Seguici

Volley

AcciaiTubi, sogno spezzato. La TecnoTeam domina e merita: è Serie A2

Alle biancorosse non riesce l’impresa dopo la sconfitta dell’andata: i primi due set regalano alle comasche la meritata promozione in cadetteria

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 4 minuti

Si spengono al PalaPedretti le residue speranze di promozione in Serie A2 per l’AcciaiTubi Pallavolo Lecco Alberto Picco. Dopo la sconfitta (1-3) patita in gara-1 al “Bione” le biancorosse cedono con lo stesso risultato anche in gara-2, concedendo alla TecnoTeam AlbeseVolley il meritato lasciapassare per l’accesso alla categoria superiore. Così come accaduto tra le mura del palazzetto lecchese, anche dall’altra parte del Lario le comasche si dimostrano più in palla nel momento chiave della stagione. Alle biancorosse rimane, al netto dell’amarezza, l’orgoglio per aver disputato una grande stagione nonostante le difficoltà che hanno accomunato tutte le squadre cui si sono aggiunte, strada facendo, le pesanti defezioni di Fabiola Facchinetti, Benedetta Mambelli e Martina Focaccia. Già il solo regalarsi la possibilità di guadagnare la promozione rappresenta un bel traguardo nell’anno del cinquantesimo anniversario di fondazione.

La partita

Coach Gianfranco Milano manda in campo il sestetto quasi consueto con Dall’Igna in regia, Martinelli opposta, variazione rispetto alla titolarità di Ratti in gara-1, Lancini e Valli schiacciatrici, Grazia e Manzano al centro e Lussana libero.

In avvio di match le due formazioni sembrano studiarsi a vicenda (4-4) ma sono le padrone di casa ad accelerare e portarsi avanti sul 9-5. La Picco Lecco fatica ad entrare in partita, confermandosi molto poco incisiva in battuta, e Albese ne approfitta allungando a +10 in un amen. Si chiude sul 25-15 e, di fatto, le speranze di rimonta muoiono qui. Nel secondo parziale, infatti, partono subito forte le padrone di casa (8-3) che trascinate da Cialfi in regia e Zanotto in attacco dilagano (15-6) sin da subito. Niente da fare per le biancorosse: la reazione non arriva, la TecnoTeam ne approfitta nuovamente conquistando il set (25-13) e staccando il pass per la serie A2.

Ci sono altri due set da affrontare: Milano e Mucciolo mandano in campo le seconde linee e sul lato biancorosso si mette in bella mostra la giovanissima schiacciatrice Esposito, che trova continuità in attacco e chiude a ridosso della doppia cifra (8 punti). Il terzo parziale va all’AcciaiTubi, mentre nel quarto, grazie a una rimonta nel finale, è la TecnoTeam a regalarsi gioco, set e incontro.

DE CANI/PICCO LECCO

Zanotto, il solito killer. Lancini e Ratti in doppia cifra

È quasi esercizio inutile dirlo, vista la grande efficacia in entrambe le gare, ma sono soprattutto la schiacciatrice Carlotta Zanotto (13 punti, +10 V-P) e la palleggiatrice Caterina Cialfi (6 punti, +5 V-P) a griffare anche il match di ritorno. Doppia cifra, in casa comasca, anche per l’ex Beatrice Badini (12 punti), emersa soprattutto negli ultimi due set. Per quanto riguarda l’AcciaiTubi, superano la fatidica quota Arianna Lancini (11 punti, +3 V-P) e Sonia Ratti (10 punti, +4 V-P), seguite da Martina Martinelli (8 punti), Camilla Grazia (8 punti) e dalla brava schiacciatrice 17enne Laura Esposito (8 punti, +5 V-P). Buona la prova di Silvia Lussana in ricezione (50% positiva) e difesa.

TecnoTeam AlbeseVolley 3-1 AcciaiTubi Pallavolo Lecco Alberto Picco

Parziali: 25-15, 25-13, 19-25, 25-23.

Albese: Cialfi 6, Zanotto 13, Gabbiadini 2, Facco 2, Badini 12, Gallizioli 8, Rolando (L), Ghezzi 2, Mantovani 2, Bocchino 5, Baldi 4, Castelli 8. All. Cristiano Mucciolo.

Lecco: Dall’Igna, Lancini 11, Valli 3, Martinelli 8, Manzano 6, Grazia 8, Lussana (L), Mandaglio 2, Mainetti, Ratti 10, Esposito 8, Biava 2. All. Gianfranco Milano.

Durata set: 26′, 21′, 24′, 28′.

Righetti: «Vogliamo rimanere a questo livello»

Queste le parole del Presidente Dario Righetti al termine del match:
«Indubbiamente le due sconfitte subite in finale non oscurano le due annate che abbiamo fatto sempre ai vertici della regular season. I play off, si sa sono sempre un terno al lotto e Albese ha giocato nettamente meglio di noi in entrambe le gare meritandosi sicuramente la promozione. È tanto tempo che giocano a questo livello mentre noi siamo qui solamente da pochi anni: diciamo che continuiamo il nostro percorso di crescita continua e faremo in modo di non mollare e riprogrammare la stagione futura per essere sempre ai vertici della Serie B1 e del Settore Giovanile. La delusione c’è, ma siamo stati noi a non giocare le due partite come avremmo potuto. Onore ai vincitori. Quando il livello si eleva è sempre difficile competere: vedere Esposito e Mainetti, ragazze giovani, competere a questi livelli è sicuramente un punto di partenza importante. Un ringraziamento particolare va a tutti quanti, alle ragazze, allo staff e agli sponsor che ci hanno accompagnato e che ci accompagneranno ancora nel futuro».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Volley