ancora con una sfortuna nera, tradottasi negli infortuni di Luca Bonadeo e del subentrato Filippo Pulze, che hanno costretto mister Roberto Mastrolonardo a mandare tra i pali Lorenzo Fusto nel finale. E si che i primi settanta minuti erano stati abbastanza regolari: partenza abbastanza contratta di entrambe le compagini e occasioni zero fino al 33′, quando Nuzzo ha centrato la traversa su azione da fermo. A ridosso del duplice fischio la situazione si è, invece, decisamente smossa: al 44′ Pezzotta ha cercato il coast-to-coast e, dopo il tentativo di recupero della difesa, la palla è finita sui piedi di Cateni che, dal limite dell’area, ha scaricato un bel destro all’angolino basso su cui Di Lernia non è riuscito a porre rimedio. Finita qui? No, decisamente: al 46′ appena scoccato Avinci ha colpito palla e traversa, causando il tap-in della sfera sulla schiena dello sfortunato Bonadeo.

Ripresa folle

Nella ripresa le squadre sono tornate a disputare una partita tattica, ma al 21′, ancora su un calcio di punizione rivedibile assegnato sulla trequarti offensiva, Zeroli ha anticipato Bonadeo e ha messo in fondo al sacco; danno e beffa per il portiere bluceleste, una presenza con la Prima Squadra in Serie C, che sarà costretto ad abbandonare il campo una decina di minuti dopo per il postumi dello scontro con la spalla destra del giocatore ospite. Dentro Pulze. La partenza è ancora lanciata: al 25′ Abri è entrato male su Nuzzo, dando la possibilità a Romeo di rimettere subito in equilibrio la partita, ma la conclusione del “10” è a mezza altezza ed esalta Di Lernia. Al 33′ Pulze ha anticipato Russo su un bel cross arrivato dalla destra, ma lo scontro, violento, con l’attaccante ospite ha costretto anche il subentrato portiere bluceleste a lasciare il campo in favore dell’improvvisato Fusto. Il Lecco, comunque, non ha mollato, conquistando il punto del pareggio allo scoccare del 90′: cross di Nuzzo dalla sinistra, zuccata di Arienti dal limite dell’area piccola su cui Di Lernia non ha fatto un figurone e 2-2 sul tabellino. Finita? Di nuovo, ovviamente no: al 94′ Pisan ha lanciato lungo per Alquati, Medici non ha trovato l’impatto con il pallone e l’attaccante ospite ha avuto gioco facile nel battere Fusto da zero metri; poi, appena ripartiti, Nuzzo ha avuto l’occasionissima per fare 3-3, ma dal limite dell’area piccola ha sostanzialmente masticato il tiro con il mancino. Nel lunghissimo finale Ronchi ha dovuto gestire anche il veemente scontro tra le due fazioni all’altezza della panchina ospite, che ha allungato il match fino al minuto numero 103, quando Nuzzo ha sparato di poco alto da ottima posizione su azione da calcio d’angolo. Nel finale il battibecco è proseguito e ha portato all’espulsione di Sala tra le fila dei blucelesti.

Lecco 2-3 Pro Patria (1-1)

Marcatori: Cateni (L) al 44’; Bonadeo (PP) aut. al 45’+1’; Zeroli (PP) al 66’; Arienti (L) all’89’; Alquati (PP) al 90’+4’.

Lecco: Bonadeo (Pulze dal 73’; Fusto dall’83’); Bonsi, Vimercati (Sala dall’87’), Malinverno, Sandrini, Medici, Castillo, Cateni (Arienti dal 73’), Pezzotta, Romeo (Cicoria dall’87’), Nuzzo. A disposizione: Moja, Veneruso, Mendillo, Sberna, Gini, Ronci, Annibale. Allenatore: Roberto Mastrolonardo.

Pro Patria: Di Lernia, Bressan, Pisan, Piran, Zeroli, Pinton (Abri dal 64’), Costantini, Pasku, (Moretto dall’89’), Giardino (Alquati dall’89’), Mei (Russo dal 46’), Avinci. A disposizione: Ferè, Cortesi, Montalbano, Gorla, Iemma, Castiglioni, Ferragina. Allenatore: Andrea Vecchio.

Ammoniti: Malinverno, Mastrolonardo (allenatore) per il Lecco; Bressan, Piran, Costantini, Vecchio (allenatore) per la Pro Patria.
Espulsi: Sala del Lecco per proteste a fine partita.

Arbitro: Sig. Alfredo Ronchi di Monza (Andrea Colitti di Cinisello Balsamo e Giuseppe Dieli di Monza).

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio