Seguici

Volley

AcciaiTubi Picco Lecco, la carica del “Bione” non basta: derby alla TecnoTeam, ad Albese servirà l’ennesima impresa

Meritato il successo delle comasche (1-3), tenute a distanza solo durante il terzo set. Biancorosse a lungo contratte e non incisive in alcuni fondamentali

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Va alla TecnoTeam AlbeseVolley il primo dei due derby che decideranno quale squadra del Lario salirà in Serie A2. Le comasche si sono imposte (1-3) con tanto merito all’interno del rovente palazzetto del “Bione”: rovente per l’eccessiva quantità di caldo venutasi a formare e anche per il ritorno del (contingentato) pubblico entrato su invito. L’AcciaiTubi ha approcciato il match in maniera decisamente contratta, sbagliando tantissimo nei primi due set, e si è mostrata sciolta solamente durante il terzo parziale, quando una maggior efficacia dei fondamentali si è tradotta in un ampio e non casuale vantaggio. Poi, nel quarto e decisivo set, battuta e rendimento sottorete, eccezion fatta per la giovane Grazia, sono tornati a non essere all’altezza di quanto le biancorosse hanno saputo fare fino a questo momento: questo ha scavato, punto dopo punto, un solco incolmabile con le avversarie. Ad Albese con Cassano, sempre senza le scatenate compagne e tifose Focaccia, Mambelli e Facchinetti, servirà almeno la stessa impresa realizzata durante il return match di campionato, quando le lecchesi seppero vincere con il risultato (1-3) che regalerebbe un golden set in cui si condenserebbe tutto il lavoro di un anno assurdo e di una stagione agonistica compressa in pochi mesi.

Top scorer dell’incontro sono Camilla Grazia con 15 punti, Sonia Ratti (11) e Arianna Lancini (9). A seguire Valli (5), Manzano (3), Martinelli (3), Biava e Dall’Igna (2) e Mainetti (1). MVPicco del match è Silvia Lussana (50% ricezione positiva e tante giocate di pregio in difesa) che, baluardo della difesa biancorossa, ha messo in campo una prestazione come sempre di tutto rispetto. Straordinaria la prestazione di Carlotta Zanotto tra le fila comasche: 19 punti, +13 V-P e il 34% in ricezione perfetta. Doppia cifra anche per Facco (15 punti) e Gallizioli (10 punti). Solidissima Rolando in ricezione e difesa: 67% in ricezione perfetta.

Foto DE CANI/PICCO LECCO

AcciaiTubi Picco Lecco 1-3 TecnoTeam AlbeseVolley

Parziali: 17-25, 18-25, 25-15, 17-25.

Picco Lecco: Dall’Igna 2, Lancini 9, Valli 5, Ratti 11, Manzano 3, Grazia 15, Lussana (L), Martinelli 3, Mandaglio, Mainetti 1, Biava 2. Ne: Esposito, Chiappa (L). All. Gianfranco Milano.

Albese: Cialfi 6, Gabbiadini 7, Zanotto 19, Facco 15, Gallizioli 10, Badini 5, Rolando (L), Ghezzi 1, Mantovani, Bocchino 3, Baldi 2. Ne: Castelli. All. Cristiano Mucciolo.

Durata set: 25′, 28′, 25′, 28′.

Le interviste

Queste le parole del coach Gianfranco Milano al termine del match:
«Il quarto set è stato la chiave di volta della partita, sia per la vittoria di albese che per noi per portarle al quinto set. Sinceramente dovevamo lavorare meglio in alcune situazioni, abbiamo le possibilità per farcela. Abbiamo battuto molto piano e in alcune situazioni il gioco non è stato veloce sulle bande. Siamo riusciti a recuperare e fare bene nel terzo set, abbiamo indovinato una serie positiva di battute. Il terzo set è sicuramente un esempio di come potremmo giocare. Per arrivare in questa fase finale abbiamo superato mille difficoltà e anche adesso dobbiamo tirare fuori tutto quello che abbiamo. Dobbiamo provarci, e tentare di riportare il punteggio in parità per arrivare al golden set. Il servizio crea sempre dei break. Noi siamo bravi a muro riusciamo a concretizzare maggiormente. Ci sono alcune situazioni in cui abbiamo difficoltà maggiori. Non c’ è un fondamentale che, lavorandoci sopra, ci possa permettere di svoltare. L’obiettivo sarà quello di portarsi a casa la gara, soffrendo magari su qualche fondamentale ma cercando di fare bene».

Queste le parole di Silvia Lussana al termine del match:
«Sicuramente dobbiamo rifarci subito nella partita di sabato prossimo perché si può perdere ma il rammarico è tanto. Possiamo sicuramente giocare molto meglio. Ci sono state parecchie difficoltà in questa partita. La pressione a questo punto c’è ed è limitante per noi. Siamo sicuramente stanche, ci stiamo allenando fino alla morte e dobbiamo essere tranquille. Oggi secondo me abbiamo sbagliato tanto, non penso per la pressione. Analizzeremo in settimana la prestazione ma dobbiamo essere positivi: abbiamo le possibilità per farcela. Oggi abbiamo battuto male, non abbiamo rischiato e siamo state poco coraggiose in questo fondamentale. Sicuramente possiamo fare meno errori e battere sicuramente meglio».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Volley