Seguici

Volley

AcciaiTubi, la spina si stacca sul più bello: Capo d’Orso si regala un’impresa e vince gara-1 al tie break

Il primo faccia a faccia va alle padrone di casa: partita lunga, ma quasi mai realmente combattuta. Ampi i distacchi in quasi tutti i parziali. Sabato prossimo la decisiva gara-2

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

La nottata che l’AcciaiTubi Pallavolo Lecco Alberto Picco passerà in Sardegna sarà certamente un po’ amara dopo la sconfitta patita in gara-1 di semifinale play off. Le biancorosse cedono per la seconda volta in stagione a Capo d’Orso Palau e tra una settimana saranno nelle condizioni di dover vincere gara-2 (3-0 o 3-1 per scongiurare il golden set) per garantirsi un posto nella finale nazionale. Lungo e ondivago tutto l’andamento del match, lungo ma paradossalmente quasi mai tirato nel punteggio e nell’andamento. Fa, infatti, eccezione solamente solo il primo set (25-21), mentre gli altri quattro parziali vedono sempre una delle due compagini prevalere nettamente sull’altra; non fa difetto il tie break: le biancorosse staccano improvvisamente la spina della corrente, concedendo alle padrone di casa di scappare a ridosso del cambio di campo (8-6) e vincere quasi agilmente il parziale decisivo.

La partita

Coach Milano schiera in campo il sestetto titolare con Dall’Igna in regia, Ratti opposta, Lancini e Valli schiacciatrici, Focaccia e Manzano al centro e Lussana libero.

In avvio di match le due formazioni, complici alcuni errori su entrambi i fronti, si scontrano in sostanziale equilibrio fino al punteggio di 8-8. Tre errori delle biancorosse concedono il vantaggio a Palau che si porta dapprima sul +3 (12-9) per poi allungare a +5. La Picco prova a reagire, con le giocate di Sonia Ratti e Greta Valli, ma sono ancora una volta le padrone di casa a condurre (23-20) e vincere il parziale (25-21).

Il secondo set si apre con le Lecchesi che si portano subito avanti (2-7), grazie agli ace di Dall’Igna e Valli, conquistando un discreto vantaggio che riescono a mantenere e poi incrementare in tutta la fase centrale del parziale (11-19). Nulla da fare per le sarde che, non riescono nella rimonta (12-23): è un secondo tocco di Dall’Igna a chiudere il set 14-25 e riportare il match in parità sull’ 1-1.

Il terzo parziale vede di nuovo la Pallavolo Palau condurre il gioco con le ragazze di coach Gianfranco Milano costrette ad inseguire (10-6).  La Picco Lecco prova la reazione ma la rimonta sembra non riuscire: sul 17-11 è il turno di Giulia Biava, all’esordio con la maglia biancorossa, che subentra a Greta Valli. Esce Ratti in favore di Martinelli, ma la musica non cambia: sono troppi gli errori concessi e il parziale è in favore delle padrone di casa (25-15).

La quarta frazione vede tornare a guidare il gioco la formazione della Picco Lecco che, con Lancini, Valli e Martinelli conquista un margine di 4 punti sulle avversarie (6-10). Le biancorosse schiacciano sull’acceleratore e sul 10-16 una palla dubbia, costa alla formazione di casa un cartellino rosso per proteste (10-17). Palau sembra aver perso la concentrazione e non riesce a reagire a una Picco Lecco cinica e determinata (16-25): è nuovamente tie break.

Il quinto e ultimo parziale dell’incontro vede le formazioni affrontarsi in un botta e risposta con le padrone di casa che giungono al cambio campo in vantaggio 8-6. Cambio di diagonale per la Picco sul 10-6: entrano Mandaglio e Ratti su Martinelli e Dall’Igna. Ancora errori per le biancorosse, che concedono troppo alle avversarie che sono brave ad approfittare e mettere in cassaforte la vittoria del set (15-8) e dell’incontro per 3-2.

Pallavolo Capo d’Orso Palau 3-2 Pallavolo Lecco Alberto Picco (25-21, 14-25, 25-15,16-25, 15-9)

«Trasferta difficile, lo sapevamo – ha commentato capitan Martina Focaccia a fine gara -. È una squadra che sa giocare, ha esperienza. È mancata la lucidità nei momenti di pressione, quando eravamo sotto, e soprattutto nei momenti finali quando la stanchezza ha iniziato a farsi sentire. Non siamo state abbastanza brave a trovare soluzioni nell’immediato. Adesso abbiamo una settimana per capire cosa non ha funzionato nei momenti chiave della partita e lavorare per poter provare a ribaltare il risultato».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Volley