Seguici

Calcio

Pagelle | Lecco, settanta minuti di grande calcio: ora il killer instinct. Tordini, momento magico. Giana, è troppo poco

L’attaccante gestisce bene ogni pallone, tra cui quello che porta al suo gol-partita. Mastroianni e Zambataro, prestazioni di gran qualità

Mattia Tordini BONACINA/LCN SPORT
Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Calcio Lecco 1912 7: settanta minuti di calcio avvolgente ed efficace, tanto l’azione del gol di Tordini è da guardare e riguardare. L’investimento in termini di energie e palleggio non porta al raddoppio, di conseguenza nel finale arriva qualche momento d’ansia di troppo.

Pissardo 6,5: lunghi minuti da quasi disoccupato, poi deve intervenire in tre-quattro occasioni. Il portiere forte lo vedi soprattutto lì.

Merli Sala 6,5: domina l’area e porta a casa tutto quello che passa dalle sue parti. Il suo livello di gioco si è elevato ancora.

(dal 36′ st Celjak sv).

Marzorati 6: solido e intelligente, a Perna concede un po’ di campo solo a trenta metri dalla porta.

Enrici 6,5: altra prestazione sugli scudi, anche con il pallone tra i piedi.

Zambataro 7: inizia ad avere una gamba decisamente interessante. La Giana non lo prende praticamente mai e lui rischia di siglare il raddoppio.

(dal 36′ st Battistini sv).

Masini 6: rispetto alla partita con il Legnago tocca decisamente meno volte il pallone ed è più precipitoso, ma in interdizione non ne lascia in giro uno.

Lora 6,5: imposta quando serve e ricuce quando è necessario. Nel finale va un po’ in difficoltà fisica e, non a caso, il Lecco perde un po’ di campo, ma per il mediano è un’altra prestazione assolutamente positiva.

Giudici 6,5: un solo acuto, ma è quello che permette a Masini di andare in gol. Dici poco.

(dal 20′ st Kraja 6,5: entra carico e puntella la mediana con una buona doppia fase).

Tordini 7,5: è in un momento magico. Apertura illuminante e inserimento con i tempi giusti per il gol che decide la gara, poi rischia il raddoppio con un gran destro dal limite che sbatte sul palo. Momento magico.

(dal 26′ st Ganz 6: una decina di minuti per carburare, poi allunga la squadra correndo in verticale e aiuta a tenere lontani i pericoli).

Iocolano 6: da una sua accelerazione parte l’azione che sblocca la gara. Negli ultimi trenta metri manca ancora qualcosina, ma è solo questione di tempo.

(dal 36′ st Lakti).

Mastroianni 6,5: la parte negativa è nella lucidità sottoporta che ancora manca, ma la sua partita è di gran qualità. Sponde, corse a destra e a manca, una gran imbucata per Zambataro. Nando ha lasciato la valigia a terra e si è ripreso il Lecco con due prestazioni al top.

All. Zironelli 6,5: il Lecco, lo diciamo da tempo, ha subito avuto una fisionomia chiara e a Gorgonzola ha dominato in lungo e in largo per un’ora abbondante. Picchierà sul tasto della concretezza, ne siamo certi, ma il potenziale si vede già tutto.

Giana Erminio 5,5: venti minuti all’arrembaggio non possono bastare per salvare una gara passata a lungo in balìa dell’avversario.

Zanellati 6; Carminati 5,5, Bonalumi 5, Magli 5,5 (dal 34′ s.t. Messaggi sv); Perico 5,5, Ferrari 6 (dal 21′ s.t. Tremolada 6), Pinto 5,5 (dall’11’ s.t. Palazzolo 6), Cazzola 6, Colombini 6 (dall’11’ s.t. Magri 6); A. Corti 6, Perna 5,5 (dal 21′ s.t. D’Ausilio 6). All. Brevi 5,5.

Arbitro sig. Giuseppe Mucera di Palermo 6: pasticcia un po’ con il metro per gran parte della gara, ma legge bene l’azione quando Bonalumi colpisce Mastroianni e si guadagna il secondo giallo.

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio