Seguici

Calcio

Calcio Lecco, il mercato rallenta? Sala a Renate, piace Tordini, attesa per Masini. Per gli over servirà tempo

Piace il giovane attaccante del Novara, che ha dominato l’ultimo girone di Primavera 3 e ha giocato 10 gare con la Prima Squadra. Per gli over…

Mattia Tordini BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Fase interlocutoria per i trasferimenti in casa Calcio Lecco 1912. Si lavora, al momento, soprattutto per chiudere alcune operazioni legate ai giovani, a quegli under nati dal 1999 in poi che potrebbero garantire un certo ingresso dal punto di vista economico. I blucelesti hanno in rosa i vari promossi Ferrara, Pulze, Bonadeo, Medici, Haidara, Malinverno, Lanotte, talentino classe 2005 dell’Under 17 arrivato un anno fa dall’Accademia Inter e subito messosi in luce con una doppietta realizzata a Vercelli, e gli acquisiti, con varie formule, Enrici, Lakti, Buso, Petrovic, Reda, Bia e, di fatto, Masini. Di questo gruppo avrebbe dovuto far parte anche il centrocampista Alessandro Sala, classe 2001 che invece il Milan ha mandato a maturare al Renate.

A breve potrebbe arrivare, invece, l’attaccante classe 2002 Mattia Tordini, che nel corso degli ultimi anni ha vestito, in sequenza, le maglie di Inter, Novara, Torino e ancora Novara: con gli azzurri ha dominato il girone di Primavera 3 in cui era presente anche il Lecco, segnando 9 gol in 16 partite giocate da seconda punta e accumulando 301′ (10 partite) con la maglia della Prima Squadra. E proprio la complessa situazione dei piemontesi, che hanno depositato il ricorso al Collegio di garanzia del Coni dopo l’esclusione dalla Serie C, potrebbe aprire le porte al trasferimento dal lago Maggiore al Lario.

E gli over?

Per quanto riguarda i due-tre pezzi “pesanti” che il diesse Domenico Fracchiolla vorrebbe dare a mister Mauro Zironelli il discorso è molto semplice: sui Sarao, Mangni e Firenze, per dirne tre noti ai più, non è possibile lavorare “a zero”, ma servirà soprattutto la voglia della proprietà Di Nunno d’investire su altri over. E, per il momento, la dirigenza bluceleste sembrerebbe non avere gli argomenti necessari per affondare e chiudere determinate operazioni. Difficile, molto difficile, che se ne riparli prima di agosto inoltrato, magari dopo che le prime amichevoli (con Monza e forse Casatese) avranno restituito un po’ dell’entusiasmo che il patron ha perso nel corso dell’ultimo anno e mezzo, pesantemente colpito da una pandemia che ha lasciato indenni ben poche realtà imprenditoriale in tutto il Paese.

Se non altro, non ci sono fuggi fuggi alle porte: Simone Iocolano e Cristian Cauz, i pezzi più chiacchierati della rosa bluceleste, si sono regolarmente presentati lunedì mattina al “Rigamonti-Ceppi” e il Lecco non ha intenzione di lasciarli partire senza un adeguato corrispettivo economico. Di offerte per il difensore, comunque, ce ne sarebbero ed evoluzioni potrebbero verificarsi nel corso delle prossime ore.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio