Seguici

Calcio a 5

Lecco C5, la partenza è alle porte. Maruccia: «Gruppo giovane e di qualità». Parrilla: «Faremo il meglio possibile»

Sabato 9 ottobre parte la nuova stagione di Serie A2 con la trasferta sul campo del Monastir Kosmoto, squadra del Sud Sardegna. C’è fiducia dopo la straordinaria promozione

Condividi questo articolo sui Social
Tempo di lettura 3 minuti

Periodo di preparazione per il Lecco Calcio a 5. La giovane squadra bluceleste sta lavorando a tutta per presentarsi al meglio quando, il 9 ottobre, partirà la stagione di Serie A2 sul campo sardo del Monastir Kosmoto. La squadra si sta dividendo tra il lavoro sul campo al Palarogeno e quello presso la palestra Gymnasium di via Bainsizza, Lecco, sotto lo sguardo attento del preparatore atletico Dario Valsecchi e grazie all’ospitalità di Hossam Elaswad. Tante le novità, tutte giovani e tra le quali desta particolare curiosità la scommessa Antonio De Donato, prelevato dal calcio a 11. Abbiamo incontrato il Direttore Generale Marcello Maruccia e il confermatissimo, con rinnovo biennale, mister Pablo Parrilla proprio nelle sale della Gymnasium

Maruccia: «Squadra giovane, ci fidiamo del mister»

Direttore, un gruppo giovane ma che può dare soddisfazioni:
«Non ci aspettavamo di ritrovarci in Serie A2, ma siamo stati bravi lo scorso anno e abbiamo avuto la fortuna di poter vincere il campionato di Serie B. Si tratta di una categoria che conosciamo, ma che è cambiata durante gli anni: il livello di qualità è aumentato, sia delle società che a livello tecnico. Sarà un campionato avvincente, che affronteremo seguendo il mantra della valorizzazione dei giovani».

Come siete cambiati rispetto all’ultima partecipazione?
«All’epoca avevamo giocatori di esperienza, che già conoscevano la categoria; sulla carta eravamo forse più forti, ma solo se rapportiamo le due epoche storiche. Adesso lavoriamo con i giovani, sia per impostazione che per le motivazioni economiche legate al budget a disposizione. Abbiamo scelto giovani di qualità, tranne Scarpetta nessuno ha fatto la categoria ma tra Serie B e giovanili tutti hanno rappresentato l’eccellenza. Abbiamo la fortuna di avere un mister che fa da valore aggiunto, ci fidiamo molto di lui: i ragazzi miglioreranno durante la stagione grazie al lavoro».

Una nuova palestra:
«È stato il mister a indicarmi la Gymnasium e siamo arrivati in questa palestra stupenda. Qui ho trovato persone che già conoscevo e questo mi ha fatto capire che il livello di grande qualità: non ci ho pensato due volte a scegliere questo luogo come sede principale per lavorare. Noi siamo contentissimi, i ragazzi pure e spero che rimarremo qui per tanti anni».

Parrilla: «Obiettivo? Il meglio possibile»

Mister, com’è iniziata la stagione?
«Come tutte, piano piano e dobbiamo migliorare per essere al 100% tra un mese, un mese e mezzo per il campionato».

Tante operazioni sul mercato tra conferme e arrivi:
«Per fortuna tre stranieri su quattro sono rimasti, mentre gli italiani hanno preso altre strade. Sono arrivati altri giocatori come Adrian e Miguel; cercheremo di fare il meglio possibile».

Che figura vorrete fare in Serie A2?
«Come l’anno scorso, non puntavamo a vincere il campionato; la società ci ha fatto lavorare bene, senza metterci obiettivi davanti e alla fine abbiamo trionfato. Daremo il meglio per fare il meglio possibile».

Hai rinnovato per due anni: il progetto, quindi, è biennale?
«Si, la società ha molta fiducia in me e io mi sono trovato più che nene con il direttore Maruccia e la presidentessa Ionel. Speriamo di far vivere un bel campionato alla gente di Lecco, che merita di vedere lo sport ad alto livello».

Condividi questo articolo sui Social

LECCO CHANNEL NEWS TV

Lecco Channel Web Radio

SEGUICI SU FACEBOOK

Altre notizie in Calcio a 5